Utente
Salve a tutti, mi hanno operata di cisti pilonidale 8 giorni fa, cioè il 20 giugno, e ieri alla seconda visita mi è stato detto che non potrò ancora sedermi almeno finché non mi toglieranno i punti che accadrà comunque dopo il 5 LUGLIO!!! Sorvolando sul fatto che io avevo espressamente richiesto al chirurgo prima dell'operazione quando avrei potuto riprendere ad andare all'università e mi è stato risposto 4 - 5 GG DALL'INTERVENTO ora per due settimane secondo loro io dovrei sollazzare sul letto prona senza potermi sedere se non per 'fare la cacca' testuali parole, e dovrei studiare in questo modo. Avevo previsto che 4 o 5 gg forse non mi avrebbero resa come nuova e se provo a sedermi sento un pò di dolore, ma solo all'inizio... fatto sta che studiare così è impossibile e per una mala informazione io rischio di perdere praticamente una sessione di esami intera!! Dite che potrei sedermi anche solo un paio d'ore? Perché studiare a pancia in giù sul letto, considerando che io scrivo per riassumere mi fa stancare enormemente dopo mezz'ora e ho perennemente mal di schiena!! Voglio dire, all'Università non danno i buoni malattia, e se ho insistito a chiedere quando potessi sedermi un motivo c'era! Tra l'altro mio fratello che a differenza mia è stato operato con tecnica aperta ha ripreso a sedersi tranquillamente il giorno successivo. Capisco che con i punti sia rischioso, ma se non sento un gran dolore, se non nel momento in cui cerco una posizione comoda,perché non posso? Mi veniva da piangere ieri, così perderò un'intera sessione! Già non godo dei pasti che sono costretta a fare in piedi, non posso lavarmi ecc... ma che ciò mi consenta di passare le mie giornate solo sdraiata senza potermi poggiare nemmeno sui gomiti- sempre secondo i dottori- mi fa andare via quella positività per cui avevo creduto di poter superare tranquillamente questi giorni che così, senza sicurezza,diventano INFINITI! Grazie a tutti SCUSATE PER LO SFOGO e il linguaggio in parte un pò barbaro, ma siccome non vengo nemmeno creduta dai miei genitori su queste istruzioni date dal chirurgo siccome mio fratello a parte le medicazioni non provava dolori e poteva sedersi e anche io ho questa volontà vorrei sapere se questa eventualità può provocare davvero una rottura dei punti, anche se sono attenta!

[#1]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
La trazione laterale dei glutei, che si verifica quando va ad assumere la posizione seduta, piu' che una rottura dei punti puo' provocare il decubito degli stessi e di conseguenza una riapertura della rima di sutura. Fossi in lei seguirei le indicazioni del Chirurgo che l'ha operata, che forse sara' stato pure poco chiaro nel spiegarle il post-operatorio nei dettagli, ma di sicuro la sta portando verso una guarigione per prima intenzione che, con il caldo di questo periodo, e' gia' un grande risultato. Del resto se lei doveva essere operata la colpa non e' certo del Chirurgo, ma della sua patologia. Sono cose che succedono, non se la deve prendere piu' di tanto: gli esami li recuperera'... Chi le scrive, quando frequentava il secondo anno di Medicina, ha trascorso piu' di otto mesi tra sale operatorie, ospedali e centri di fisioterapia a causa di un incidente con gli sci; ma oggi non mi sento meno Medico degli altri per questo motivo...
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#2] dopo  
Utente
Grazie della risposta innanzi tutto... a questo punto mi rassegno :( So che non è la sezione più appropiata,ma già che ci sono volevo chiedere anche un'altra cosa... ho assunto per circa un mese e mezzo, fino a 2 settimane fa, un antibiotico, ciproxin mi sembra, su indicazione del dermatologo per curare una cistina acneica sul viso. A seguito ho manifestato un principio di candida e ho assunto qualche ovulo e dei fermenti lattici ( yovis ), i sintomi si sono alleviati, ma ha iniziato a formarsi una piccola piaghetta nella parte esterna della vagina che era ed è indolore, e non avevo notato finora, ma che non se ne va. Ora oltre a questa con l'assunzione costante degli antidolorifici mi sta ritornando la candida. Quindi sento bruciore quando vado al bagno, ripeto la piaghetta è indolore, ma secondo lei è dovuta alla candida? Lo chiedo perché dopo l'operazione di certo non posso fare una visita ginecologica,e tra l'altro non ho un ginecologo personale, m ma mi rivolgo al consultorio e leggendo su internet sono spaventatissima dalle correlazioni che dicono esserci con l'hpv. Può essere invece che tutti questi farmaci che sto assumendo mi portino alla candida e che questa piaghetta sia innocua? Intanto ho chiesto al chirurgo se potevo assumere dei fermenti e su risposta positiva ho riniziato a prendere yovis, anche perché 3 dosi al giorno di oki mi provocavano un'acidità e un gonfiore brutti. Grazie ancora per la risposta

[#3]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Le infezioni da candida sono molto frequenti a seguito delle terapie antibiotiche: e' uno dei motivi per cui non si finira' mai di ricordare che questi farmaci non vanno utilizzati senza criterio, ma soltanto quando sono strettamente necessari: evidentemente nel suo caso il Collega ha valutato che si trattava di un rischio da correre... Per quanto riguarda la piaghetta invece non sono in grado di dirle nulla: puo' provare a inviare uno specifico quesito nell'apposita area, ma tenga presente che senza vederla di persona anche uno Specialista potrebbe avere qualche difficolta' a dirle quale possa essere la causa.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#4] dopo  
Utente
La ringrazio!
Un'ultima domanda, dopo che avrò tolto i punti potrò finalmente sedermi?
Grazie e cordiali saluti

[#5]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
No. Casomai quando togliera' i punti il rischio che la ferita si apra potra' essere forse anche maggiore: il potersi sedere o meno dipende insomma da altri fattori e non da quando rimuove le suture.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com