Utente 500XXX
Buongiorno, sono a chiedere gentile consulto, perchè è da quasi un anno che ho delle piccole "palline" dietro la coscia sinistra, che si percepiscono quasi esclusivamente quando la gamba è distesa. La prima volta che me ne sono accorta sono andata dall dottoressa di base, la quale pensando fosse qualcosa di inerente alle vene, mi ha prescritto un farmaco anti coagulante e mi ha detto di ripassare dopo un po' di tempo, ma queste palline non si sono ridotte, quindi mi ha prescritto un altro farmaco per fluidificare il sangue, ma non è cambiato nulla.
Dopo poco tempo sono andata a fare di mia spontaneità un ecodoppler venoso che ha escluso ci fossero trombosi o flebiti e secondo il medico il tessuto "duro" si è organizzato così da solo.
Nei mesi successivi ho cercato di non pensarci per non farmi venire paranoie e non sono più tornata dalla dottoressa, visto i farmaci che mi aveva dato da prendere senza motivo, però adesso mi sto preoccupando perchè di queste "palline" me ne sono venute fuori anche sulla gamba destra, sono tutte abbastanza piccole e quelle della gamba sinistra mi sembra che non siano aumentate di dimensioni nel tempo, ma la cosa mi sta facendo pensare a cose brutte in quanto al tatto sembrano dure, forse un pochino mobili ma non tocco troppo forte perchè danno un po' di fastidio.
cosa potrebbero essere? mi devo preoccupare? potrebbero essere noduli da cellulite? premetto che ne ho sempre avuta fin da giovanissima, con gli anni è un po' peggiorata, ma non credo che sia a uno stadio così avanzato da avere noduli.

Chiedo un vostro gentile aiuto.

cordiali saluti

[#1]  
Dr. Francesco Nardacchione

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
8% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2006
Gentile signora non è facile attraverso un consulto telematico riuscire a fare una diagnosi. Quello che descrive potrebbe essere compatibile con grasso organizzato in piccoli lipomi o piccole cisti. Non è mai bello quando un paziente smette di rivolgersi a quello che dovrebbe essere il proprio medico di fiducia, per tale motivo Le cosniglio di parlare con il suo medico dei suoi dubbi e magari concordare con lei, se lo ritiene opportuno, una valutazione specialistica, magari dermatologica

Cordiali saluti
Dr. F. Nardacchione
NB: qualunque sia il consulto la visita medica rimane imprescindibile