Dolore tipo emorroidi

Buongiorno ho 49 anni e ho avuto il primo episodio emorroidario che ero ancora alle elementari.
Negli anni mi sono capitati episodi sporadici di modesto sanguinamento, seguiti da anni senza alcun disturbo eccetto la formazione di marische.
È però solo la seconda volta nella vita (la prima è stata nel 2012) che ho esperienza di *dolore* in quella sede che non passi spontaneamente nel giro di 1-2 giorni.
Nel primo caso di dolore protratto avevo risolto in una settimana con Proctosedyl consigliato dal MMG.

Questa volta invece descrivo la situazione.

Accuso dolore a stare seduta il 13 aprile e, poiché non passa, il 16 prendo Proctosedyl in farmacia.
Lo applico per 3 giorni e le cose vanno meglio, decido di sospenderlo ma dopo un solo giorno di pace ho di nuovo dolore.
Passano altri giorni e vado in ferie dal 24 aprile al 1 maggio: questo significa non stare 8 ore seduta in ufficio.
I sintomi restano, ma sfumati.
Torno in ufficio il 2 e stando seduta il dolore riaumenta.
La mia MMG telefonicamente mi consiglia di assumere 4 Daflon per 20 giorni e anche un cambio di pomata, prendo Proctolyn indicato sia per emorroidi che per ragadi.
Quando la applico questa brucia un po' ma vedremo se ci saranno risultati.
Il dolore è altalenante. Più sto sdraiata e meno lo sento, stando seduta o toccando la parte o con certi indumenti aumenta. Coi limiti di un auto esame allo specchio, non ci sono né arrossamenti né masse, da fuori. Forse c'è una piccola varice violacea sul limite fra esterno e interno, ma non mi pare gonfia.
Non ho MAI sanguinamento, credo neanche occulto perché sono stata anemica in età fertile e riconosco i sintomi di anemia che al momento non ho.
Non ho alterazioni dell'alvo.
Inoltre ho messo su molto peso, passando da 54 a 64 kg in due anni.
Ho comunque paura di voi sapete cosa, più che altro perché tra alti e bassi da tre settimane la cosa non è risolta.
La mia MMG raccomanda una visita proctologica ma nella mia città questi specialisti sono tutti uomini e io ho un blocco su questo.
Ovviamente ci andrò se questa pomata fallirà, la provo una settimana.
Vi prego di dirmi se avete consigli o considerazioni, faccio presente che quando mi alzo la mattina non ho quasi nulla, anche durante e dopo andata in bagno il disturbo è minimo, ma è nel corso della giornata stando seduta in ufficio che il dolore cresce.
Vi ringrazio e mi scuso per la lunga spiegazione.
Un cordiale saluto
[#1]
Dr. Sergio Sforza Chirurgo generale, Chirurgo apparato digerente, Colonproctologo, Chirurgo d'urgenza 9.6k 311 2
Signora nel 2024 la vergogna di essere visitati da uno specialista di un altro sesso non è giustificabile, comunque si informi bene e vedrà che nella sua regione esistono un buon numero di chirurghi proctologi donna a cui affidarsi per risolvere al meglio la sua problematica, se continua a persistere come descrive.
Saluti

Dr. Sergio Sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza/

[#2]
Utente
Utente
Gentile dottore, la ringrazio per la sua risposta. Sicuramente ha ragione, il fatto è che ho avuto una disavventura con un dermatologo una volta e da allora sono diffidente, so comunque che il mio blocco non è giustificato. La sintomatologia da me descritta potrebbe essere una piccola ferita della mucosa?
[#3]
Dr. Sergio Sforza Chirurgo generale, Chirurgo apparato digerente, Colonproctologo, Chirurgo d'urgenza 9.6k 311 2
Potrebbe essere, ma la certezza l’avrà solo dopo la visita specialistica e quindi anche la terapia sarà eventualmente più appropriata.
Saluti

Dr. Sergio Sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza/

[#4]
Utente
Utente
Gentile Dottore, seguendo il suo consiglio ho prenotato la visita specialistica che anche il mio MMG mi ha indicato.

Il dolore a stare seduta è intanto un po' diminuito, ma ce l'ho sempre (eccetto di notte).

Ho osservato la zona, c'è un cuscinetto viola allungato con dentro piccole vene blu e la pelle circostante (interno gluteo) è super sensibile al tatto.

Anche se non ho fatto nulla per migliorare la situazione e il mio lavoro mi obbliga a stare molte ore seduta, questo dolore che con oggi ho da un mese inizia a farmi paura.

Le emorroidi potrebbero anche essere così da anni e non necessariamente le responsabili.
Poi da 2-3 giorni non ho fame e dopo mangiato avverto una leggera nausea; non ho alcun sintomo intestinale, ma sono comunque preoccupata.

Stante che andrò in settimana dal chirurgo proctologo, il fatto che il dolore non passi è suggestivo di altra patologia?

La ringrazio per la sua gentilezza e il suo tempo.
Un cordiale saluto
[#5]
Dr. Sergio Sforza Chirurgo generale, Chirurgo apparato digerente, Colonproctologo, Chirurgo d'urgenza 9.6k 311 2
Anche l sindrome emorroidaria può giustificare la sintomatologia che descrive.
Saluti

Dr. Sergio Sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza/

[#6]
Utente
Utente
Buongiorno, aggiorno sul mio caso.
Ho fatto visita Proctologica e mi sono stati riscontrati dei gavaccioli emorroidari congesti.
Mi è stato prescritto Daflon (con uno schema preciso di dosaggi), più una pomata anestetica a base di lidocaina.
Vorrei non usare la pomata per ora perché il dolore ha iniziato a scemare (MOLTO lentamente) dopo un mese e vorrei vedere come va... Ma vorrei chiedere:
1) la pomata è utile a porre una diagnosi differenziale? Cioè se è dolore da emorroidi passa e se invece è dolore neoplastico non passa con la lidocaina?
Il medico mi ha detto che i miei sintomi sono abbastanza tipici di malattia emorroidaria ma che un tumore si esclude solo con la colonscopia, eventualmente
2) mi ha detto che potrebbe essere utile fare esame di ricerca del sangue occulto nelle feci o altrimenti anche solo un prelievo con esame di sideremia e ferritina. Meglio il primo?
3) Ho un nuovo sintomo che non avevo prima della visita e cioè il dolore a stare seduta è stato in parte sostituito da una specie di mioclonia in quella regione... Come se i muscoli tremassero nella zona dei glutei. È un brutto sintomo?
Grazie per qualsiasi consiglio possiate darmi, è molto ben accetto.
Sono rimasta col proctologo che faccio la terapia e poi ci risentiamo
Cordiali saluti
[#7]
Dr. Sergio Sforza Chirurgo generale, Chirurgo apparato digerente, Colonproctologo, Chirurgo d'urgenza 9.6k 311 2
La pomata serve per la diagnosi che le è stata fatta, nè più nè meno. Meglio sideremia e ferritina. Il sintomo che descrive c’è con una situazione infiammatoria emorroidaria.
Quindi in sintesi segua le indicazioni del proctologo con fiducia.
Saluti

Dr. Sergio Sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza/

Emorroidi

Cosa sono le emorroidi? Sintomi, cause, cura, rimedi e prevenzione della malattia emorroidaria. Quando è necessario l'intervento chirurgico o in ambulatorio?

Leggi tutto