Utente
Salve a tutti, un paio d'anni fa ho subito una lesione spinale a seguito di incidente d'auto, dopo una lunga rieducazione intestinale oggi riesco ad evacuare due volte alla settimana, ma devo sempre aiutarmi manualmente, così da espellere tutte le feci. Premetto che la sensibilità che ho all'ano è praticamente nulla, e a volte nel digitare ho paura di farmi male senza accorgermene. in particolare, a volte ho come l'impressione che dovendo far uscire sia le feci che il mio dito, l'ano si dilati troppo, e sia sul punto di lacerarsi. all'ospedale mi hanno insegnato a usare guanti e lubrificanti, ma a parte rassicurarmi che con la pratica avrei vissuto questa procedura come "naturale", non mi hanno dato molte indicazioni. io mi domando, ci sono delle cose che dovrei evitare quando digito o a cui dovrei stare attento? a volte tento di spezzare le feci per facilitarne l'espulsione, ma non è sempre facile perchè con un transito così lento, malgrado lassativi e fibre, è inevitabile avere delle feci molto compatte. per altro, se sono troppo poltacee e si sfaldano, ci metto molto di più a farle uscire tutte... mi rendo conto che l'argomento possa suscitare imbarazzo, fino a qualche anno fa io nemmeno avrei immaginato che si potesse evacuare in questo modo, ma pregherei di darmi qualunque indicazione possa aiutarmi a digitare nel modo più corretto possibile, oppure indicarmi siti specialisti a cui rivolgermi.

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
La problematica non è di facile soluzione. Credo comunque utile una valutazione neurofisiologica per eventuale neurostimolatore sacrale e trattamento con Irrigazione rettale. A Bologna a quale centro ha fatto riferimento ?


Cordialmente





Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente
sono stato seguito a Montecatone, ma non è che io cerchi una soluzione, lo so che certe cose non torneranno più come prima, me ne sono fatto una ragione. però, di fatto, vorrei non crearmi più danni di quelli che già ho. l'evacuazione manuale è quella in cui mi sento più autonomo (per altro, non so se per forza di gravità o cosa, le feci scendono, pur se con transito infinito, nell'ampolla, però poi non posso spingere per farle uscire, e quindi devo usare il dito). a me hanno spiegato che col tempo mi abituerò e la vivrò come prassi normale, tanto è vero che ho saputo che anche senza lesioni come la mia ci sono persone con defecazione difficile che evacuano in questo modo... quindi non può essere un'impresa. ma come farlo nel modo giusto, cosa evitare, a cosa stare attenti? possibile che sia un tabù parlarne, per cui che lo debba fare così me lo dicono senza problemi ma sul come procedere posso solo arrangiarmi?

[#3]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Gentilissimo, abbiamo avuto diversi pazienti con il suo problema ed abbiamo proposto, ed è stato accettato con successo, il sistema di irrigazione rettale a domicilio (tipo Peristeen). Provi tale soluzione.

Cordialmente

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it