Utente 227XXX
Buongiorno, in data 18/10/11 ho subito un intervento di legatura di un gavocciolo emorroidario di 3 grado. Il decorso post-operatorio è andato come descritto dal medico, dolore piuttosto sopportabile nei primi 3/4 giorni dopo l'intervento controllato con Toradol e poi niente, fino al martedì successivo, quando durante un evacuazione ho provato un dolore fortissimo e mi sono accorta di avere un rigonfiamento sull'ano che provocava forte dolore e bruciore. Il giorno successivo mi sono recata presso il medico che mi aveva operato e mi ha detto che era un edema dovuto alla cicatrizzazione della ferita e che la situazione era normale, durante la visita ha rimesso in sede l'edema con manovra digitale (dolorosissima) e poi dilatan, ha detto che l'emorroide si era staccata e gli elastici non c'erano più. Mi ha consigliato di assumero psyllogel e di usare dilatan 2 volte al giorno dicendomi che sarebbe andato tutto a posto. Ho consultato anche il mio medico di famiglia e mi ha detto che è possibile che questa complicazione sia dovuto al fatto che l'emorroide non sanguinava.
Ora, a distanza di un'altra settimana in cui ho seguto questa terapia, l'edema sembra che si sia sgonfiato e il dolore è molto diminuito, pur avendo ancora qualcge bruciore durante l'evacuazione. Quello che mi chiedo è:
-Questa complicazione è normale dopo la legatura elastica?
-L'edema che si è formato è destinato a riassorbisrsi completamente e in quanto tempo o lascerà dei segni evidenti?
-La terapia è adeguata per questo problema?
Mi rendo conto che non è possibile darmi una diagnosi come si potrebbe fare dopo una visita, ma vorrei solo poter stare un po' più tranquilla a riguardo. Ho 23 anni e mia madre aveva fatto lo stesso intervento su emorroidi tra l'altro sanguinanti, e non ha avuto nessun tipo di complicazione post operatoria, anzi dopo una settimana era tutto a posto.
Vi ringrazio anticipatamente per la disponibilità.

[#1]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MARIANO COMENSE (CO)
CANTU' (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
In genere la legatura elastica è una procedura indolore ma in rari casi puo' comparire dolore o complicanze.
L' edema è sempre un fenomeno transitorio.
La terapia puo' essere indicata solo da chi la valuta personalmente e quindi non valutabile a distanza senza una conoscenza diretta della situazione.
Auguri!
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#2] dopo  
Utente 227XXX

Ok, grazie mille! Ma in quanto tempo più o meno dovvrebbe sparire questo edema? Questa complicazione si presenta in situazioni particolari o la mia è semplice sfortuna?

[#3]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MARIANO COMENSE (CO)
CANTU' (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Alcuni giorni credo.No,nessuna situazione particolare.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#4] dopo  
Utente 227XXX

Ultima domanda. Visto che non mi da particolare fastidio durante la giornata, posso fare sport o mi conviene aspettare che si sia riassorbito del tutto? Ormai è già più una settimana che è li, e anche se si è sgonfiato, non è ancora passato del tutto...

[#5]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MARIANO COMENSE (CO)
CANTU' (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Difficile dirlo a distanza,dipende dalla situazione locale e dal fastidio che ha.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#6] dopo  
Utente 227XXX

Rieccomi per aggiornarvi sulla mia siuazione.
Nel mese di Novembre 2011, passata l'infiammazione e il dolore dell'"edema" mi sono poi rivolta al mio medico di famiglia che mi ha detto che la terapia datami dal dottore che mi aveva effettuato la legatura (Dilatan) non sarebbe servita a niente, in quanto questa formazione di pelle non sarebbe assolutamente rientrata poichè c'era anche una piccola parte esterna. Da quel momento, dopo aver perso fiducia nel proctologo, e non tanto per delle complicazioni che ci possono sempre essere, ma per avermi dato una dolorosa terapia che non è servita a niente e per avermi trattato come se mi stessi lamentando per un dolore inesistente, ho deciso di rivolgermi a un altro ospedale e a un altro medico.
Dopo aver effettuato la prima visita, il medico, che non ha condiviso l'aver effettuato una legatura su un emorroide di 3 grado, mi ha detto subito che tra l'altro non era neanche sparita... Ero totalmente demoralizzata... Mi ha poi prescritto un cura con Daflon e un controllo circa un mesetto dopo. Al controllo, grazie al Daflon, di emorroidi non c'era più traccia e quel famoso "pezzo" di pelle in più era una marisca, che mi è stata rimossa chirurgicamente in data 3 febbraio. Il decorso post-operatorio è stato come descritto, un po' di dolore per i primi 3/4 giorni, e poi soltanto qualche fastidio. Oggi ho la visita di controllo e spero che sia tutto a posto e che questo "calvario" sia finito!
Vi ringrazio per la disponibilità delle vs precedenti risposte!

[#7]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Posso confermarle che non c'è indicazione alla legatura elastica in prolassi emorroidari di III grado, tale procedura è riservata nei prolassi emorroidari iniziali. https://www.medicitalia.it/minforma/colonproctologia/402-legatura-elastica-ed-emorroidi-una-procedura-ancora-attuale.html
L' asportazione della marisca e la probabile prolassectomia longitudinale settoriale, eseguita, è condivisibile e corretta, nel suo caso come in tutti i prolassi emorroidari non circonferenziali dove è solo un gavocciolo ad essere coinvolto .
Sicuramente avrà risolto.
Ci tenga informati
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#8] dopo  
Utente 227XXX

Grazie dottore per la tempestiva risposta!
Ho fatto proprio ieri la visita di controllo post operatoria e il medico mi ha detto che la cicatrizzazione della ferita procede benissimo. Mi ha comunque avvertito che anche se la ferita è quasi del tutto rimarginata, per la guarigione e cicatrizzazione completa ci vorrà un mesetto. A quanto pare la marisca era parecchio estesa nel canale anale e ha dovuto dare più punti di quello che si aspettava...
Ha aggiunto che ci sono delle emorroidi di I grado che possono essere trattate con un ciclo di 20gg di Daflon, se dovessero dare fastidio, senza nessun bisogno di legature o interventi vari, anzi mi ha detto prorio di evitarli a meno che la situazione non sia "disastrosa".
Al momento di dolori non ne ho più, neanche al momento dell'evacuazione...
Non mi ha dato nessuna pomata per la cicatrizzazione, ha detto che va bene così. Ma mi ha consigliato, per il prurito che ogni tanto ho, il Proctosedyl.
L'unica domanda che ho... Mi è capitato proprio oggi dopo l'evacuazione di trovare una piccola goccia di sangue sulla carta igienica... Penso sia normale visto che la cicatrizzazione non è ancora completa, ma il dubbio rimane...???
Alla fine della mia esperienza, mi chiedo, visto i vari pareri contrari che ho sentito, come possa un medico - proctologo (peraltro primario...) ad aver esguito una legatura su un'emorroide di 3 grado?... E soprattutto a non avermi dato una terapia adeguata al problema che è uscito dopo la legatura?



[#9]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Gentile Utente
Il perchè, il primo collega ha eseguito una legatura elastica, potrà spigarvelo solo lui.
Come prevedevo e le avevo segnalato, il secodo collega ha eseguito, insieme all'asportazione della marisca, una prolassectomia longitudinale settoriale (A quanto pare la marisca era parecchio estesa nel canale anale e ha dovuto dare più punti di quello che si aspettava...) manovra che ritengo corretta.
Le piccole perdite ematiche sono normali e potrebbero presentarsi ancora fino alla completa cicatrizzazione della ferita.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#10] dopo  
Utente 227XXX

Grazie mille dottore per la disponibilità e per le risposte!!!

[#11]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Di nulla ed auguri di pronta guarigione.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com