Utente 301XXX
Gentile dottore, vorrei esporle il mio problema.
Nelle precedenti tre settimane, causa virus intestinale, ho sofferto di diarrea, durante questo periodo avevo un emorroide esterna che però non mi ha dato problemi, a parte, nella settimana del ciclo mestruale, lieve sanguinamento poi del tutto scomparso insieme al ciclo. Ieri, di punto in bianco, ho cominciato ad avvertire dolore nella zona anale, controllando ho scoperto quest'emorroide, più grande di quanto era prima, che fa malissimo, fa male addirittura a camminare, ieri sera ho iniziato subito a mettere il Proctosoll crema, oggi, che è il secondo giorno, il dolore persiste, a camminare, a stare seduta, insomma, non c'è tregua. Ho provato anche a prendere una pastiglia di Defalgan che contiene paracetamolo, per alleviare il dolore, ma fa molto poco, mentre sembra che la crema proprio non faccia niente, so che i sintomi li ho da soli due giorni, e che ho iniziato a mettere la crema solo ieri sera, ma non so se ricorrere al pronto soccorso o aspettare semplicemente, i dolori regrediranno secondo lei? Ho anche provato a spingere con il dito delicatamente in modo da far rientrare le emorroidi ed in parte sono riuscita, ma la pallina di carne dolorsa non l'ho toccata, ho paura di peggiorare la situazione.Cosa posso fare?

[#1]  
Dr. Paolo Montalto

24% attività
0% attualità
8% socialità
PESCIA (PT)

Rank MI+ 32
Iscritto dal 2004
Carissima,

da quanto descrivi è possibile che il gozzo emorroidario si sia "trombizzato".
Si può provare con una terapia con flavonoidi (RIVASCOL 2 cp / die) e pomata rettale tipo OZONIA 1-2 applicazione / die.

Peraltro se il disturbo persiste - soprattutto il dolore - è bene farsi vedere da un proctologo.
Un saluto.
Fammi sapere

Dr. Paolo MONTALTO
Dr. Paolo Montalto
Spec. in Gastroenterologia/Endoscopia Dig
Ospedale Ss. Cosma e Damiano (Pescia, PT, Az. USL 3 Toscana)
Paolo.Montalto@libero.it

[#2] dopo  
Utente 301XXX

Grazie dottore, le farò sapere come procede.
Avrei un ultima domanda, ho letto su internet che in questi casi si può andar al pronto soccorso dove verrà praticata un incisione che da rapido soglievo al paziente ma brutti postumi, altrimenti ho letto che nel giro di tre giorni la fase acuta passa da sola, è vero ciò, cioè che la fase acuta, che immagino sia la mia situazione, passi da sola?
Un ultima domanda, nel caso sia necessaria la visita proctologica deve essere tempestiva oppure posso anche attendere senza gravi complicanze? (lasciando stare la durata del dolore, intendo complicanze gravi)
Grazie per la sua veloce risposta e le auguro un buon ferragosto

[#3]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
L'incisione di un trombo emorroidario può dare effettivamente grandi benefici, perché l'immediato svuotamento, oltre che a dare sollievo al paziente, velocizza parecchio i tempi di guarigione. L'incisione però è tanto più efficacie quanto più viene effettuata precocemente: dopo ore, o peggio dopo giorni, il trombo si "organizza", cioè si solidifica, e le possibilità di svuotamento diminuiscono parecchio.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#4] dopo  
Utente 301XXX

Grazie dottor Spina, però la trombosi emorroidiana regredisce da sola giusto? Non vado in contro a brutte complicanze se lascio passare tempo?

[#5]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Con il tempo il trombo dovrebbe riassorbirsi da solo. Ovviamente con la terapia dovrebbe fare un po' prima.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#6] dopo  
Utente 301XXX

Grazie mille!
Buon Ferragosto!

[#7]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Di nulla, buon Ferragosto anche a lei!
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com