Utente
Buongiorno,

soffro di emorroidi da qualche anno,
ritenute finora non operabili,

all'ultima visita l'anno scorso mi hanno parlato di un rimedio tramite applicazione di elastici,

ne soffro in maniera intermittente,
a volte sanguino a ogni evacuazione per qualche settimana, anche per un paio di mesi, poi si tranquillizza la situazione,

da alcuni mesi le cose vanno meglio,
ma, sempre da alcuni mesi, a fine evacuazione, appena conclusa o durante l'igiene subito successiva,
ho questa strana sensazione come se mi si richiudesse l'ano,

e oggi passando il dito mentre mi lavavo ho percepito una puntina che sporgeva, e che si poteva spingere all'interno, indolore,

come mai questa sensazione di qualcosa che si richiude?
La puntina cos'era? L'inizio di un prolasso?


grazie mille

[#1]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Non è corretto dire che le sue emorroidi non sono operabili: meglio dire che sono di grado non elevato, e che quindi possono essere trattate anche con procedure chirurgiche non "tradizionali" ma appunto con delle legature elastiche, come le è stato proposto. Sinceramente non so dirle cosa sia questa puntina che lei ci ha descritto: senza visita comprenderà che è difficile... Posso dirle però che farebbe bene a rivolgersi ad un Proctologo: prima che la malattia passi ad uno stadio più grave forse è ancora in tempo per trattarla ambulatorialmente ed evitare l'intervento chirurgico.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#2] dopo  
Utente
intanto grazie per la risposta,

ha ragione,
ho scritto così per sintesi,
e per non aprire il vasi di Pandora sul 3° grado delle mie emorroidi deciso dall'OMS,

capisco la visita sia necessaria,
ma fra 2 giorni vado in Grecia per lavoro, per quanto assurdo possa suonare,

detto questo,
ha una qualche opinione in merito a questa sensazione che accompagna le mie sedute da mesi?
Questo "richiudersi" che avverto regolarmente?

grazie!

[#3]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Il fatto che dopo l'evacuazione lo sfintere si richiuda è un fenomeno da considerarsi normale. Probabilmente la sensazione che lei ha è un po' cambiata a seguito dell'ingombro via via crescente del pacchetto emorroidario che aumenta nel tempo.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#4] dopo  
Utente
perfetto,

e posso chiedere se ci possono essere questioni neurologiche/neuropatie che potrebbero generare una "sensibilità aumentata"?

grazie ancora

[#5]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Sì, in teoria tutto è possibile. Ma a seguito di una patologia emorroidaria sembra un'ipotesi piuttosto remota...
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#6] dopo  
Utente
bene,

grazie mille,

cordiali saluti

[#7]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Di nulla.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com