Utente
salve,
Sono un ragazzo di 22 anni e due settimane fa in palestra ho avvertito un dolore al gomito sinistro nella zona interna, in particolare dove si trova la vena per fare le analisi la quale era diventata gonfia e verdastra/bluastra e dolorante al tatto, inoltre lungo tutto l'avambraccio la comparsa di vene molto evidenti che formavano una trama a "ragnatela" e la comparsa di rossore.
Attualmente il dolore è sparito a meno che non prema sulla parte interna esterna sionista del gomito a 5-6 cm rispetto la vena delle analisi del sangue, circa.

Altra cosa non inerente al problema di prima è che ho notato che quando lascio penzolare il braccio da seduto e a riposo, le vene delle mani si gonfiano velocissimamente e diventano molto gonfie e vedo proprio tutta la ramificazione molto pronunciata e appena sollevo l'avambraccio spariscono in nemmeno 1 secondo.
Ultima cosa è la comparsa (mentre ero a letto con la febbre) di una piccola vena (3-4 cm) gonfia tra il deltoide e il petto, vena mai vista prima e nemmeno ora presente.
Tralasciando il dolore al braccio so che le altre cose dette possono sembrare sciochezze (vene che si gonfiano in palestra) ma essendo sempre stato in sovrappeso non ho mai avuto modo di vederle e questa comparsa così improvvisa associata a qualche piccolo fastidio al petto mi fa preoccupare (attualmente peso 80kg e sono alto 1, 78cm).
I miei unici fattori di "rischio" sono: ex obeso (120kg); vecchi problemi con trigliceridi alti (300) e colesterolo (240) , ma attualmente le analisi sono perfette dopo la perdita di peso; la circonferenza dei miei fianchi è attualmente di 100cm; due operazioni al femore di cui la prima molto invasiva per inserimento di chiodo lungo tutto il femore.
ultima cosa che forse conta poco è che mi si addormentano molto spesso le gambe e che ho dei giramenti alla testa e visione offuscata quando mi alzo dalla sedia.
Ho già fatto ECG un anno fa e non ha riscontrato alcun tipo di problema

grazie in anticipo

[#1]  
Dr. Lucio Piscitelli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
CON I LIMITI DI UN CONSULTO A DISTANZA

Gentile Utente,
la possibilità che in determinate situazioni (esercizio fisico, calore, ecc.) le vene degli arti superiori possano rendersi più evidenti è evenienze comune e non patologica resa nel suo caso evidente dal demagrimento conseguito.
La più recente sintomatologia da lei riferita potrebbe richiedere un controllo specialistico e probabilmente una rivalutazione delle attività che svolge in palestra.
Lucio Piscitelli
https://www.medicitalia.it/luciopiscitelli/#sede_1
http://luciopiscitelli.beepworld.it/

[#2] dopo  
Utente
Dottore la ringrazio per la risposta, di sicuro è autosuggestione ma per essere sicuro a quale specialista dovrei rivolgermi?
Grazie

[#3]  
Dr. Lucio Piscitelli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
[#4] dopo  
Utente
Salve dottore,
Non ho effettuato la visita del chirurgo vascolare e ho continuato l’attività fisica. Il dolore al gomito interno sinistro continua e in particolare oggi ,finita la palestra, è comparso un livido sulla zona della vena dove si fa il prelievo del sangue. Ho inoltre notato che quando distendo e piego il braccio sento una sorta di click , come uno scatto all’interno del gomito.
Questo segnale potrebbe ricondursi a un problema vascolare o posso stare tranquillo e pensare che si tratti di un infiammazione ai tendini ( come mi è stato detto in palestra)?
Grazie in anticipo.

[#5] dopo  
Utente
Ps. Stamattina suo braccio avevi delle piccole macchie rosse leggermente sporgenti. Ora si sono tolte però