Utente 193XXX
Salve
sono un ragazzo di 37 anni, sportivo e con fisico asciutto, da circa una settimana soffro di fitte sotto il fianco sx che si estendono fino all'altezza dell'inguine, a volte le fitte arrivano anche di lato e dietro la schiena (all'altezza del gluteo sx). Le fitte sono molto piu' forti se sono piegato mentre disteso sul letto sono quasi assenti. Sembrano andare e venire; inoltre sento di avere un bel pò di aria nella pancia. Sotto consiglio del medico curante ho fatto ecografia ai reni e alle vie urinarie con esito negativo, nel senso che i reni e la vescica sono di forma normale e non ci sono calcoli o altro. Inoltre mentre effettuavo ecografia ho chiesto (per scrupolo) al dottore di guardare anche l'addome e il colon (per quello che si puo' vedere da un'ecografia), lui dice che il colon sembra pulito, ma non mi sento tranquillo. Al tatto il mio medico curante sente un pò duro il colon come se fosse irritato ma sono quasi una settimana che prendo spasmomen e carbone ma le fitte non passano. Vado regolarmente al bagno sia come urine che come feci, feci che sono di colore verde scuro, ma mi sembra di averle avute sempre di questo colore. Cosa pensate possa essere ? Ho sentito parlare di colon irritabile, ma le fitte a volte lasciano senza fiato (possibile?) c'è da dire che sono una persona abbastanza ansiosa (soprattutto sulla salute) e che sto passando un periodo molto stressante. Grazie in anticipo per la risposta. Cordiali Saluti

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica


Gentilissimo,

i sintomi realmente possono essere compatibili con una sindrome del colon irritabile. La visita del medico tranquillizza per fatto che, toccando l'addome, è stato rilevato un colon irritao, contratto. Credo convenga procedere ancora con i prodotti a base di simeticone, carbone vegetale ed infuso di semi di finocchio. Eventualmente si può far prescrivere un diverso farmaco antispastico.


Cordialmente


Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente 193XXX

Grazie Dottore
alcune curiosità :
come mai quando mi piego fa piu' male rispetto a quando sono disteso
inoltre quando vado a dormire sembra sparire completamente, come se si rilassasse la parte
come fa il dolore ad irraggiarsi fino dietro la schiena.
Fa sempre parte della sintomatologia del "colon irritabile" avere molta aria nella pancia e sensazione di gonfiore

Scusi, ma ai tempi d'oggi con quello che si vede e che si sente uno cerca di tranquillizzarsi il più possibile, anche perchè se si resta agitati penso si crei un circolo vizioso difficile da rompere

Grazie di nuovo

[#3]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Se fosse un dolore organico (da "brutto male" per intenderci) il disturbo sarebbe fisso e non modificabile con la posizione. Questo, penso, dovrebbe tranquillizzarla. La distensione del colon può dare sintomatologia dolorosa (anche con irradiazione posteriore) e con la modifica della posizione si può trovare sollievo.

Cordialmente


Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#4] dopo  
Utente 193XXX

Gentile Dottore
anche il freddo può essere una concausa, in quanto le fitte le avevo avute (sempre dallo stesso lato sx), per circa 3 gg durante le festività, poi sembravano essersi tolte, ma settimana scorsa ho giocato a calcetto con una temperatura molto bassa che sembra essere proprio la causa scatenante.
Comunque oggi ho fatto analisi del sangue e delle feci per controllo, visto che era un pò che non le facevo e visto che le feci sono di colore verde

Grazie di nuovo

Saluti

[#5]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Ovviamente, il colon irritabile può essere sensibile anche alla temperatura.

Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#6] dopo  
Utente 193XXX

grazie

le spiego perchè dell'agitazione : ieri per avere un ulteriore riscontro sono andato in ospedale dove il direttore della clinica, che tra l'altro è un medico generico, su mia insistenza si è degnato di effettuarmi una pseudo visista , tra l'altro in giacca e cravatta dicendomi che aveva fretta e che non era gastroenterologo bensi medico generico, ma che per avere appuntamento con gastroenterologo dovevo aspettare, cosi si è degnato e mi ha toccato per nemmeno 30 secondi dicendomi che forse avevo l'intestino un pò indurito ma che probabilmente era dovuto al fatto che ho il fisico asciutto.
Nel dubbio mi ha detto di ricoverarmi per farmi analisi complete, radiografia e colonscopia. Alla mia richiesta di motivazioni, lui mi ha solo detto, non preoccuparti non è nulla ma devi ricoverarti per 3-4 gg. Gli ho detto di leggere l'ecografia e lui risponde che i reni e la vescica sono puliti, che il colon probabilmente lo è, ma che l'intestino non si vede dall'ecografia.
Non mi ha chiesto dove e quanto erano intense le fitte, non mi ha chiesto se mi erano venute altre volte, nemmeno se ero agitato o altro, insomma senza sapere nulla mi ha solo detto di ricoverarmi.
Ovviamente ho chiamato il mio medico curante che mi ha sconsigliato il ricovero, che tra l'altro non era immediato, ma da lunedi, anche per esigenze lavorative mie.
Scusate lo sfogo, ma penso che un dottore come prima cosa dovrebbe tranquillizzare il paziente , soprattutto se il problema puo' dipendere da un fattore nervoso, non solo, ma altri dottori , esaminando il mio quadro clinico (ecografia, fitte che vanno e vengono, feci normali, età, etc...) mi hanno tutti sconsigliato di fare colon scopia in quanto non c'erano i presupposti, idem per radiografia.
Comunque per scrupolo oggi sono andato a fare analisi del sangue, delle urine e feci

Saluti

e grazie di nuovo della disponibilità

[#7]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Concordo che non ci sia alcuna necessità di ricovero e di eseguire al momento una colonscopia. Ok per gli accertamenti in corso e quando riesce si faccia valutare da un gastroenterologo ( .... che abbia un pò più di pazienza dell'ultimo medico !).


Cordiali saluti


Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#8] dopo  
Utente 193XXX

Grazie di nuovo

comunque oggi, dopo una settimana di inattività fisica, ho ripreso ad allenarmi, a volte sembra proprio essere un dolore addominale, infatti quando mi piego di lato per lavorare gli obliqui le fitte aumentano di intensità estendendosi lateralmente su tutto il fianco, anteriormente fino al pube e posteriormente fino al gluteo sinistro, forse sono due cause che si sommano (infiammazione dei muscoli addominali + aria nella pancia con colon irritato), anche perchè sono sempre gonfio dopo mangiato.
Inoltre da ieri le feci sono tornate marrone solo che ho un pò di diarrea.
Di sicuro l'ansia e la preoccupazione fanno fatica ad andarsene.


Saluti

[#9]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Sicuramente l'ansia fa la sua parte. Ad ogni modo anche se l'indolenzomento è di tipo muscolare ciò non deve destare preoccupazione.

Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#10] dopo  
Utente 193XXX

Certo

sono abituato ai problemi muscolari visto che sono un atleta marziale, solo che mi sto sempre ad analizzare le fitte, tipo sembra che si spostino da sopra fino all'inguine senza riuscire a tranquillizzarmi, poi quando mangio aumentano ed inoltre sono sempre gonfio dopo mangiato
Poi all'improvviso sembrano scomparire, la notte non ne ho, mentre se faccio movimenti obliqui le risento.

grazie

[#11]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Allora ritorniamo al disturbo intestinale ... Ecco, quindi, l'importanza della visita gastroenterologica.

Quello che volevo dire è che, ad ogni modo, che siano disturbi intestinali o muscolari non ci sono motivi di allame. Sicuramente uno specialista, visitandola, le saprà dare i giusti suggerimenti.

Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#12] dopo  
Utente 193XXX

Buongiorno

ieri ho avuto la risposta delle analisi del sangue, urine e feci : tutto nella norma con VES=3 e globuli bianchi e rossi ok.
Inoltre ho eseguito visita specialistica con gastroenterologo che mi assicura di essere "sindrome di intestino irritabile", cura di circa 1 mese e mezzo con colonir+digerent.

Purtroppo, da buon ingegnere, non riesco a capacitarmi che sia "semplicemente" stress

Saluti


[#13]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Gli esami negativi e la visita gastroenterologica dovrebbero comunque tranquillizzarla.

Saluti
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#14] dopo  
Utente 193XXX

Egregio dottore buongiornp

Volevo tenerla aggiornata nonchè darle un feedback sulla mia situazione :

Dopo la visita dal gastroenterologo avuta il 25-01 (esattamente 2 settimane fa con diagnosi di colon irritabile), le fitte sono diminuite, cosi come il gonfiore addominale.
Si presentano solo quando sono piegato (come se si comprimesse qualcosa) e comunque di lieve entità. Il tutto fino a ieri, giornata strana in quanto da appena sveglio ho sentito subito crampi addominali abbastanza forti fino ad avere nel pomeriggio una fitta lancinante sotto il fianco sx, che si è protratta fino allo sterno e dietro la schiena quasi senza lasciarmi fiato, fitta durata per circa una decina di minuti.
Tornato a casa si sono calmati sia i crampi che la fitta , questa mattina sembrano essere molto più leggere e solo quando sono piegato.
Resta il fatto che al bagno vado regolarmente e le feci sembrano essere assolutamente normali sia di forma che di colore.
L'unica discriminante che mi viene in mente che può aver peggiorato la situazione è che proprio domenica sera ho dormito a pancia in giù (cosa che non facevo da diverso tempo) e magari ho tenuto tutto l'intestino compresso per tutta la notte irritandolo ancor di più.

Gradirei (se possibile) una valutazione di quanto accaduto

Grazie anticipatamente

[#15]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
La posizione nel dormire non ha alcuna influenza sull'attività intestinale ed il disturbo accusato può essere sempre messo in relazione all'intestino irritabile.



Cordialmente
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#16] dopo  
Utente 193XXX

Grazie dottore

certo che questo intestino è proprio capriccioso
Ieri e oggi solo piccole fittarelle al fianco, ma solo se sono piegato... come se si comprimesse e desse fastidio
Però se spingo forte in basso a sx (sotto l'ombellico per intenderci) i crampi aumentano e si irradiano anche al centro e a destra della pancia , anche quando provo a mettermi a pancia succede la stessa cosa , ecco perchè avevo legato la causa con l'effetto

Grazie

[#17] dopo  
Utente 193XXX

Grazie dottore

certo che questo intestino è proprio capriccioso
Ieri e oggi solo piccole fittarelle al fianco, ma solo se sono piegato... come se si comprimesse e desse fastidio
Però se spingo forte in basso a sx (sotto l'ombellico per intenderci) i crampi aumentano e si irradiano anche al centro e a destra della pancia , anche quando provo a mettermi a pancia succede la stessa cosa , ecco perchè avevo legato la causa con l'effetto

Grazie

[#18]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Allora in questo caso la compressione, su un possibile colon disteso, puotrebbe determinare una sintomatologia dolorosa.
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#19] dopo  
Utente 193XXX

Buongiorno

volevo darle feedback sull'andamento dell'intestino. Sono circa 3 gg che le fitte sono diminuite sensibilmente. Per scrupolo Martedi scorso (14-02) sono stato visitato da un COLONPROCTOLOGO che mi ha confermato la sindrome di colon irritabile (come già fatto dal mio gastroenterologo), a differenza sua però mi ha dato una cura a base di prodotti naturali e in più mi ha prescritto l'esame della calprotectina (giusto per essere sicuri al 100% che non ci sia una infiammazione intestinale). Esame che fatto ieri ma il cui esito mi verrà dato fra 10 gg.
Volevo chiederle :
1) se ci fosse un'infiammazione intestinale non dovrei avere diarrea e dolore costante, invece il mio dolore oltre a comparire solo e saltuariamente da seduto, adesso è diminuito sensibilmente e le mie feci sono regolari e mai diarroiche, solo a volte molli
2) come il colonproctologo mi ha detto di dover fare un altro esame, il gg dopo ho iniziato ad avere tremori, palpitazioni e proprio oggi addirittura stavo quasi vomitando, probabilmente dall'agitazione

Grazie

[#20]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Anche da questo riferisce si rafforza il sospetto di colon (intestino) irritabile e non penso proprio che abbia una malattia infiammatoria.

saluti

Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#21] dopo  
Utente 193XXX

Grazie dottore
ormai è quasi una settimana che le fitte sono sparite, anche da piegato.

ma la cosa incredibile è che da circa 5 gg ho spesso brividi di freddo senza febbre, come se mi stesse per venire l'influenza.
Ho pensato che potessero essere legati ai farmaci che sto prendendo per il colon (Idracol e Somacol), ma il medico dice che sono solo vitamine

I brividi possono essere collegabili al colon (penso di no visto che le fitte sono passate).
Nel caso non fossero collegate, cosa può essere in quanto i brividi di freddo sono davvero fastidiosi, a volte ho anche la pelle d'oca, ma sempre senza febbre. Quando mi distraggo sembrano diminuire, non so forse c'è anche una componente psicologica visto i due mesi che ho appena vissuto e poichè sono in attesa dell'esito dell'esame della calprotectina delle feci

Grazie

[#22]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
I brividi non sono sicuramente legati al colon e si tratta di un sintomo generico su cui non è possibile dare un parere. Bisogna solo attendere e capire.


Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#23] dopo  
Utente 193XXX

Purtroppo mi faccio spesso influenzare leggendo su internet.
Ho visto che i brividi possono essere anche collegati alla mancanza di ferro che a sua volta può essere un sintomo dell'anemia, scatenata anche da emorragie interne intestinali (come il sangue occulto nelle feci)
Ed ecco che sono arrivato alle patologie del colon.
Purtroppo da buon ingegnere sono sempre alla ricerca del legame CAUSA-EFFETTO.
Chiedo a lei perchè con la sua esperienza e professionalità ne avrà viste tante di patologie del colon.

Mi scusi di nuovo per l'autodiagnosi, ma quando non so esattamente cosa succede al mio organismo vado un pò (anzi molto) nel pallone, anche perchè in vita mia sono sempre stato benone, anche l'influenza la prendo raramente.

Grazie di nuovo per la disponibilità e per la pro-attività che ha nel rispondere

Saluti

[#24]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Purtroppo viagga molto con la fantasia e sul web.... Sinceramente non vedo motivi di preoccupazione.

Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#25] dopo  
Utente 193XXX

Caro dottore buongiorno

A conferma di quanto lei aveva ipotizzato e come il mio colonproctologo aveva diagnosticato, è con vero piacere che le dico il risultato del test della calprotectina è stato

CALPROTECTINA FECALE ==> "ASSENTE"

Spero di riuscire ad eliminare del tutto le mie paranoie


Grazie ancora per il supporto

saluti

[#26] dopo  
Utente 193XXX

Caro dottore buongiorno

A conferma di quanto lei aveva ipotizzato e come il mio colonproctologo aveva diagnosticato, è con vero piacere che le dico il risultato del test della calprotectina è stato

CALPROTECTINA FECALE ==> "ASSENTE"

Spero di riuscire ad eliminare del tutto le mie paranoie


Grazie ancora per il supporto

saluti

[#27] dopo  
Utente 193XXX

Caro dottore buongiorno

A conferma di quanto lei aveva ipotizzato e come il mio colonproctologo aveva diagnosticato, è con vero piacere che le dico il risultato del test della calprotectina è stato

CALPROTECTINA FECALE ==> "ASSENTE"

Spero di riuscire ad eliminare del tutto le mie paranoie


Grazie ancora per il supporto

saluti

[#28]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Molto bene ! Adesso deve solo tranquillizzarsi.


saluti

Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it