Attivo dal 2013 al 2014
Buongiorno,

sono alla settimana 28 della mia seconda gravidanza. Né durante la prima né in altri momenti della mia vita ho sofferto di emorroidi ma ora è da circa una settimana che ne avverto una, più che altro quando urino o defeco o se mi metto accovacciata: non mi fa male, non sanguina ma dà fastidio e vorrei eliminarla prima del parto se possibile!
Non ho problemi di stitichezza, ogni giorno mangio frutta e verdura e faccio attività fisica costantemente infatti mi stupisco che mi sia venuto proprio questo disturbo.
La mia ginecologa mi ha prexcritto Proctosedyl, è una settimana che la uso ma non ho avuto molti miglioramenti, lei mi ha detto di cambiare crema acquistandone un'altra a caso basta che sia sempre a base di cortisone.

Chiedo: quali sono i tempi di guarigione utilizzando solo unguenti? Mi consiglia anche lei di cambiare pomata , di continuare con questa o eventualmente di fare altro?

Grazie!

Ultima cosa, nei primi tre mesi ho sofferto di extrasisitoli ma poi sono passate, ho indagato e non avevo nulla, mi diedero solo Polase: ora ho spesso crampi alle gambe soprattutto di notte) e qualche extrasistole isolata quando mi sdraio prima di dormire: dice che è il caso di riutilizzare l'integratore?

Gli esami generici del sangue sono a posto.

Grazie mille!

[#1]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Gentile utente gli episodi di recrudescenza di sindrome emorroidaria durante la gravidanza sono più frequenti, quindi non c'è da meravigliarsi. Sulla pomata necessariamente al cortisone non sono in accordo, vi sono in commercio tanti altri prodotti egualmente efficaci e che non danni i disturbi di un prodotto al cortisone utilizzato per molto tempo. Se la sintomatologia persiste, si faccia visitare da un proctologo che potrà aggiustarle la terapia in accordo con il suo ginecologo. Riguardo al trattamento chirurgico postgravidanza è naturale che se indicato potrà sicuramente affrontarlo.
Cordiali saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#2] dopo  
Attivo dal 2013 al 2014
Grazie dottore,

lei mi può consigliare qualcosa in alternativa tra i rimedi di cui parlava? Se poi dovessi vedere che proprio non funziona allora prenderei in considerazione di farmi visitare....grazie!

[#3]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Gentile utente non possiamo consigliare farmaci, ma se il suo curante non è in grado di indicargliene, vada in farmacia e chieda qualcosa di specifico, ma sempre con il benestare del suo ginecologo.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#4] dopo  
Attivo dal 2013 al 2014
Buongiorno dottore, sono passate un po' di settimane, ora sono alla 33 di gravidanza e l'emorroide e' andata via, la mia ginecologa durante l'ultima visita non ha riscontrato nulla. Mi capita però quando mi accovaccio o defeco di sentire la mucosa anale scendere un pochino, rientra da sola quando mi alzo però la cosa mi preoccupa un po'...non riesco a capire se è un mini prolasso o sempre l'emorroide che esce dato che sento un piccolo rigonfiamento ma come al solito non ho ne' dolore ne' sanguinamento. Se infilo un dito nell'ano sento solo una piccola escrescenza grande come un brufoletto, davvero microscopica e magari l'avevo già chissà...secondo lei devo trattarla come emorroide o non fare nulla fino a dopo il parto? Ho solo paura che sia un inizio di prolasso e che in Tal caso con le spinte per far nascere il mio bimbo la situazione si possa notevolmente aggravare!
Attendo una sua graditissima risposta!
Saluti e grazie in anticipo

[#5]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Gentile utente, ora si concentri sulla sua gravidanza, quindi dopo che avrà partorito dovrà far rivalutare il suo problema proctologico allo specialista. Eviti solo la stipsi con la giusta alimentazione e giusta idratazione.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza