Attivo dal 2010 al 2016
Salve, soffro di emorroidi sin da giovane con sanguinamenti durante la defecazione (cosa che non mi capita più ora). Ultimamente il quadro è peggiorato e dopo la defecazione sento delle palline intorno al perimetro esterno dell'ano. Una settimana fa ho avuto una trombosi emorroidaria abbastanza fastidiosa che sta regredendo con le cure datemi dal medico di base (daflon + punture di prisma), cosa che si era verificata anche un anno fa ma di entità molto più lieve. Per ciò che riguarda l'alimentazione cerco di stare più attento possibile. A colazione mangio sempre cereali (fiocchi di mais zuccherati) in una tazza di latte scremato + un bicchiere di succo d'arancia confezionato. A pranzo un primo di pasta o riso conditi o in bianco con un pò d'olio e formaggio grattuggiato; per secondo carni bianche (pollo/tacchino) o fettina ai ferri o pesce o una porzione di frittata di uova. A volte formaggi o grana padano a pezzi; per contorno verdure (broccoli, carote, spinaci, cavolfiore, bietola, patate lesse o arrosto) o legumi (piselli, fagioli, ceci) + mezzo panino. A cena piadina con prosciutto crudo in vaschetta (al quale tolgo il grasso intorno) + formaggio a fette in vaschetta (provolone, provola, ecc.) oppure frittatina di due uova con grana grattuggiato oppure cotoletta di pollo confezionata oppure 200/250 gr di insalata mista confezionata con olio e un po di sale + una fettina di pane o grissini, una mela e uno yogurt bianco con cereali. Cerco di bere 8 bicchieri d'acqua al giorno, evito caffè ma spesso bevo tè con limone o senza. Nel weekend capita di bere qualche alcolico (birra, cocktail), fumare 3/4 sigarette o mangiare qualche dolce. Il mio lavoro di programmatore mi porta a stare seduto 8 ore davanti al monitor, ovviamente faccio pause ogni 2 ore e non di rado mi alzo per parlare con qualcuno o andare in bagno. Cerco di mantenere una posizione corretta quando sto a sedere, con schiena dritta. Da circa un anno vado in palestra 4 volte a settimana facendo pesi, addominali, pettorali, esercizi per le gambe (tipo pressa), corsa sul tapirulan, a volte cyclette. Una o due volte a settimana vado a correre. Vado in moto qualche volta, solo in primavera/estate. Ho letto che gli "eccessivi" sforzi in palestra possono essere causa di emorroidi ma che comunque eseguendo una corretta respirazione durante gli esercizi tali porblemi dovrebbero essere evitati. Non vorrei rinunciare alla palestra e alla moto, c'è qualche cura/terapia/intervento o semplici consigli/accorgimenti che possano fare al mio caso? Grazie per la cortese attenzione. Cordiali saluti

[#1]  
Dr. Roberto Rossi

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
16% attualità
16% socialità
RACCONIGI (CN)
TORINO (TO)
CHIERI (TO)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Gentile signore, purtroppo il tipo di attività fisica a cui si dedica è controindicata per il problema emorroidario ed anche il fumo sebbene in Modica quantità ,gli alcolici e il lavoro sedentario. Detto questo se le crisi emorroidario sono così importanti il consiglio è di prendere in considerazione la chirurgia. Attualmente vi sono anche procedure mini invasive e poco dolorose che potrebbero essere indicate. Parli con lo specialista coloproctologo .
Dr. Roberto Rossi

[#2] dopo  
Attivo dal 2010 al 2016
Gentile dottore, la ringrazio per la tempistiva risposta. Premettendo che la settimana prossima ho una visita specialistica con il proctologo, potrebbe specificare con maggior precisione quali sono queste procedure mini invasive? Grazie, saluti

[#3]  
Dr. Roberto Rossi

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
16% attualità
16% socialità
RACCONIGI (CN)
TORINO (TO)
CHIERI (TO)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2011
Se guarda la mia scheda può trovare un articolo sulla Thd che può interessarla.
Dr. Roberto Rossi

[#4] dopo  
Attivo dal 2010 al 2016
Gentile dottore,
dalla visita proctologica effettuata in data odierna è scaturito quanto segue:

All'esplorazione rettale, associata all'anoscopia, si rileva ipertono sfinteriale, mucosa rettale liscia e scorrevole, di colore roseo, esiti di crisi emorroidaria acuta, ragade anale a ore 6, congestione plessi emorroidari.
Si consiglia di mantenere feci di consistenza morbida (almeno 2 litri di acqua al di, frutta, verdura). Antrolin pomata due applicazioni al di per 15 giorni e una applicazione al di per successivi 15 giorni. Visita di controllo fra circa due mesi.

Dunque il consiglio del medico è stato quello di seguire una dieta ricca di acqua e fibre e di continuare regolarmente tutte le attività fisiche (compresa la palestra). Mi ha detto che nel mio caso non si può parlare di emorroidi nemmeno di primo grado non essendoci nessu prolasso e mi ha sconsigliato qualsiasi intervento chirurgico data la lieve entità e la relativa giovane età.
E' daccordo con quanto affermato dal medico?
Grazie, saluti.

[#5]  
Dr. Roberto Rossi

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
16% attualità
16% socialità
RACCONIGI (CN)
TORINO (TO)
CHIERI (TO)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2011
Se non vi sono emorroidi certo che l'intervento non è da considerare attualmente.Per quanto riguarda la ragade il trattamento conservativo è certamente corretto.Se la situazione non dovesse risolversi a causa dell'ipertono sfinteriale ,allora si potrebbe pensare ad una sfinterotomia laterale che è un intervento che potrebbe risolvere definitivamente il problema della ragade.
Dr. Roberto Rossi