Utente
Sono un ragazzo di 25 anni e dopo aver letto vari consulti qui sul sito non riesco ad arrivare a capo del mio problema:
Da circa 2 settimane e mezzo non riesco ad andare in bagno.
Ho, da quanto mi ricordi, sempre sofferto di stitichezza (mai defecato regolarmente, sempre a distanza di qualche giorno). Ultimamente dopo gli sforzi per defecare, ho notato un leggero sanguinamento dell'ano fino ad, appunto, circa due settimane e mezzo fa quando il sanguinamento è stato più intenso, come di una ferita aperta ma che dopo poco ha smesso di sanguinare facendomi sorvolare sull'accaduto.
Non sono una persona attenta alla propria alimentazione (ma il mio peso non supera gli 80kg per 180cm di altezza). Fino a 4 giorni fa quando preoccupato per il prolungarsi del periodo di stitichezza e percependo un totale riempimento dello stomaco, seguito di reflusso di aria dallo stomaco, ho iniziato a non mangiare più se non solo brodo caldo, verdure.
Ho provato con dei clismi da 133ml (per la prima volta).
I primi due sono andati a vuoto (avevo un eccessivo stimolo e non riuscivo a trattenere il liquido per più di un minuto). Ci ho riprovato, quindi, due giorni dopo (con un singolo clisma da 133ml) mantenendo per circa 5 minuti e grazie a questo ho eliminato poche, piccole feci caprine.
Il mio medico mi ha dato un lassativo da sciogliere in 250ml. Preso di sera e di nuovo la mattina, non avevo alcuno stimolo. Così ho provato di nuovo con un clisma che mi ha fornito uno stimolo, ho defecato ancora poche piccole feci caprine (nell'ordine di 2-3) e poi una quantità "normale" di feci totalmente liquide. Dopo questa singola evacuazione lo stimolo è nuovamente svanito del tutto.
Non mi sono liberato, percepisco chiaramente che sono ancora "ben pieno" e dopo la giornata di oggi ed altri 250+250 ml di lassativo non ho alcuno stimolo a defecare...
La cosa che mi lascia perplesso è che non ho dolori particolari, spesso sento gorgogliare lo stomaco e ho dei reflussi acidi che combatto bevendo molto.
Ultima nota, in questo periodo sono stato particolarmente a riposo e abito in una zona piuttosto calda d'Italia.
Scusate se sono stato prolisso... Colpa della preoccupazione dopo aver letto di tutto sul web... Domani cercherò nuovamente di parlarne con il mio medico curante, ma mi piacerebbe avere una idea anche solo generica da parte vostra.
Ringraziandovi in anticipo porgo cordiali saluti.

[#1]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Sembra evidente che la stipsi sia alla base dei suoi disturbi: il sanguinamento rettale senza dolore e' suggestivo di patologia emorroidaria (ipotesi, s'intende, da verificare con la visita) che molto spesso consegue appunto alle feci eccessivamente secche e dure.
I clisteri aiutano a liberare l'ultima parte del colon-retto, tanto piu' efficaci quanto piu' si riesce a mantenerli prima di evacuare; i lassativi invece possono aiutare a sciogliere le feci nella parte piu' a monte. Entrambe le soluzioni possono essere utilizzate, sempre secondo prescrizione medica, per risolvere i problemi "urgenti", ma per lo piu' sono da sconsigliare nel lungo periodo. Occorre piuttosto maggiore attenzione alla dieta, previlegiando l'assunzione di verdure cotte e aumentando di molto il consumo di acqua. Tutto cio' certamente la aiutera' ad andare al bagno in maniera piu' regolare e meno difficoltosa e nello stesso tempo, pur non potendo guarire eventuali disturbi emorroidari, ne limitera' di molto gli effetti.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio per la tempestiva risposta.
Comprendo che lassativi e clisma sono rimedi temporanei e che non devono essere utilizzati nel medio-lungo termine e dopo questa esperienza mi sono ripromesso di essere più attento all'alimentazione.
Il problema attuale, però, è quello della totale assenza di stimolo (mai avvenuta prima) e anche di dolore (insomma sono quasi 3 settimane ormai che non evacuo, ho il colon pieno e non ho nè stimolo nè dolore?).
E' questa la cosa che mi preoccupa maggiormente. Stanotte ho sentito diversi gorgoglii nella pancia in particolare nel lato sinistro (tratto discendente del colon, giusto?). Mi hanno arrecato un vago fastidio, ma ancora nessuno stimolo. Stamattina altro lassativo da 250ml senza effetto alcuno.
Il mio medico non era disponibile e quindi dovrò ricontattarlo nel pomeriggio...
Sto pensando di provare una visita da uno specialista (anche vista la conferma da parte sua della probabile presenza di emorroidi) e non nego che la cosa mi preoccupa un pochino.
Lei cosa mi consiglia di fare?

[#3]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Se l'alvo e' aperto ai gas, se la peristalsi (i gorgoglii che sente) e' presente, e se non ha dolori particolari potremmo supporre che la situazione al momento non e' preoccupante. E' molto probabile che prima o poi riuscira' ad evacuare come al solito, al limite con un po' di difficolta'. Cio' non toglie pero' che, non appena il Collega sara' disponbile, una visita dal suo Medico e' senz'altro da consigliare. Con calma poi potra' pensare anche ad un consulto specialistico, al fine di definire meglio le caratteristiche dell'eventuale patologia emorroidaria.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#4] dopo  
Utente
L'apertura ai gas è presente anche se limitata rispetto al normale e la peristalsi è ormai continua...
Per quanto riguarda l'alimentazione attuale come mi dovrei comportare? Mi sono autonomamente messo a digiuno, crede che mi sia possibile tornare ad alimentarmi seguendo, ovviamente, una dieta più sana? Oppure è consigliabile continuare con il digiuno?

Perdoni questo mio ultimo quesito che, mi auguro, non le arrechi disturbo.
Cordiali saluti

[#5]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Il digiuno non le giova. Rimane invariato il consiglio di proseguire assumendo grandi quantita' di acqua e verdure cotte a foglia larga.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#6] dopo  
Utente
Grazie mille, mi ha rasserenato.
La terrò aggiornato in questo topic appena vi saranno variazioni dalla situazione attuale.
Cordiali saluti

[#7]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Senz'altro.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#8] dopo  
Utente
Problema rientrato praticamente da solo dopo l'ultimo aggiornamento, senza il bisogno di altri lassativi e/o clismi. Ora ho raggiunto una regolarità e una facilità agognate da tempo, merito della nuova dieta e probabilmente ancora degli effetti che devono ancora terminare dei lassativi presi.

Grazie ancora per il consulto.

[#9]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Mi fa molto piacere che vada tutto molto meglio!
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com