Utente
salve dr. io non c'è la faccio più..2008 m.morgan,marzo 2013 starr alla defecografia prima di operarmi di starr risultò tendenza all'invaginazione retto rettale distale,fisiologica protrusione e prolasso occulto mucoso.da subito dopo l effetto dell anestesia capii non mi era stato fatto nulla..solo fatto dei tagli in principio senza motivo..adesso correi capire..che cosa devo fare?ho prenotato 1 defecografia di controllo..ma mettono in lista d'attesa chissà quando mi chiameranno..io non posso più stare così..le feci sono morbide ma non escono se non a fatica e mai del tutto senza l introduzione del dito per spostare le pareti.ho un dolore è bruciore tremendo per i numerosi sforzi e anche la vescica e la prostata infiammatisimmi.arrivato a questo punto..che mi consigliate di fare?(tornare da chi mi ha operato già fatto ma dice solo giardandomi esternamente tutto apposto..assurdo boh)andare da 1 altro proctologo ma devo scegliere..o uno che adopera ill metodo thd o un altro che adopera il metodo starr...sono tutte visite a a pagamento e sopratutto..con 1 anoscopia si riesce a vedere un prolasso interno in profondita o meglio la tendenza all'invaginazione?oppure pago una visita inutilmente x poi sentirmi dire..ci vuole la defecografia?io di contro non c'è la faccio più vorrei esser sistemato..questo tappo al retto posizionato in alto verso il sigma mi sta uccidendo!!ho letto anche ci sono patologie come la disfunzione del pavimento pelvico e cioè che il muscolo dello sfintere interno è sempre contratto e quindi stringe e sta sempre chiuso e non si apre..ho preso anche un po di gocce di lexotan per rilassare la muscolatura..ma ci credo poco si rilassi il tutto e si apra bene lo sfintere.adesso vedrete che ho richiesto gia altri consulti e spero non sottovaluterete il mio caso dicendomi semplicemente "è un problema della mia mente"perchè non è così e da come leggerete non vi sto chiedendo 1 miracolo e so benissimo online senza visitare non potete fare nulla,infatti le mi richieste sono altre e cioè quelle sopra citate.cordiali saluti.

[#1]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
In linea generale sarebbe meglio andare prima dallo Specialista (chi l'ha operata, o se preferisce da un altro) e farsi prescrivere da lui gli accertamenti da eseguire. In questo caso però mi sembra abbastanza evidente che una defecografia sia necessaria, quindi forse è bene farla prima di recarsi dallo Specialista. E poi non è necessario spendere grandi cifre per farlo: basta prenotare una visita chirurgica ambulatioriale presso la ASL di competenza. Magari ci vorrà un po' di tempo, ma il servizio è assicurato.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#2] dopo  
Utente
la ringrazio per la cordiale risposta..non mi ha però detto se con un anoscopia (che fanno i proctologi che operano con thd)si riesce a vedere un invaginazione in alto?glielo chiedo perchè io voglio togliere questo ostacolo alla defecazione e non continuare ad andare avanti così stando solo male e senza poter far nulla per aiutarmi da solo.la defecografia l'ho gia prenotata ma mi hanno detto che mettono in lista d'attesa e potrebbe essere mi chiamino domani come a settembre o tra 6 mesi..(è più probabile settembre o mesi dopo)e ma io non posso aspettare tutto questo tempo in questo stato!1 ultima cosa dopo 4 mesi dall'ultimo intervento..posso rioperarmi?e magari rioperarmi con starr?(lo chiedo solo a titolo informativo questo)mentre la thd mi pare di aver capito si può fare anche dopo pochi mesi da 1 precedente intervento(specie il mio caso dove la parte dove accuso il disturbo non è stata operata)e tale metodica fa 1 pessia quindi corregge il prolasso mucoso e credo e spero anche l'invaginazione possa essere fissata e non scivolare più.spero possa rispondermi a tutte queste mie domande in modo che io sappia come muovermi.saluti. ah 1 ultimissima cosa..con lo strumento thd nel caso riesce a rimuovere la gaffetta rimasta nel retto?come si deve togliere questa gaffetta?saluti.

[#3]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Cerco di rispondere con ordine alle sue domande:
1. L'anoscopia non la fanno soltanto "i proctologi che operano con thd": è una procedura che può fare chiunque a completamento della visita proctologica. Non permette però di vedere molto in alto, il suo utilizzo è limitato a ciò che si può vedere nei primi centimetri del canale anale.
2. La defecografia va fatta: resti in lista d'attesa e speriamo che questa attesa sia il più breve possibile, non ci sono alternative (quanto meno tramite la ASL).
3. Rioperare in teoria è sempre possibile, con qualunque metodo si riveli utile allo scopo: resta da vedere se è indicato farlo nel suo caso.
4. Sul metodo THD mi pare che lei faccia un po' di confusione: forse mi sbaglio, ma è bene che prima legga qualche cosa sull'argomento, per esempio qui https://www.medicitalia.it/minforma/colonproctologia/1043-una-nuova-tecnica-nel-trattamento-della-patologia-emorroidaria-la-thd.html
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#4] dopo  
Utente
salve dottore,quando dice " resta da vedere se è indicato farlo nel suo caso" che intende?potrei non essere più operato perchè?perchè ne ho già subiti 2 negli anni?e in alternativa che si può fare?le terapie conservative tipo psyllo,bere di più,fare attivita fisica tutte fatte...ma niente..la riabilitazione potrebbe essere d'aiuto?(specie nel mio vaso che mi sento contratto il retto)e poi..si avevo letto sulla thd..ma in cosa faccio confusione?so è indicato per la patologioa emorroidaria..ma so anche fa appunto 1 pessia del prolasso.cordiali saluti.

[#5] dopo  
Utente
dottore ho letto anche questo articolo,,,https://www.medicitalia.it/minforma/colonproctologia/1138-sindrome-dell-ulcera-solitaria-del-retto-non-una-semplice-proctite.html potrei avere questo problema?i sintomi che leggo li ho..ma non ho il sanguinamento probabilmente perchè furono tagliati i govaccioli che mi prolassavano all esterno,,ma dentro e in alto c'è questa invaginazione.l'addome è rumoroso pieno d'aria ho lo stimolo a voler espellerla e a defecare (cioè sento il peso)e anche la vescica piena ma non riesco ad urinare se non mi seggo sul water e ho la vescica rilassata solo dopo che ho tolto le feci ferme nel retto(appena sopra non tocco col dito)aspettare una data per la defecografia che potrebbe essere anche tra 6 mesi non è 1 cosa fattibile..nell'attesa potrei far 1 colonscopia(come leggo anche in questo articolo dove dice che x la diagnosi si ci arriva con l'esame istologico tramite colonscopia e si può vedere anche se c'è 1 stenosi)segnalo inoltre che a novembre 2012 feci 1 rettoscopia ma il rettoscopio trovò difficoltà a passare proprio dove sento il disturbo io..i 2 endoscopisti che eseguivano l'esame li sentii parlare e dissero...ma com'è che non passa qui?dopo vari tentativi dove io provai dolore mi usci anche sangue riuscirono a passare il tubo e io mi sentii come stappare e quasi illusoriamente mi sentii liberare..ma durò pochissimo.al referto l endoscopista scrisse plesso emorroidario congesto e disepitalizzato..gli chiesi che significasse e se dovevo rioperarmi e lui mi disse no non deve fare nulla!poi andai a fare appunto la prima defeco e risultò la tendenza all'invaginazione,fisiologica protrusione e prolasso occulto mucoso,mi operai sperando di risolvere ma mi resi subito conto dopol'effetto dell'anestesia che non c'è nemmeno arrivato fin li su il proctologo.quindi che cos è?sempre tutto quello prima di operarmi?o è 1 ipertono sfinterico?qualche contrazione che stringe?ma non posso essere ricoverato per tutti gli accertamenti e tutti questi esami che io dovrei prenotare da esterno e mi chiameranno tra chissà quanto?capirà benissimo che appenamangio so già saràpeggio perchè poi il cibo scende arriva fin li e si blocca..e iniziano i miei problemi assurdi!la rabbia mi viene perchè sono giovane,fossi un 90enne direi..vabbè ormai manca poco..ma così come si può mai accettare?cordiali saluti.

[#6]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Mi pare che alle sue domande sia già stata data ampia risposta nei precedenti consulti.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#7] dopo  
Utente
salve dottore..le volevo solo postare questo consulto di un utente al quel proprio lei ha risposto..e diciamo che è quasi uguale alla mia situazione..!!!io il prolasso o meglio l'invaginazione la sento molto in alto e non qui in principio..l'utente in questione non ha piùfatto sapere se si è rioperato e x via laparoscopica.ora io sinceramente lo penso da molto tempo che forse va fatto dall'addome l'intervento..ma io ho tantissima paura di farmi tagliare la pancia e addormentarmi totalmente con l'anestesia!io vorrei poter farle vedere la defecografia fatta prima di operarmi di starr..e i fastidi che avevo prima sono sempre rimasti fin da subito e i tagli fatti qui in principio sono stati inutile anzi solo a danneggiarmi sono serviti.non so se riesco a mettere nello scanner le rx dove potrei mandargliele?1 indirizzo email?giusto per far si che lei mi possa dire a che altezza si trova la tendenza all invaginazione retto rettale distale che risultò..mi chiedo poi..maadesso nno esiste 1 nuova stapler che può asportare quantità maggiore e quindi + in profondita di prolasso?in sostanza..io non posso stare in queste condizioni..vorrei poter trovare una soluzione (mi chiedevo anche se il thd arriva abbastanza in profondità anche se so che non reseca ma plica solamente però magari appunto per capire se riesce ad andare abbastanza in alto,per intenderci all'inizio del retto tra retto e sigma)q.domani devo contattare 1 altro proctologo ma devo scegliere tra una che adopera starr e uno che adopera thd..e capirà dopo 2 interventi adesso ci vado con i piedi di piombo..ho paura che anche chi non può risolvere col thd mi dice di si pur di farmi l operazione dove lui ha il guadagno,proprio come è successo con chi mi ha fatto questo con starr (forse col vecchio stapler) qualora io dopo aver fatto i vari esami e dove mi verrà confermato non è intervenuto con lo stapler ma bensì in una zona dove non avevo nulla arrecandomi solo danni fisici e morali e non esiterò a denunciarlo!(specie perchè rideva del mio problema definendomi "fissato")quindi devo capire a chi rivolgermi se a chi adopera starr o chi adopera thd?cordialemente.

[#8]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
La ringrazio per la fiducia, ma visionare le immagini senza visitare il paziente è una pratica che si presta a frequenti errori di valutazione. La invito dunque a non inviarmi richieste via mail, ma piuttosto, nel suo interesse, a rivolgersi ad un Proctologo della sua zona.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#9] dopo  
Utente
ok dottore non le invierò nulla..torno oggi da 1 consulto con 1 chirurgo generale e mi ha detto di tornarci il 15 x parlare con 1 esperto del mio caso che al momento è in ferie.ma nel caso possso fare di nuovo 1 starr?la feci a marzo l ultima ma non mi fu operata la parte malata a quanto pare e da quanto io percepisco..e poi..con 1 thd lei mi ha scritto sto facendo confusione..no io ho letto e so come funziona e so che fa 1 pessia,quindi chiedo..con questa pessia si può sistemare 1 invaginazione?e poi la prego solo di togliermi 1 dubbio,allora:quanto misura una suturatrice thd e quanto 1 stapler sia vecchio modello che quella a maggior raggio..?voglio capire in cm se arrivano fin su dove io ho l'invaginazione x intenderci arrivano + di un dito in profondità?ecco ora mi viene in mente che con la rettoscopia arrivavano a "stapparmi" momentaneamente fin quando c'era il tubo..1 volta uscito subito tutto riprolassava io mi sento come 1 pezzo di stoffa tutto sropicciato dentro il retto in profondità.capirà il mio stato fisico che mi sento pieno d'aria spingo e mi sento 1 ostacolo e il mio stato mentale dopo che ho subito 2 interventi e tutti i post operatori che sono sempre diffcili..adesso pensare devo farne 1 altro..per questo voglio capire in cm quanto misurano le diverse suturatrici.non vorrei mi debbano tagliare l'addome e andarci da li..la prego di rispondere a tutte le domande in modo che io possa valutare a chi affidarmi se a 1 proctologo che usa thd o 1 che usa stapler,dottore io chiedo solo aiuto è da troppo che sto male,troppi sforzi x defecare mi sento strozzare il retto!!!è 1 sensazione bruttissima..non mangerei più perchè appena giunge il mangiare fin li è 1 dramma e pur essendo cibo liquido,ma sta patologia così giovane cioè 1 caso su 1000!!sarà forse che è genetica dato che i miei hanno entrambi prolasso emorroidario mia madre ha rettocele e cistocele e anche mio fratello e mia sorella hanno dei piccoli prolassi emorroidari..ma io troppo sfortunato e da quando sono bambino che faccio 1 brutta vita..e mi sono operato per stare bene per ben 2 volte!!ora non so nemmeno se si può rioperare con stapler e affrontare tutte le possibili conseguenze..io sono stanco,davvero,sfiderei chiunque a sopportare tutto questo..con amici e parenti devo fingere di star bene quei pochi che lo sanno mi deridono perchè è 1 parte imbarazzante..e di conseguenza devo inventare scuse agli amici x non uscire perchè non capirebbero..cioè ma ste cose la gente le può sapere?anche se le sa..non capisce perchè non le vivono su di loro e quindi se ne fregano e giudicano...non capisco..è quasi 1 sfida tra me,medici,,parenti/amici/conoscenti e a lungo andare la morte..perchè rischio 1 infarto intestinale!!non posso progettare 1 uscita,un viaggio,1 vita sessuale normale..si perchè ho un peso costante al pene e difficoltà di erezione per tutto sto ammasso di carne che sento dentro il retto..ed è collegata la cosa perchè quando svuoto tuttoil retto..o meglio quando riuscivo sempre a fatica 3 anni fa..stavo bene vescica e prostata rilassata nno avevo nemmeno problemi digestivi..ormai è solo 1 inferno,svegliarmi di notte che sto male,pancia gonfia,nausea..chiedo aiuto qui,son disposto pure a cambiare regione pur di sbrigarmi a fare questi maledettissimi esami che qui a palermo fanno morire prima che ti chiamino..mentre leggo che a roma x esempio fanno ogni giorno defecografie e manometrie..e soprattutto li esistono centri per il pavimento pelvico cioè branchie di medici riuniti che studiano i vari problemi urologici e proctologici quindi medici specializzati e preparati che trattano tutti i casi e non solo i più semplici con piccole emorroidi e piccoli prolassi mucosi..io leggo che lei è perfezionato in colonproctologia..chi meglio di lei può aiutarmi?perchè farmi stare ancora così aspettando 1 blocco intestinale d'urgenza?non capisco perchè non può farmi ricoverare e farmi tutti gli esami necessari e poi procedere con il tipo d'intervento adatto?lei tratta sia thd che stapler..quindi solo 1 medico come lei può aiutarmi ad uscire da sofferenze continue e da tutta la vita.io la prego almeno di pensare a questa mia richiesta disperata e provare a immaginare come sto fisicamente,emotivamente ed anche economicamente.cordiali saluti.

[#10]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Non si stia a preoccupare delle misure delle stapler e degli altri particolari tecnici: si affidi al Chirurgo e stia tranquillo.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#11] dopo  
Utente
dottore scusi come faccio a non preoccuparmi dopo 2 interventi?a marzo quello che mi ha operato cosa ha fatto allora?ecco perchè chiedo fin dove possono arrivare le suturatrici?pensa un invaginazione non in principio,si possa trattare x via anale?o devono tagliare la pancia?almeno questo potrebbe dirmelo?in modo che io capisca a quale altezza arrivano le suturatrici.ad ogni modo ho già capito soffrirò tutta la vita e questi prolassi tornano sempre..leggo milioni di persone operate e gli ritorna..alcune hanno avuto blocchi intestinali altri incontinenza..sinceramente x una persona giovane è 1 cosa tremenda..poi per 1 uomo..che dovrebbe lavorare ed avere 1 muscolatura più resistente è quasi 1 burla..e invece mi ritrovo così ad essere anche deriso eo a vivere in casa sempre al bagno.che vita assurda!!cordiali saluti.

[#12] dopo  
Utente
torno da altre 2 visite da 2 proctologi diversi..uno che usa stapler uno che usa thd..il primo solo raccontando la mia storia mi ha detto che la stapler ha saldato con tutte la graffe..e quindi l invaginazione più in alto è rimasta e rioperare sarebbe inutile se non peggio..il secondo mi ha visitato il retto in profondità col dito facendo forti pressioni..e si trovò 1 po di sangue nel guanto e mi disse sono pieno di graffe e probabilmente mi stringe appunto il momento dell evacuazione.anche se io gli dissi che stavo così gia a novembre quando mi fecero la rettoscopia e non poteva passare e infatti faticarono gli endoscopisti per far passare il tubo e io provai dolore e mi uscì sangue e al momento dell inserimento del tubo provai un leggero sollievo e uscì aria come se avessi bucato un pallone.adesso mi ha detto di fare 1 rettoscopia ora..sono preoccupato che diavolo ho?mi sveglio di notte che sto male con nausea e colmo d'aria e passo le pene dell inferno per evacuare fili di feci morbide sempre con numerose digitazioni in profondità,in questo stato non posso stare ho disturbi al pene non posso neanche fare figli in queste condizioni.i dottori mi chiedono..quanti anni hai?io rispondo 28..e mi dicono..mii così giovane già questo prolasso questa invaginazione..cioè sono 1 caso ogni 100 mila!!e mi devo sentir dire..è la tua testa dal dottore che mi ha operato e da molti altri che mi hanno visitato tra cui gastroenterologi..mi potrebbe dire se con la rettoscopia tutte ste graffe si possono togliere?oppure..come si devono togliere?almeno questo gentilmente me lo potrebbe spiegare?la ringrazio.cordiali saluti.