Utente 327XXX
Gentilissimi dottori,
vorrei esporre il mio piccolo problema per il quale sto cercando di mantenere la calma. Sono una ragazzi di 20 anni molto ansiosa, ipocondriaca da un paio di anni.
La mia ansia, lo stress, mi provocano un colon irritabile che ogni tanto si fa sentire, più che altro per l'alternanza tra stipsi e feci di una consistenza normale.
Come ogni mattina, ieri, sono andata in bagno e ho defecato in maniere un pochino difficoltosa perché le feci erano abbastanza dure, si presentavano a palline giunte tra loro però, non di tanto volume. Oltre a questo non ho notato assolutamente nulla, mi sono detta che magari devono aumentare l'apporto di frutta e verdura, che ultimamente ne sto mangiando poca, ne sento poca voglia.
Questa mattina invece, sono andata in bagno, ho avuto una defecazione molto difficoltosa in quanto la parte iniziale delle feci si presentava come il giorno prima, cioè a palline unite (tipiche della stipsi se non erro), ma questa volta di maggiore volume, quindi nel passaggio ho sentito come qualcosa che "gratta", che graffia, non so se riesco a spiegarmi. Pulendomi ho notato del sangue rosso vivo sulla carta igienica, non una fuoriuscita enorme, ma comunque si vedevano delle goccioline. Spaventata ho guardavo anche le feci, la parte iniziale si presentava in quel modo descritto sopra, di un colore marrone tipico delle feci, non scuro; mentre il resto delle feci era molto più morbido, sul marrone chiaro. Ho notato che soprattutto nella parte dura delle feci, vi era del sangue rosso vivo, assolutamente NON frammisto alle feci, ma sulla superficie delle stesse, come se una goccia di sangue ci fosse andava a cadere sopra.
Adesso a distanza di un'ora e mezza dalla defecazione, se mi pulisco ancora (nonostante io abbia fatto un bidet), vedo del leggero rosa sulla carta igienica, soprattutto se premo un pochino; un'altra cosa che ancora sento è una sensazione di bruciore/calore nella zona anale, che però sta diminuendo.
Quello che vorrei chiedervi, in quanto soggetto ansioso, mi devo preoccupare? Mi ricordo che un paio di anni fa ebbi una defecazione come questa e anche lì riscontrai delle piccole goccioline di sangue, riferito al medico che mi disse di stare assolutamente tranquilla, che quando si espellono feci dure e di grande volume, l'eccessiva dilatazione (oltre alle emorroidi) può causare dei piccoli taglietti al livello anale.
Vorrei evitare di fare l'ipocondriaca anche questa volta, magari per una cosa banale che a volte può capitare, come hanno tentato di dirmi i miei genitori e il mio ragazzo, perché se io continuo così non vivo più.. ed ho 20 anni!

Grazie mille per l'attenzione.

[#1]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
MARIANO COMENSE (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Sembrerebbe trattarsi di stipsi associata ad una patologia benigna anorettale. Si affidi senza preoccupazione ad uno specialista per una gestione corretta del problema.Prego
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#2]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
La risposta l'ha data lei ...

<< quando si espellono feci dure e di grande volume, l'eccessiva dilatazione (oltre alle emorroidi) può causare dei piccoli taglietti al livello anale.>>

ma la visita diretta, in questi frangenti, è pur sempre necessaria.

Prego
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#3] dopo  
Utente 327XXX

Grazie mille per la vostra attenzione dottori,
volevo chiedervi due cose se posso abusare della vostra gentilezza.
Per correggere la stipsi quali sono i rimedi più indicati? Perché vorrei evitare di prendere medicinali se non è necessario.
In ultimo, posso stare comunque tranquilla? Per patologie ano-rettali benigne si intendono emorroidi e ragadi vero? Provvederò il prima possibile a chiedere un consulto al mio medico e vedere cosa dice.
Vorrei però poterlo fare con tutta la tranquillità possibile, senza avere paura sia qualcosa di brutto..

Grazie ancora

[#4]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
[#5] dopo  
Utente 327XXX

Leggerò subito con molta attenzione il suo articolo dottore, per quanto riguarda il sangue posso comunque rivolgermi con tranquillità e non pensare a cose brutte vero?

[#6]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Nei limiti di un consulto a distanza, ritengo di si.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it