Utente 236XXX
Scrivo che è sera quindi buonasera.
Mi rivolgo a questo sito poiché sto avendo difficoltà con questo dolore le cui cause sembrano non essere del tutto chiare.
Mi spiego.
Un paio di anni fa ho cominciato a soffrire di un certo fastidio nella zona sinistra del torace, per essere più pecisi sotto al seno, pareva una specie di dolore intercostale, anche se dolore proprio non era, era più una sensazione di corpo estraneo, come se sentissi qualcosa in quella zona. Tale fastidio da allora non è mai scomparso, ma col tempo la situazione è peggiorata. Quando era ancora solo un fastidio andai dal mio medico di base e mi disse che probabilmente era il colon che si era infiammato, ma non mi disse di più, se non di cercare di fare un' alimentazione corretta. Poco tempo dopo il fastidio si tramutò in un dolore leggero, non sempre presente. In quel periodo seguivo una dieta, proprio a causa di ciò che il medico mi aveva detto, quando andai dal medico mi disse di fare un' ecografia che risultò pulita, l' unica cosa che mi dissero era che avevo aria nella pancia. Un paio di mesi dopo il dolore è diventato più persistente e il medico mi fece fare una radiografia, ma anche questa risultò negativa. Non molto tempo dopo, nel senso di impotenza di fronte a questo dolore che pareva non avere causa tornai ancora da mio medico di base, il quale dopo avermi visitato mi disse che avevo il colon duro, e che la causa quindi era sempre e comunque il colon infiammato. Non ha parlato espressamente di sindrome del colon irritabile, ma poichè durava da tanto tempo ho pensato che fosse anche la mia una infiammazione cronica, anche perchè stavo cercando di seguire una alimentazione corretta. Il medico infatti mi aveva detto che poteva anche essere di natura psicologica, anche se mi pare strano essendo io una persona tranquilla e non ansiosa. Sono passati poi diversi mesi in cui, nonostante il persistere del fastidio, il dolore era quasi del tutto scomparso, non me ne ero praticamente più preoccupata e avevo imparato a convivere col fastidio. Circa due o tre settimane fa però ho cominciato ad accusare di nuovo dolori, ma stavolta molto più forti, non insopportabili ma comunque che fanno male, e in più si è aggiunto un dolore al petto. La zona adesso è molto estesa, è praticamente dal petto sinistro fino all' addome, ed è un dolore continuo, in più ogni tanto sento proprio delle fitte. Questo dolore al petto mi insospettisce in quanto non vedo un nesso con il problema del colon. In realtà anche la diagnosi iniziale, cioè il colon infiammato, mi ha sempre destato dubbi, poichè dolore a parte, non avevo altri sintomi riconducibili a problemi all' intestino, non ne ho mai avuti. Purtroppo fino alla prossima settimana non potrò andare dal medico, ma comunque gradirei molto un altro parere, magari le strade percorse finora non erano poi tanto giuste.

Cordiali saluti

[#1] dopo  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
VIBO VALENTIA (VV)
CINQUEFRONDI (RC)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Gentilissima,

potrebbe essere utile una visita gastroenterologica e capire se il dolore al petto possa essere un'irradiazione di un dolore esofageo. Nulla esclude che il tutto possa, inoltre, far parte di una sindrome dell'intestino irritabile, ma solo con una visita specialista si potrà avere un orientamente più preciso.


Cordialmente

Primario di Gastroenterologia ed Endoscopia, Osp. San Giuseppe - Milano
Centro di COLONSCOPIA ROBOTICA
www.endoscopiadigestiva.it