Attivo dal 2008 al 2010
Egr.Dottori, è ormai più di un mese e mezzo che accuso uno strano sintomo:
lieve prurito, fastidio, accentuato dallo stare seduto.
Soprattutto sensazione di "ano umido". Dico sensazione perchè al tatto, esternamente, non vi è fuosiscita di alcuna sostanza o secreto.
Ma la sensazione di umidità permane.
Aggiungo di essere ansioso, di soffrire di colon irratibile con la classica situazione di stipsi alternata a diarrea.
Vi scrivo perchè sono molto abbattuto e preoccupato.
Mi sono già fatto visitare da un proctologo che mi ha detto di non notare nulla di particolare o patologico. Solo a mia domanda se potesse trattarsi di qualche micosi o situazione infettiva mi ha consigliato esame delle feci.
Esame che ho fatto e sono in attesa di risultato. Nel caso fosse negativo di cosa potrebbe trattarsi? Se ci fossero state ulcere, tagli, emorroidi o secrezioni anomale credo che il medico se ne sarebbe accorto.
Come posso risolvere il problema? Che altri accertamenti posso fare?.
Forse è solo una coincidenza ma il problema è sorto il giorno successivo a una giornata in sauna e bagnoturco.
Potrei aver contratto qualche infezione soprattutto nel bagno turco (situazione dove non si portava ne costume ne asciugamano)? Se si cosa potrebbe essere e soprattutto come potrei diagnosticarla?

Mi scuso per essermi dilungato e attendo pazientemente un vostro cortese riscontro

[#1]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Penso che il Proctologo avrebbe visto qualunque tipo di lesione esterna tramite la visita. Mi pare dunque utile a questo punto attendere il risultato dell'esame delle feci: chissa' che davvero non si scopra qualcosa...
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#2] dopo  
Attivo dal 2008 al 2010
Egr.Dott.Spina,
ho atteso l'esito degli esami prima di risponderle e di ringraziarla della tempestività della sua replica.
Allora... esame parassitologico, coprocoltura, tampone rettale, tutto negativo.
Ecco sono arrivato al punto di avere ancora il disturbo come il primo giorno e non sapere che pesci pigliare.
Vorrei darle qualche altra informazione per aiutarmi e risolvere il problema.
Due anni fa esatti mi è capitata una cosa simile.
Mi sono rivolto a un proctologo di Roma che ha diagnosticato lieve proctite curandomi con pentacol.
Ho fatto il farmaco per 40 giorni ma non la situazione non è migliorata granchè.Mi sono allora rivolto a un diverso specialista qui della mia zona che scrive questo sul referto: lieve dermatite perianale, modesto PMO.
il problema se non ricordo male, si è risolto da solo senza ulteriori cure; sono stato bene fino a un mese fa circa.
Oggi dopo due anni mi trovo nella stessa situazione. Il proctologo che mi ha visitato ( a dir la verità visita molto frettolosa e sbrigativa) non scrive e non nota nulla di patologico dicendo che "l'obiettività proctologica è negativa".
Il mio curante di fronte a questa conclusione minimizza i miei sintomi irritandomi ulteriormente.
A questo punto non so cosa fare.
Mi sembra un po strano che all'improvviso da un giorno all'altro mi debba trovare con fastidio e sensazione di ano umido senza una causa.
Ho letto che il gonococco può causare sintomi simili...
Ma come lo avrei preso? Non si sarebbe visto poi nel tampone rettale? Non si sarebbe visto qualcosa nella visita dello specialista? Dovrei indagare su questo battere?
Le chiedo inoltre....questi due episodi possono avere come causa qualche micosi o cose simili non poi così gravi ma che possono causare questa "infiammazione" se posso definirla tale? La domanda nasce dal fatto che il problema è sorto dopo una giornata in sauna e bagnoturco.
Le viene in mente qualche altra causa o comq. mi vuole consigliare qualcosa per risolvere il problema?
Quello che vorrei evitare è tornare dallo specialista visto che non affronto molto sereneamente il tipo di visita (penso che mi possa capire).
Come ultimo dettaglio aggiungo anche che continuo a non essere regolare di corpo mentre noto abbondante produzione di gas.
La ringrazio e mi scuso nuovamente per la scarsa capacità di sintesi.

Attendo con ansia la sua risposta

[#3]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
L'ano umido e' un sintomo comune a molte patologie: ragadi, emorroidi, proctiti, dermatiti... Difficile da qui dirle quale sia il suo caso, ma allo stesso tempo comprendo le sue perplessita'. Se non ho capito male comunque lei di recente non ha fatto una proctoscopia. Se cosi fosse credo che la soluzione del caso passi necessariamente da questo esame.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#4] dopo  
Attivo dal 2008 al 2010
Egr.Dottore, la sua tempestività mi aiuta se non altro a sentirmi un po meno solo ad affrontare questo disagio.
La visita proctologica che ho fatto recentemente è consistita in esplorazione rettale con il dito seguita da indagine con uno strumento chiamato dal medico "anoscopio".
Dopo di che una graziosa signorina (l'assistente del medico, presente al colloquio pre-visita, allo svestimento e alla visita stessa) mi ha fornito una garza per ripulirmi dal luan.

Non so quindi risponderle se mi è stata effettuata una proctoscopia e meno.

Grazie Dottore

[#5]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Anoscopia e proctoscopia sono sinonimi. E in quell'occasione la diagnosi quale e' stata?
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#6] dopo  
Attivo dal 2008 al 2010
Scusi Dottore pensavo di aver specificato l'esito in un prcedente post.
Le trascrivo quanto scritto nel referto:
"Perineo in sede, non lesioni dermatologiche.Normale tono sfinteriale.
Esame assolutamente nei limiti; obiettività proctologica negativa.
Si consiglia esame completo delle feci".

Scusi se ci ritorno: posso stare tranquillo sul discorso gonococco?

[#7]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Per isolare l'eventuale gonococco e' necessario un esame colturale delle secrezioni raccolte con un tampone rettale. Se questo e' stato fatto, ed e' negativo, da questo punto di vista puo' stare tranquillo.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#8] dopo  
Attivo dal 2008 al 2010
Grazie Dottore

[#9]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Di nulla. Buona serata.
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#10] dopo  
Attivo dal 2008 al 2010
Dottore il disturbo non migliora anzi...
Devo necessariamente approfondire le indagini.
Avendo fatto quindi esame delle feci e tampone rettale posso escludere ipotesi infettiva? (o per qualche patologia infettiva che possa dare i sintomi che accuso bisognava fare esami più specifici?)
Scusi se sono tornato sull'argomento ma non essendo del settore ho bisogno di avere chiarimenti.

Grazie attendo la sua risposta

[#11]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Perche' non prova a sentire anche un Dermatologo?
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com