Utente
Gentili Dottori,
da molti mesi, circa 8, soffro di disturbi d'ansia generalizzata, attacchi di panico, e, secondo il medico di base, di colon irritabile. Tutto è cominciato con un'alterazione della consistenza delle feci e a volte stimolo impellente di andare in bagno. All'inizio questi sintomi erano associati, oltre ad una forte ansia, a difficoltà digestive, specie subito dopo i pasti e anche di notte, dopodichè le problematiche digestive sono diminuite molto. Nei primi mesi avvertivo anche spesso nausea e una miriade di altri sintomi, forse collegabili allo stato ansioso.
Da qui ho iniziato credere di avere qualche seria malattia, con sintomi che variavano di giorno in giorno, anche sporadiche vertigini, specie in luoghi affollati, disturbi della memoria..I sintomi variavano ogni giorno, tranne due, sempre presenti: dolore cervicale, con una costante sensazione di 'nervi incordati' e fastidi al basso ventre, non saprei come meglio definirli, quasi mai dolore, ma meteorismo, sensazione di evacuazione incompleta, talvolta feci meno formate del solito, sempre al mattino..
Al che ho cominciato ad avere molto timore di poter aver sviluppato un cancro al colon e nella mia mente, anche se non ci penso continuamente, credo che a livello inconscio qualcosa sia scattato.
Fino a ieri sera, quando improvvisamente, mentre passeggiavo e senza alcun preavviso, ho avvertito dolori al basso ventre, che era abbastanza teso. I dolori erano di moderata entità con aerofagia fino a quando ho deciso di provare ad evacuare e dopodichè tutto è sparito in alcuni minuti (il tutto è trascorso in circa mezz'ora). Al termine avevo solo fame e sonno...
Potete immaginare che mi sono spaventato molto, associando questa insolita 'colica' alla malattia di cui sopra,e pertanto ho deciso di chiedervi un parere.

Non so nemmeno se sia questa la sezione più indicata per il mio problema, comunque, vi ringrazio molto in anticipo
Cordiali saluti

[#1]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
La paura di avere un tumore e' senza dubbio piuttosto comune, specialmente in questi ultimi anni durante i quali tutti hanno accesso, grazie ad internet, ad una miriade di informazioni, talvolta magari fuorvianti. Deve fidarsi del suo Medico: se le ha detto che si tratta di colon irritabile fara' bene a credergli. Se poi non ha fiducia in lui e' meglio recarsi alla ASL e fare una scelta diversa. Del resto perche' non le viene la paura che la sua casa possa crollarle addosso? Perche' si fida probabilmente dell'Ingegnere che l'ha progettata, giusto? Beh, penso che qui bisognerebbe fare lo stesso... E poi, se comincia sul serio a curare i sintomi del colon irritabile i suoi disturbi diminuiranno e con essi anche probabilmente le sue paure.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#2]  
Dr. Francesco Nardacchione

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2006
Gentile signore
in linea di massima concordo con il suo medico di base ed anch'io penso che il suo intestino risenta direttamente del suo stato di ansia con le manifestazioni che elenca.
Una dieta sbagliata, lo stress quotidiano ed una particolare sensibilità caratteriale possono causare grandi disturbi a livello intestinale. Le consiglio la lettura dell'articolo correlato sul seguente link
https://www.medicitalia.it/minforma/gastroenterologia-e-endoscopia-digestiva/332-colon-irritabile-sindrome-dell-intestino-irritabile-ibs.html
Ha provato infine a capire meglio l'origine dei suoi attacchi di panico ? In alcuni casi un supporto specialistico può essere di vero aiuto sia per risolvere lo stress emotivo che per regolarizzare anche le funzioni fisiologiche.
Ne parli con il suo medico curante e nell'attesa provi anche a postare la sua richiesta nella sezione psicologica.

Cordiali saluti

Dr. F. Nardacchione
NB: qualunque sia il consulto la visita medica rimane imprescindibile

[#3] dopo  
Utente
Gentili medici,
vi ringrazio moltissimo per i suggerimenti

Cordiali saluti

[#4]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
La lettura dell'articolo consigliato le dara' modo di comprendere che queta condizione va affrontata controllando parallelamente sia l'aspetto psicologico sia quello legato all'alimentazione. I buoni risultati le daranno la necessaria fiducia.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com