Papilla anale ipertrofica e congestione anello emorroidario

Salve ho 29 anni e ho eseguito una colonscopia su consiglio dell'oncologo di mia madre per adenocarcinoma sigma retto. Premetto che l'unico fastidio che mi accompagna da molti anni è una prostatite batterica con sensazione di peso perineale e a volte come se avessi un corpo estraneo nell'ano che mi provoca dolore e bruciore.
L'esito della colonscopia è:
Nulla di rilevante all'esplorazione digitale del retto. Esame condotto fino agli ultimi 10 cm di ileo distale esplorati a ritroso attraverso valvola ileo cecale, in assenza di patologia organica endoviscerale visibile macroscopicamente.
In retroversione, in ampolla rettale si rileva modica congestione edematoso dell'anello emorroidario interno, in presenza di una papilla anale ipertrofica di colorito biancastro e a consistenza elastica.

Volevo sapere se è necessaria una visita specialistica proctologica visto che sono stato liquidato dall'endoscopista con "tutto apposto".

Grazie in anticipo
[#1]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 67,5k 2,1k 88
In effetti non si riscontra un patologia di rilievo, solo delle emorroidi congeste ed un polipo di tipo fibroso che non ha alcuna possibilità evolutiva.


Cordialmente

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie dott. Cosentino, sempre molto disponibile.
Dovrò comunque farmi prescrivere una terapia per emorroidi che mi danno fastidio.
Visto che a cicli di 10-15 giorni ho fatto il topster in passato per la prostatite è possibile che sia quello a darmi fastidio alle emorroidi e sia la causa di quella papilla?

Grazie e buon lavoro
[#3]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 67,5k 2,1k 88
Assolutamente no.



[#4]
dopo
Utente
Utente
Egregio dott. Cosentino ho ripetuto la calprotectina fecale a distanza di un anno perché risultò lievemente alterata (80 mg/Kg su max 70) e dopo aver eseguito la colonscopia negativa il nuovo valore è 470 mg/kg, test eseguito nello stesso ospedale. Il mio curante è convinto che una biopsia andava fatta anche se apparentemente tutto normale, visto il test positivo e i presupposti che mi hanno spinto a fare la colon.

Può essere correlato alla mia celiachia ormai in dieta da 29 anni? Attualmente antitrasglutaminasi 0,02 ed ema assenti.
Oppure è attribuibile alle emorroidi congeste in riferimento alla colon?

Sinceramente non so come muovermi.

Attendo Suoi consigli
Grazie
[#5]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 67,5k 2,1k 88
Mi tranquillizzerei e non terrei conto del valore della calprotectina.



Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test