Utente
Salve a tutti

Recentemente mia nonna ha effettuato un'ecografia dalla quale è risultata un distensione aneuristica di 4cm all'aorta addominale.
Volevo qualche informazione riguardo tale patologia ossia quando sia il caso di ricorrere alla chirurgia e quando no, se l'intervento è pericoloso per le persone in avanzato stato di età (lei ha 82 anni) e se esistono delle terapie conservative (o semplicemente delle accortezze) per evitare che l'aneurisma peggiori o che si vada incontro alla rottura.


Vi ringrazio anticipatamente per l'attenzione
Buona giornata

[#1]  
Dr. Lucio Piscitelli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
CON I LIMITI DI UNA VALUTAZIONE A DISTANZA

Gentile Utente,
la rottura di un AAA è talvolta evento imprevedibile, ma le linee guida indicano in 5 cm le dimensioni limite oltre le quali l’intervento per un aneurisma ASINTOMATICO è necessario.
L’intervento in fase di rottura è infatti gravato da una mortalità molto più elevata.
Allo stato attuale, qualora ve ne siano l’indicazione e le condizioni anatomiche e cliniche l’intervento può consistere nel posizionamento di protesi con tecnica endovascolare (radiologia interventistica). In assenza di manifestazioni cliniche la nonna dovrà eseguire ecografie di controllo mediamente ogni sei mesi e tenere attentamente sotto controllo la pressione arteriosa.
Lucio Piscitelli
https://www.medicitalia.it/luciopiscitelli/#sede_1
http://luciopiscitelli.beepworld.it/