Frequentissime extrasistoli

Buonasera dottori,
Ringrazio in anticipo chi dedicherà attenzione.

Premetto che ho un cuore sano, ho 22 anni, l’unica cosa è che sono in sovrappeso di una quindicina di chili.

Non soffro di ipertensione, nonostante negli ultimi due anni abbia vissuto in montagna, ad alta quota (1700mt).

Ho fatto un ecocolordoppler e non è risultato nulla se non un’insufficienza tricuspidalica lieve con PAPS nei limiti (16+5mmHg).

Inoltre ho eseguito anche ecg sotto sforzo, dove mi è stato detto che durante lo sforzo sono state soppresse le extrasistole, mentre durante il recupero si sono ripresentate.

Ho fatto anche gli esami della tiroide e degli elettroliti, che sono risultati nella norma.

Inoltre non bevo mai caffè, e cerco di evitare caffeina.

Ho notato però che la sensazione di extrasistole aumenta se bevo alcool.

Di extrasistole ho sempre sofferto, ma in precedenza si trattava di eventi sporadici, magari 3/4 volte ogni sei mesi che duravano qualche secondo, mentre da novembre si sono tramutate in sensazioni continue.

A novembre gli Holter contavano solamente tra le 2000 e le 4000 extrasistoli SV e 0 ventricolari.

Nel frattempo ho avuto un aumento di peso di 10 kg, da novembre a febbraio.

A febbraio l’Holter che ho fatto ha contato 22000 extrasistoli SV, e 170 ventricolari.
Metteva anche un 2% di FA, ma nel referto non è stata indicata, e mi hanno detto che potevano essere numerose extrasistoli che l’apparecchio ha letto come FA.

Dopo ciò, il cardiologo mi ha prescritto Flecainide acetato.
Dopo due giorni di assunzione tuttavia, non sono passante, anzi ho notato che la loro intensità era maggiore, compatibile con la sensazione che ho per ventricolari (di cui da holter ne avevo poche), allora il cardiologo mi ha consigliato di smettere con Flecainide e assumere ritmonorm (propafenone).

Questo tra metà febbraio, e fine marzo.

Non ho ancora iniziato la terapia di propafenone, ma ho provato a fare un altro holter perché i miei sintomi sembravano diminuiti spontaneamente.

Invece purtroppo mi sbagliavo, perché mi sono state trovate 10000 extrasistole SV e 1200 ventricolari (mentre la percentuale di FA risulta 11%).
Anche in questo caso il cardiologo che ha refertato l’holter non ha segnato l’FA, e non ha scritto nemmeno delle ventricolari.
Ha scritto frequentissime SV e poi giunzionali monomorfe.
Sono rimasta colpita dall’aumento di quelle ventricolari, che solitamente, anche nei momenti in cui ero più sintomatica, non sono mai state più di 170.

Volevo chiedere se fosse possibile che il flecainide mi abbia peggiorato quelle ventricolari... nonostante io l’abbia preso solo per due giorni, e ormai un mese fa.

Inoltre vorrei un consiglio, perché io percepisco molto le extrasistole, e spesso quando le sento sono collegate con affaticamento, ma non so come muovermi perché avendo avuto problemi con flecainide, non vorrei un risultato analogo con Propafenone.

Vi ringrazio e attendo risposta.

buona serata.
[#1]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 105.3k 3.5k 3
direi eventualmente una terapia con beta bloccanti potrebbe giovarle ( propranololo, pimdololo , nadololo ...)

cordialita

Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso

[#2]
dopo
Utente
Utente
Gentile Dr. Cecchini, La ringrazio molto per il consiglio. Mi sorge solo un dubbio perché ho tendenzialmente pressione intorno a 110, e battiti tra i 55 e i 65. Potrebbe essere un problema per i beta bloccanti?
Grazie
[#3]
Dr. Maurizio Cecchini Cardiologo 105.3k 3.5k 3
Se impiegati accuratamente non penso avrà problemi

arrivederci

Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza e Pronto Soccorso