Utente
salve,
poco meno di un mese fa, dopo 7giorni da un rapporto non protetto ma non completo, il partner mi aveva avvisato che lui aveva avuto i sintomi di gonorrea con dolore alla minzione e secrezione purulenta dal pene, e si era recato da urologo per la terapia ( però non ha effettuato un esame microbiologico)
io non avevo nessun sintomo..dopo qualche giorno però mi sono accorto che c'era un po di muco sulla prima evacuazione delle feci, e avevo un po di fastidio dopo l'evacuazione.
mi sono recato da un Proctologo, il quale senza esame microbiologico, mi ha prescritto Veclam500mg x 6giorni (claritromicina) per l'eventuale infezione da neisseria gonorreae, e Arvenum 500mg 2cpr 3 volte al giorno x10gg per i fastidi emorroidali che avevo ( sensazione di pulsione all'ano e fastidi dolorosi dopo la defecazione).. i sintomi sono scomparsi al secondo giorno di terapia.

dopo 10giorni quando ho finito la terapia con arvenum, ho notato di nuovo muco bianco/giallastro sulle feci e fastidi emorroidali. (premetto ke non avevo mai sofferto di emorroidi).ho richiamato il medico, il quale poco eticamente e professionalmente , mi ha detto che non c'era bisogno di visitarmi e che sicuramente si trattava di qualcosa che avevo mangiato ..io ero scioccato..

adesso mi chiedo se la mucorrea è causata da una recidiva della possibile infezione da N.Gonorreae , o causata da infiammazione e irritazione del retto a causa delle emorroidi.

mi sono recato di mia iniziativa presso un centro analisi per effettuare un tampone rettale. loro mi hanno dato il kit con il cottonfioc e la provetta; mi chiedo: posso effettuarlo io stesso questo tampone? come si fa? ci sono problemi all'esecuzione del tampone dato che ho questi fastidi emorroidali?

spero di avere delle risposte alle mie domande, grazie in anticipo.

p.s. In caso di esito negativo alla gonorrea, come mi devo comportare per le emorroidi? in caso positivo, sarebbe indicata una terapia con Ciprofloxacina + Doxiciclina ( dato che in genere si cura la gonorrea e contestualmente la clamidia) '?

[#1]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Sarebbe preferibile che il prelievo venga effettuato da mani esperte.
Nel suo caso non si tratta di un tampone rettale per un parassitologico sulle feci, ma di un prelievo di eventuale materiale(secrezioni del canale anorettale)atto ad evidenziare la presenza del gonococco o di altro batterio.
Attendiamo l'esito dell'esame prima di affrontare e risolvere altre possibili cause della sua sintomatologia o delle patologie associate.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com