Utente 310XXX
Salve a tutti, sono un ragazzo di 22 anni e vorrei parlarvi di un problema da cui soffro da tanto. Premetto che ho da poco finito di combattere contro le emorroidi interne curate tramite preparazione h. Sostanzialmente si tratta di questo: dopo la defecazione, anche 4-5 ore dopo, andando ad urinare (seduto per colpa di un soffitto troppo basso nel secondo bagno di casa) e pulendomi nella zona anale (per questioni di igiene), mi accorgo che ci sono piccoli residui fecali, o meglio delle "macchie" giallastre/marroni, che evidentemente ricordano l'aspetto delle feci. Tutta roba che con un unica (raramente di più) pulita con carta igienica viene via, senza alcun problema. A volte capita che dopo 20/30 minuti la defecazione, nel masturbarmi (spesso accade quando sono seduto), accade la stessa cosa: pulendomi di dietro, sono presenti piccoli residui (conseguenza delle contrazioni o no?). Stesso discorso di quando sento aria nello stomaco: a volte mi capita che dovendo evacuare un po' di aria, sedendomi sul water, mi capita di vedere alcuni residui; a volte invece esce solamente aria senza problemi. A volte accade che la situazione si ripete: dopo essermi pulito, riandando al bagno e controllando, vedo che ci sono nuovamente residui. Ho notato che trattenendo le feci prima di dover evacuare, controllandomi prima di evacuare non ho nessun tipo di macchie o residui.

Un anno e passa fa, in un periodo in cui ero sospeso fra ansia e depressione, non riuscivo ad uscire di casa finchè non evacuavo prima di uscire di casa( questo accadeva in un giorno in particolare, non tutti i giorni, ma le ferite a volte venivano anche durante altri giorni). Di conseguenza mi capitava di sforzarmi a lungo e di vedere un po' di sangue rosso vivo sulla carta igienica, immagino fossero delle ferite, che dopo un po' di giorni (2 o 3 )passavano. E questo è andato avanti per mesi fino a quando sono riuscito a combattere quella parte di me. E ultimamente (come dicevo all'inizio) ho sofferto di emorroidi che finalmente sembrano passate. Potrebbe c'entrarci qualcosa tutto questo? Potrei aver causato lesioni o altro?

Attualmente non ho dolori/problemi durante la defecazione.

Quello dei residui quindi, è un "problema" di cui ho "sofferto" (credo) negli ultimi 2 anni. Vorrei sapere se sono semplicemente "paranoico" oppure si può parlare di incontinenza o soiling o qualcos'altro? Leggendo su internet ho capito che il retto è come una specie di ampolla. C'entra qualcosa? Vorrei se possibile un vostro parere, e natuarlmente sapere se è il caso di consultare un proctologo.

Grazie in anticipo.

[#1]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Il sangue che trovava sulla carta igienica era con tutta probabilità dovuto alle emorroidi. Patologia che ha curato, ma che ovviamente non è guarita; nel senso che ora si trova in una fase silente, peraltro accettabile, ma che potrebbe ritornare a farsi notare.
Per quanto concerne la perdita occasionale di residui fecali credo sia opportuno rivolgersi, come del resto lei stesso ha ipotizzato, ad un buon Proctologo.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#2] dopo  
Utente 310XXX

Grazie mille per la veloce risposta.

Effettivamente credo proprio che ricorrò ad un proctologo, è l'unico che può darmi risposte.

[#3]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Infatti il soiling potrebbe essere dovuto ad un prolasso emorroidario: è solo una possibilità, ma senza dubbio il Proctologo potrà verificarlo.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#4] dopo  
Utente 310XXX

Sicuramente qualcosa che non va c'è, purtroppo ne sono sempre più convinto. Se si trattasse di prolasso emorroidario, è possibile curarlo per tornare ad una situazione di normalità (sempre tenendo conto che le emorroidi ritornano in modalità silente) o dovrò rassegnarmi a prendere precauzioni (creme, farmaci o altro) per sempre?

[#5]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Certamente! Sarebbero però probabilmente necessari trattamenti diversi da quelli farmacologici. Per esempio di tipo ambulatoriale, oppure chirurgici veri e propri. Prima però bisogna porre la corretta diagnosi.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#6] dopo  
Utente 310XXX

Ah ok :-)

Purtroppo penso sempre subito al peggio. La ringrazio mille per il supporto tecnico/morale. Appena faccio la visita aggiorno la situazione.

Grazie mille davvero. Buona giornata.

[#7]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Bene; faccia la visita, poi ne riparliamo.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#8] dopo  
Utente 310XXX

Effettuata la visita. Temevo il peggio e invece fortunatamente non è nulla di grave :-)

La prima cosa che il proctologo ha escluso è stata il prolasso di qualcosa. Fortunatamente non c'è assolutamente nulla di preoccupante, nulla di prolassato e sembra che sia tutto normale anche per quanto riguarda le emorroidi. Anche il tono sfinteriale non ha nessun tipo di problema.

L'unica cosa che ha trovato è che nell'ampolla rettale ci sono delle feci molto collose, conseguenza del fatto che l'intestino non sta lavorando bene. Ed effettivamente qualche disturbo durante l'evacuazione ce l'ho. Evidentemente rimanendo nell'ampolla sono destinate a scendere. Mi ha prescritto una bustina di benefibra prima di colazione (per 30gg) e fermenti lattici prima di pranzo (per 20gg). Se voglio mi ha detto che posso continuare anche per il mese successivo. E mi ha consigliato vivamente di farmi qualche bella passeggiata in più.

Le chiedo, come ultima richiesta, solamente se ha qualche altro consiglio da darmi, e se concorda con la "terapia".

Grazie mille in anticipo :-)

[#9]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Ovviamente, non avendola visitata personalmente, non sono in grado di giudicare nulla, né di dirle se le cose stiano realmente come le ha detto il Collega. Posso dirle però che la spiegazione che le è stata data è plausibile. Rara, ma plausibile. Tenderei dunque a concordare con la cura, sperando che le porti i risultati sperati.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#10] dopo  
Utente 310XXX

Perfetto :-)

Grazie mille Dr. Spina per il supporto tecnico/morale. Speriamo che la cura abbia effetto.

Buona giornata :-)

[#11]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Segua la cura per un mese o due, poi tirerà le somme.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com