Utente cancellato
Salve,
Spero che qualcuno possa aiutarmi con il mio problema che ormai va avanti da un me setto.
Tutto ė cominciato a fine giugno con un po di stitichezza che ha infiammato a detta del mio medico di base le emorroidi , dandomi una cura di pastiglie e poi un gel tutto venoplat e dopo qualche giorno sembrava tutto passato e ho smesso la cura.. Di colpo però la settimana dopo si ė riproposto più forte di prima tanto che la cura fatta in passato non dava più risposte ,
Su consiglio del mio medico ho fatto una visita specialistica da un proctologo che mi ha fatto la seguente diagnosi:
"Perineo in sede . Ano chiuso normotonico. Buona contrazione volontaria e buon rilasciamento in espulsione
Prolasso muco-emorroidario di 2 grado con segni di congestione.

Si prescrive:
Arvenum 500 2 cp 3 volte al giorno per 10 gg poi ridurre a 2 cp 2 volte al giorno per 20 giorni. In seguito 2 cp 2 volte al giorno a cicli di 10 gg al mese per i mesi estivi
Bio Transit 1 bustina al giorno per 10 gg poi proseguire con 1 bustina a giorni alterni per 20 gg in seguito 1 bustina 2/3 volte la settimana
Ekicryso Gel 2 applicazioni al giorno o al bisogno
Ermorsan detergente per igene intima e bagni tiepidi
Topster 1 supposta la sera per 10 gg al mese per tre mesi

CONCLUSIONI:
Congestione emorroidaria in patologia di 2 grado

Premetto che non ho mai sanguinato e questa visita è stata fatta il 14/07/15
Da allora ad oggi 04/08/15 ho corretto la dieta curato l'igene e tutto quello che poteva aiutarmi no alcol no fumo no cibi piccanti no bibite molta acqua e molte fibre frutta e verdura
Un po' la cura ha fatto effetto specie durante il periodo delle supposte ma smesse quelle i bruciori sono tornati, ho bruciore quasi costante nella zona anale e come un senso di pesantezza e compressione all'ano, è normale con la cura che sto facendo che le cose non vadano meglio? Per quanto dovrò andare avanti con la cura , se sto seduto mi brucia se sto in piedi idem se cammino dopo un po sento bruciare solo la sera sdraiato sento un po di sollievo.
Durante la defecazione non sento nulla tranne a volte le feci sono molto dure e faccio fatica ma con l"aiuto di Movicol riesco a rendere le feci più morbide però ho sempre la sensazione che ne rimangano un po all'interno e che sia quello a causarmi il bruciore e l'infiammazuone
Le emorroidi a volte escono durante la defecazione ma poi rientrano e sono di colore violaceo scuro come fossero trombizzate
Tra tutto ormai ė più di un mese che ho questo problema, potete dirmi quando è se devo aspettarmi che passi il bruciore o gli altri sintomi e che la cura ammesso sia giusta faccia completamente effetto?
Ricontrattando lo specialista mi ha detto di continuare e se voglio di usare ancora le supposte al cortisone 2/3 volte la settimana solo che sulle istruzioni c"è scritto di non esagerare con il cortisone
COSA DEVO FARE PER SALTARCU FUORI???
NE VA DI TUTTA LA MIA VITA SOCIALE E NON
Ho notato che dopo aver urinato il bruciore aumenta..
Spero in un aiuto

[#1]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Gentile utente faccia la terapia per altri 20 gg. Se dovesse ancora persistere la sintomatologia però si sottoponga ad una visita proctologica, per le ulteriori valutazioni del caso.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#2] dopo  
387766

dal 2016
grazie innanzitutto per la risposta i cosi breve tempo,
in effetti avevo gia fissato una visita proctologica per il 27 agosto,
ma le mie domande erana queste , ho notato che a volte faccio fatica ad andare in bagno... e che la prima parte delle feci è sempre molto dura a volte provo con un dito a togliere questi chicchi per poi sbloccarmi, non è che visto che mi han detto che ho un po di prolasso del retto, l'ampolla rettale non si svuoti mai del tutto e cio che resta li mi irrita le emorroidi? ho letto in giro della sindrome della defecazione ostruita causa prolasso rettale, non è che questo è il mio caso, quando le feci sono morbide non ho assolutamente problema ad evaquare, ma visto che poi ho sempre bruciore dopo, ho pensato che restasse qualcosa nell'ampolla rettale che contribuisce a infiammare,
altra domanda, ma è normale che sia l'attacco emorroidale senza sanguinamento anche se di 2 grado duri cosi tanto e la cura ancora di piu?
e come terapia è adeguata o servirebbe una piu aggressiva, perche ho sentito anche parlare di chirurgia , sia per le emorroidi che per il prolasso..
cordiali saluti
e grazie in anticipo

[#3]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
La sindrome da defecazione ostruita è una diagnosi che oltre ai sintomi ha bisogno di essere sostenuta da esami strumentali che il proctologo che la visiterà se riterrà opportuno le consiglierà. Più che la persistenza di feci in ampolla bisognerà capire se alla base dei suoi disturbi di persistenza sintomatologica, non ci sia una proctite(infiammazione del retto), ma anche quest'ultima va indagata almeno con una rettoscopia. In fine, è scontato che se la sintomatologia persiste e viene confermata una sindrome emorroidaria con prolasso non rispondente alla terapia medica, l'intervento chirurgico andrà preso in considerazione.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#4] dopo  
387766

dal 2016
grazie per la risposta,
ma lo specialista che mi ha fatto la diagnosi è il primario del reparto di chirurgia proctologica dell'ospedale dove sono andato,
e oltre all'esplorazione rettale mi ha visitato anche con uno strumento credo una telecamera il primo tratto del retto,
mi chiedo se sia il caso di consultare un gastroenterologo o addirittura un altro proctologo... visto che il bruciore non passa... e i vari unguenti lenitivi che ho provato anzi lo accentuano,,
chiedo ancora una cosa, che io abbia le emorroidi credo sia assodato anche perche credo siano la prima coa che si veda in una visita,
a parte le emorroidi cosa puo dare il buciore e l'infiammazione che ho ,
e la solo cura con arvenum che da quello che so non ha potere disinfiammante basta,
non bisognerebbe agire con un antiifiammatorio?
io non so se sia normale che una crisi emorroidale duri cosi tanto il bruciore,
per togliere l'infiammazione io avevo pensato ad un oki o qualcosa di simile
ma il chirurgo proctologo che mi ha visitato mi ha dato solo la cura che ho postato sopra e tolte le supposte è rimasto solo l'arvenum...
boh... io chiedo consiglio a lei, nel mio caso dopo tutto questo tempo devo farmi visitare di nuovo e da chi? un proctologo, un gastroeterologo,
anche perche il medico che mi ha prescritto la cura da me contattato per mail, mi ha risposto che la patologia emorroidale mi dara sempre qualche problema.. e che dovrei imparare a conviverci
ma il bruciore che ho credo non sia normale... anche perche non perdo sangue e non mi sembrano cosi gravi ..
mi dia un consiglio lei
grazie in anticipo...

[#5]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Gentile utente se chi l'ha visitata è un esperto proctologo c'è da fidarsi, se le sembra che con il tempo la sintomatologia non regredisce contatti pure un gastroenterologo. In ogni caso il risultato di una terapia non si può analizzare prima che siano passati almeno 10-15 gg
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#6] dopo  
387766

dal 2016
salve dottore,,,
la cura che sto facendo ora l'ho cominciata il 14 luglio, siamo al 5 agosto son passati 21 giorni... con piccolissimi miglioramenti, in mezzo c'è stata un'operazione al menisco.. ma credo che non influisca piu di tanto,
vorrei sapere se è posibile usare antiinfiammatori generici per cercare di sfiammare il mio problema,
e se fare movimento del tipo camminata a passo lento, nuoto molto leggero, o qualsiasi altra attivita tralasciando pesi, ciclismo
possono essere utili o dannose, cioe se mi fanno bene farle oppure no,
purtroppo visto anche il periodo molti medici sono in ferie e non rientreranno che dopo il 18 data in cui ho un appuntamento con un altro proctologo, devo anche sentire da un gastroeterologo?
perche come competenze entrambi trattano problemi rettali credo.
il proctologo che mi ha visitato è primario nell'ospedale di sassuolo, ed è molto conosciuto anche su internet...
altra cosa, quaesta mattina sono andato di corpo 3 volte nel giro della mattinata con feci finalmente tendenti al molle, sara anche perche ogni sera prendo una bustina di Movicolon un blando lassativo,
sicome ho la possibilita di andare in una piscina con acqua termale, mi fa bene? l'acqua calda o fredda?
saluti e grazie

[#7]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Gli antinfiammatori aspecifici non vanno bene, il movimento fa bene. Il gastroenterologo, può andare bene per migliorare ulteriormente i suoi disturbi.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#8] dopo  
387766

dal 2016
Grazie per le risposte molto rapide..
Vorrei sapere una cosa, quando sto in piscina mi sento meglio , ma poi appena esco e cammino un po ritorna il bruciore...
Anni fa ho sofferto di una prostatite..
E visto che a volte ora mi brucia la punta del pene l'infiammazione potrebbe essere dovuta ah qualcosa legato alla prostata? Le due cose emorroidi e prostata protrae vero essere collegate?
Inoltre il bruciore che ho intorno all'ano e il senso di gonfiore che in effetti c'è potrebbero essere sintomo di un'infiammazione dermatologica causata dalle pomate o da qualche batterio o malattia sessuale?
Perché durante la d fecazione il bruciore e dolore sono totalmente assenti...
Non vorrei che la cura non fosse mirata al vero problema anche perché ad oggi sono quasi 25 giorni che sono sotto cura...
Grazie di nuovo in anticipo

[#9]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Gentile utente sulla problematica prostatitica non mi esprimo, sul discorso dell'irritazione da pomate bisognerebbe ovviamente visitarla, sulle infezioni da malattie sessuali deve esserci comunque nella sua anamnesi una storia di rapporti a rischio per ipotizzare una patologia del genere.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#10] dopo  
387766

dal 2016
Ancora grazie per la risposta,
Riguardo la mia "storia " sessuale credo di essere tranquillo nel senso che ho una compagna fissa da anni, a meno che lei non abbia altri partner...
Ho ipotizzato anche una malattia di questo tipo perché ho letto su internet che possono dare questi sintomi
Purtroppo oggi sono stato male più del solito tanto che dopo essere ancato in bagno e dopo aver fatto un bidet di acqua tiepida e camomilla il bruciore e il gonfiore ė tornato quello di alcune settimane fa tanto che mettendomi davanti allo specchio si sono viste per circa un'ora delle escrescenze coloro carne e in alcune con macchie scure credo fossero emorroidi con un piccolo trombo o la mucosa rettale.. Ma non so distinguere la differenza tanto che stasera per alleviare il bruciore ho usato una supposta di topster che contiene un po di cortisone...
E che ė l'unica cosa che mi da sollievo e che il proctologo che mi ha visitato contattato per email mi ha detto che posso continuare ad usare 2/3 volte la settimana ma non tutti i giorni.
Questa ricaduta analizzando i miei ultimi giorni le uniche cose che ho fatto di diverso sono state una alcune sedute di fisioterapia per la mia recente operazione al menisco un po più intense sia in palestra che in acqua e e credo sia questa la causa principale ho fatto dei bagni nel percorso vascolare della piscina caldi e freddi e credo che l'acqua molto fredda abbia causato questo nuovo riacutizzarsi dei sintomi... Visto che leggo da ogni parte che l'acqua calda ė utile quella fredda a parte il sollievo immediato poi ė controindicata.
Visto che le mie emorroidi e il muco rettale prolassano ma rientrano dopo poco tempo.., e che le terapie non stanno dando gli esiti sperati almeno per ora(25 giorni di cura) e 45 di sintomi...
Si potrebbe prendere in considerazione la chirurgia per risolvere radicalmente il problema prima che peggiori anche perché svolgo un lavoro pesante a livello fisico e pratico molto sport sia palestra che ciclismo...
Ho letto tra i vari siti di chirurghi proctologo che sostanzialmente le tecniche più utilizzate e più sicure per risultati sia per le emorroidi che per il prolasso sono la Longo o starss e la THD
OVVIAMENTE si parla sempre di ipotesi e sarei molto contento di evitare un'operazione che per quanto risolutiva è come viene sponsorizzata semplice ė pur sempre un'operazione!!
Lei cosa mi consiglierebbe? Si possono operare emorroidi pro lassate anche solo di 2 grado???
Il 18 avrò una visita nel centro di proctologia di modena
http://www.proctologo.eu/centri/proctologo-modena/
Che a quanto leggo su internet ė molto conosciuto non so se lei lo conosce
Nel frattempo cosa posso fare di pratico per alleviare il bruciore almeno per stare seduto o in piedi ??
Grazie ancora e mi scuso per quanto mi dilungo

[#11]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Gentile utente segua le indicazioni del proctologo e se dovesse esserci una indicazione chirurgica solo lo specialista che la visita può stabilirlo.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#12] dopo  
387766

dal 2016
Salve dottore
Ho eseguito una visita urologica per i sintomi di bruciore alla minzione che avevo
Il primario di urologia si intende anche di patologia rettali e mi ha diagnosticato:
Lieve prolasso, prostatite e proctite con una ragade anale ad ore 6 no emorroidi prominenti
E mi ha prescritto oltre alla cura che già faccio datami dal proctologo
Permixon 320 2 volte al giorno per 30 gg
Antrolin crema 2 volte al giorno

La mia domanda ė questa come mai il proctologo mi ha trovato le emorroidi e non la ragade e viceversa, la cura che sto facendo le sembra adeguata, che interazione ci può essere tra prostatite e proctite una può causare l'altra, e quale delle due ė il fattore scatenante?

Altra cosa ho notato che quando vado di corpo, il primo tratto di feci ė di colore più scuro ( marrone scuro) e sembrano tanti pezzettini più duri compattati insieme per circa 3/4 cm della lunghezza complessiva delle feci poi le feci si schiariscono e diventano uniformi è più molli...
Perché succede questo ed ė normale o ė un sintomo di qualcosa?

Grazie ancora
Saluti

[#13]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Gentile utente, ogni specialista deve occuparsi delle problematiche per le quali ha studiato e che tratta più frequentemente, quindi l'urologo si occupi della prostata che sicuramente saprà trattare per il meglio, per la problematica anale invece si affidi al proctologo che l'ha vsitata.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#14] dopo  
387766

dal 2016
Grazie per la risposta
Comunque ho in programma una visita proctologica appena il mio medico rientra dalle ferire
In caso fosse diagnosticata realmente una ragade ad ore 6 la cura sarebbe quella giusta?
È una curiosità ma le ragadi sono interne o esterne o possono essere entrambe...
Le cure per una ragade interna con pomate tipo antrolin hanno successo? E si può seguire in parallelo la cura per emorroidi con avenoc e topster che da quello che leggo sulle istruzioni va bene per casi di prostatite e casi di proctite
Grazie della disponibilità

[#15]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
La cura può andare bene se la diagnosi è giusta. La terapia medica in ragadi non croniche può risolvere il problema e la terapia può essere espletata insieme a quella per altre patologie.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#16] dopo  
387766

dal 2016
Aggiornamento:
Tutta la storia è le ultime visite
Urologo: prostatite che causa proctite e ragade ad ore 6 con emorroide sentinella
Proctologo1 fissurazione e anale posteriore vasi emoroidali in eterni moderatamente congesti
Proctologo 2 ultimo nulla piccola fistole anale
Sintomi che permangono:
Pesantezza anale come un gonfiore come avere un pallina da ping-pong su cui ci si ė seduti
Dolore e bruciore parte posteriore ano non alla defecazione ma sempre anzi durante la defecazione ho quasi solievo come quando emetto gas e lo faccio spesso
Difficoltà erettile
Bruciore alla minzione che ė aumentata
Bruciore alla eiaculazione con difficoltà
Tutti i tipi di creme a parte antrolin mi bruciano tanto è sempre
Zona anale sempre molto calda al tatto
Quando mettole creme sento nella parte posteriore una pallina che esce quando defeco o sto molto sulA tazza ed è di colore violaceo poi quando m alzo rientra sara grande 2/3 mm
Emorroide trombizzate? Emorroide sentinella della ragade trombizzate?
Dolore a stare seduto e in piedi bruciore nel camminare
Se sto sdraiato a pancia in giù ho un po di solievo
No sangue
Alimentazione corretta e molta acqua
Piscina non riesco andarci dopo esserci stato mi brucia tutta la zona anale molto credo sia per il cloro può essere? Che si sia instaurata una sorta di ipersensibilita in quella zona anche perché qualsiasi prodotto io dia a parte un po antrolin mi bruciA

Aiutatemi non so più cosa pensare
Urologo Proctologi chi ha ragione
Emorroidi prolasso ragade prostatite proctite...

Spero possiate aiutarmi



Salve a tutti i chirurghi proctologico
Spero mi possiate aiutare o almeno dare un parere
In breve mi racconto la mia storia
Da circa 4 mesi ho fastidio anale e bruciori
Curati subito con venoplat gel e venoplat compresse leggero sollievo
Segue un mese dopo visita chirurgica generale che riscontra congestione emorroidale a 350 prescrizione arvenum
Segueme dopo 20 giorni per aumento sintomi visita proctologica da un primario
Che mi diagnostica ano chiuso normotonico prolasso emorroidale di 2 grado
Cura arvenum 2+2 al dì me 30 gg poi 1+1 per 15 e 2+ 2 al dì per 15 giorni da ripetere per tutti i mesi estivi
Topster 1 supposta la sera
Bagni tiepidi
Elycrisio gel 2 volte al giorno
Dopo circa un mese sintomo quasi identici ( era la settimana prima di ferragosto con tutti in ferie)
Mi sono rivolto ad un primario di urologia che collabora appunto in un ospedale insieme a Proctologi interdisciplinare
Diagnosi non emorrodi prominenti ano normotonico prostata parechimatosa molle è molto dolente al tatto lieve prolasso rettale
Ragade anale ad ore 6 con emorroide sentinella
Cura proseguire arvenum per ii mesi estivi
Permixon 320 1+1 per 3 mesi
Topster 1 al dì per 30
Antrolin crema 2 volte al dì per 30 giorni
Bagni tiepidi
Emorsan come detergente
A volte la prostatite può causare proctite
Visita proctologica

Al seguito visita proctologica nello stesso ospedale
Con diagnosi
Paziente in sims ispezione negativa normotono sfinteriale fissurazione anale posteriore in corso di completa riepitelizzazione con bruciore locale non sanguinante vasi emorroidari interni moderatamente congesti mucosa valutabile rosea feci molto morbide normocormiche in ampolla che limitano la prosecuzione della proctoscopiA assenza di dolore e perdite ematiche Durante le manovre esplorative
Terapia
Arvenum proseguire ci li in corso
Proseguire antrolin per altri 20 giorni poi passare a celevis gel al bisogno fino al controllo tra un mese
Consigli igienico dietetici

Con questa cura più quella per la prostatite stavo meglio ma una volta tolto antrolin. È passato a celevis ... Il fuoco dolori costanti dopo la sua applicazione tanto da chiamare il dottore e farmi prescrivere un'altra crema ozonia 15 ma anche questa bruciava da matti e non diminuiva

A seguito visita urgente sempre nello stesso ospedale da un collega
Che in 5 minuti mi visita e mi trova:
Po in sims nulla all'ispezione all'esplorazione gavoccioli scarsamente congesti
All'anoscopia gavoccioli non pro lassati piccola fissurazione anale anteriore

Terapia Vea Bua applicare localmente


Risultato brucia anche quella appena la metto e non dà sollievo
Inoltre fatti esami del sangue tutto in ordine psa a 1 trovata candida che sto curando con apposito antimicotico specifico

Al momento mer mentono questi sintomi:
Senso di pesantezza anale com se avessi una pallina sotto il sedere
Dolore alla minzione
Bruciore sulla punta del pene e all'eiaculazione
Difficoltà erettile
Dolore bruciore parte posteriore dell'ano e parte destra
Se sto a pancia in giù sto bene
Se mi alzo e sto seduto dolore e bruciore anale
Non so più a chi o cosa pensare
Quando vado in bagno ho notato un pallina nella parte posteriore dell!ano che poi quando mi alzo sparisce ed è di colore scuro..
Emorroide sentinella .. Emorroide trombizzate????
Mi direste la vostra. Sulla mia storia che va avanti da 4 mesi ed ė abbastanza invalidante
Grazie in anticipo

[#17]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Gentile utente, l'emorroide trombizzata può dare sintomatologia, ma il proctologo l'avrebbe diagnosticata se fosse stata presente anche prima, se lei non ha miglioramento ricontatti lo specialista e gli spieghi della persistenza della sintomatologia per essere rivisto o per potenziare la terapia. Ritengo che sulla sintomatologia incida molto anche una situazione contingente di stress che peggiori la percezione del dolore.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#18] dopo  
387766

dal 2016
Grazie per la. Risposta
Ma quello che non capisco sono alcune
Le ragadi fanno male durante la defecazione io sembra che provi quasi solievo
Dopo essere stato in bagno mi sono guardato l'ano e ho visto che c'era questa pallina scura dopo essermi alzato era rientrata...
Gli ultimi due Proctologi che mi hanno visitato tra l'altro colleghi a distanza di 20 gg uno dall'altro
Mi hanno trovato cose diverse il primo ragade posteriore ed emorroidi interne congestionate
L'altro ieri a cui mi sono rivolto in urgenza in ospedale sperando di trovare il precedente con il ssn
Non mi ha. Trovato nulla zero tranne una piccola fessurazione anteriore.. Io ho fatto presente che mi faceva male e bruciava posteriormente dalla parte destra e mi chiese se mi faceva male al passaggio delle feci.. Io ho risposto che non ho dolori particolari alla defecazione e non la vivo come un dramma anzi come una liberazione allorché mi disse che secondo lui poteva essere la prostata.. Cosa che gli avevo già detto facendogli anche vedere le carte rilasciate i dall'uso logo che mi diceva appunto che la prostatite può causare la proctite ( che devo ancora capire cosa sia in specifico) e la ragade posteriore punto che in effetti insieme al lato destro mi duole e mi brucia anche ora che scrivo è che alla vista ė anche arrossato.
Non capisco perché se non ho nulla ne emorroidi ma solo una piccola fissurazione anteriore
È la prostatite perché ho tutto sto male e bruciore
Inoltre chiedo questo perché qualsiasi pomata o unguento mi propongano a me brucia quasi io sia diventato ipersensibile a tutto... E in questo caso che rimedi si possono adottare
Il fatto che io stia meglio sdraiato a pancia sotto piuttosto che sdraiato normalmente o in piedi cosa significa?
Ho anche letto che fare del movimento fa bene. Io cammino e durante la camminata sembra che le cose vadano meglio poi no
E in piscina appena esco mi brucia moltissimo l'ano e la zona anale...
Come si spiega?
E che vorrei capire precisamente di cosa soffro e dedicarmi a quello invece ogni medico mi da una cosa da curare prostata emorroidi e ragade...
Dimenticavo dal l'esame del tampone rettale ė emerso che ho la candida che il mio medico di base mi sta facendo curare..
Riguardo al lato psicologico in effetti sono molto provato sebbene io mangi regolarmente ovviamente evito le cose che mi hanno detto di evitare in 4 mesi ho perso 6 kg da 84 a 78 e non sono mai stato grasso (185cm di altezza)
Mi sento sotto forte stress più che altro perché non ho una linea guida comune e non vedo risultati e dopo 4 mesi mi ritrovo al punto di partenza a livello di dolore e fastidio
E non sono uno che enfatizza il dolore anzi lo sopporto abbastanza bene avendo subito più traumi ed interventi ortopedici...
Il proctologo l'ho visto ieri.. Devo contattare un altro proctologo ?????
Ho già sentito l'orologio e mi ha detto che mi vuole rivedere la prof settimana
Se la cura che faccio non mi fa effetto o non so nemmeno se ė quella giusta come posso fare a stare tranquillo?
Credo ci voglia molta pazienza e tempo ma dei piccoli segnali dovrei vederli o no? Dopo 4 mesi di pellegrinaggio..

[#19]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Gentile utente, stiamo comunicando su due consulti, contemporaneamente e per lo stesso problema, quindi legga l'altra risposta e cortesemente posti gli aggiornamenti su un unico consulto.
Grazie
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#20] dopo  
387766

dal 2016
Salve le scrivo dal pronto soccorso
... Dopo una defecazione sono rispuntare fuori le emorroidi
Per poi rientrare dopo un po'
Viste dopo averle fotografate erano di colore scuro violaceo
E adesso ho da 4/5 ore un dolore atroce bruciore non so dove
Stare ed essendo venerdì sera l'unica scelta era il pronto soccorso
Non si più che pensare e cosa fare
Sono un po' disperato.....
Sembravano passate e che ci fosse solo una ragade o addirittura nulla
Alla visita di ieri..

[#21]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Segua la terapia per la complicanza emorroidaria e poi risolto il periodo di acuzie, valuterà con il proctologo se sarà necessario, per un risultato più duraturo, un trattamento chirurgico della malattia.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#22] dopo  
387766

dal 2016
Mi hanno fatto una puntura di voltaren e devo ripeterla ogni 12 ore fino a lunedì giorno della visita urgente richiesta in pronto soccorso...
La cura per le emorroidi l'avevo già roresa come programmato da 5 giorni
Arvenum 2+2 al giorno per 10 giorni nei mesi estivi..
Supposte topster 1 la sera per 15 giorni al mese
La cura con antrolin l'ho finita
Permixon 1+1 al dì per 3 mesi
Però non riesco ad usare nessuna pomata bruciano tutte e in modo continuativo ( preparazione h venoplat elycriso celevis ozonia 15 e perfino la vea Bua che mi avevano assicurato che non. Avrei sentito bruciore

Lunedì saprò cosa devo fare
Intanto mi fanno male anche i testicoli nella zona dell'epidimido.. Credo sia causa della prostatite
Al pronto soccorso il chirurgo ha detto che ė tutto infiammato e congestionato in quella zona..

Le chiedo il voltaren può avere effetti negativi sui miei problemi e interagire con le cure?
La perdita di peso che ho avuto inn4 mesi 6/7 kg persi.. Mi deve preoccupare o ė solo una conseguenza di una dieta più regolare e sana ?

Ci salterò fuori da questa situazione complicata???
Comincio ad aver paura e ad essere seriamente preoccupato sul proseguo..

Comunque grazie per l'interessamento
E le risposte celeri

Ps oltre all'arvenum esistono farmaci più diciamo aggressivi?
Buona notte sperando di riuscire a dormire...

[#23]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
IL voltaren è preferibile prenderlo con il gastroprotettore gastrico, La perdita di peso può essere una conseguenza o un merito della dieta, considerando il suo peso. La sua situazione gradualmente migliorerà, ma periodicamente potrebbe riavere periodi di acuzie. Farmaci di generazioni successive all'arvenum e quindi più performanti ve ne sono, ma deve essere sempre lo specialista che la visita a prescriverli.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#24] dopo  
387766

dal 2016
Grazie per la risposta
Al pronto soccorso mi hanno anche dato
Un gel analgesico
Luan gel però in farmacia hanno 1% e il 2,5%
Non sapendo ho scelto quello più blando come
Quantità di anestetico.. Ho fatto bene?
Siccome il prodotto contiene lidocaina e lo metto solo un paio di volte
Al giorno va bene o è sbagliato?
Al PS non mi hanno dato indicazioni ma solo di prenderlo insieme alla
Cura che già sto facendo e a voltaten punture
Fino a lunedì che ho la visita proctologica
Grazie in anticipo

[#25]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Va bene, e faccia riposo.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#26] dopo  
387766

dal 2016
Nulla i sintomi non migliorano dopodomani ho un consulto
Nello stesso ospedale
L'orologio mi ha trovato la prostatite è una ragade
La proctologia ha confermato la ragade è un prolasso di 2 grado
Un suo collega nulla
Dopodomani vedi il primario che tra l'altro mi visito a giugno per le emorroidi
Non so cosa aspettarmi
E vorrei fare una domanda forse banale
Che differenza c'è tra il dolore da emorroidi è quello da ragade?
Io attualmente ho bruciore interno che aumenta dopo la defecazione più dal lato destro
Sento pungere come fosse uno spillo nella parete postriore
Mentre mi lavo sento una pallina piccola piccola dura e dolorosa ad ore 9 è una più grande molle ad ore 6 che suppongo sia l'emorroide sentinella..
Il dolore si accentua dopo circa 15/20 minuti dopo la defecazione senza macchie di sangue
E mi dura anche tutto il giorno tanto che faccio fatica a stare seduto e non riesco a guidare per più di un'ora ė come se avessi uno spillo che mi punge la parte posteriore dell'ano
Inoltre le feci sono mobide e ben formate anche se poi alcuni giorni come oggi non sono formate e sembrano diarrea e dopo che sono passate mi brucia
Io mi sono messo a dieta e la sera mangio s more minestrone o passato di verdure che sia troppo ???
O che il mio alternare di feci formate e non celi un problema più serio dietro ai problemi anali? Anche perché quando vado a letto la sera sento l'addome borbottare molto..
Può essere un effetto collaterale delle cure che ho fatto e faccio.. Emetto anche molto gas
E le feci mi sembrano avere un odore molto acre e sembrano molto acide
Ho fatto esami del sangue urine e tutto risulta a posto..
In definitiva ė solo la ragade che mi tormenta?

[#27]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Gentile utente, la sua sintomatologia, può essere sostenuta anche da entrambi le patologie contemporaneamente, ma la valutazione dello specialista, con la persistenza della sintomatologia è necessaria.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#28] dopo  
387766

dal 2016
grazie per la risposta..
stamattina ho effettuato la visita dal primario proctoloco con ispezione anale tramite telecamera..
mi ha detto che lui non ha visto ragadi,
ma mi ha confermato la congestione emorroidale e il prolasso di 2 grado,,
e vito che in 3/4 mesi non ho avuto risultati,
anzi ho avuto crisi..
mi ha prospettato l'intervento per il prolasso che dovrebbe risolvere il problema alla radice,
per cui mi ha messo in lista di attesa per l'intervento.. che effetuero prima della fine dell'anno..
domanda l'intervento credo secondo tecnica longo.. è un interveto impegantivo???
e con esso risolvero il mio problema del tutto?
ci sono contrindicazioni?? o inconvenienti ?
io ho una paura matta visto la zona del corpo..
ma non ho altra scelta e non posso convivere con questo anche perche mi han detto che il prolasso puo solo peggiorare con l'andare del tempo.
potro tornare a svolgere tutte le attivita che facevo un tempo.. ciclismo moto.. palestra.. senza problemi?
grazie

[#29]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Gentile utente, non è un intervento particolarmente invasivo, se necessario migliorerà la sua sintomatologia e potrà ritornare a fare tutto quello che faceva prima.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#30] dopo  
387766

dal 2016
Cosa intende per " se necessario"?
È un intervento risolutivo????
La mia paura ė quella di avere poi altri problemi di emorroidi in futuro...
Ė definitivo??
Grazie

[#31]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Necessario, vuol dire che con le cure fatte, il problema non regredisce e quindi diventa indispensabile l'intervento. La recidiva può alle volte avvenire purtroppo.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#32] dopo  
387766

dal 2016
Leggendo qua e là credo di aver capito che esistono più tecniche per la riduzione del prolasso emorroidale
Longo
Starr
Thd
Help
Il chirurgo mi ha detto che di solito si decide in sala operatoria una volta valutato il prolasso a paziente rilassato e ad ano divaricato è così?
Credo comunque di aver capito che le emorroidi non verranno asportate ma solo riposizionare per evitare future congestioni in basso,
La mia domanda ė potrò mangiare come prima senza preoccuparmi o dovrò seguire una dieta per sempre? Tipo senza piccante vino ovvio che un po di riguardo giova alla salute generale e andrà fatto comunque
Quali complicazioni esistono per un simile intervento?
Incontinenza
Dolore persistente
Stenosi
Tenasmo
Ecc
Io ho subito altre operazioni spalla ginocchio ma questa mi terrorizza perché ho letto in giro di persone invalidate dopo l'intervento
Grazie e buona notte

[#33]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Gentile utente, lei è terrorizzato in quanto legge su Internet delle informazioni non filtrate da uno specialista e quindi le metabolizza per quelle che sono le sue conoscenze. Riguardo alle domande, potrà riprendere a mangiare quello che mangiava prima. La complicanza più importante della tecnica di Longo è l'emorragia che capita però raramente ed è comunque gestibile da chi si occupa di questa chirurgia.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#34] dopo  
387766

dal 2016
Grazie
La mia paura riguarda più che altro lazona...
Che ė molto sensibile e molto privata...
Più che la Longo credo mi verrà fatta la starr che ė la sua evoluzione..
Per i tempi di recupero.. Lavorativi e sociali sportivi?
Dovrò stare a riposo o fermo per qualche giorno / settimana?

[#35]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
I tempi di recupero sono orientativamente intorno alle 2 settimane, salvo complicazioni, poi potrà riprendere tutte le attività precedenti come e le auguro anche meglio di prima.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#36] dopo  
387766

dal 2016
Gentile dottore
Il primario che mi ha visto e dal quale sarò operato
Come terapia in attesa dell'intervento mi ha prescritto:
Emorsan Fleb 1 bustina 2 volte al giorno per 15 gg poi 1 al giorno per altri 20gg
emosann gel 2 applicazioni al di
Enterolactis 2 1 bustina al giorno

Io ho controllato su internet e emorsan Fleb sono semplici integratori alimentari

Quindi non un vero farmaco in alternativa all'arvenum
Mi chiedevo se hanno una loro efficacia oppure ė meglio un farmaco come l'arvenum o più evoluto??

Sempre nell'attesa dell'intervento che avverrà entro fine anno
Almeno che riesca a stare sufficientemente bene da riuscire a svolgere il mio lavoro

Grazie del suo tempo

[#37]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Segua pure le prescrizioni del collega, ed abbia fiducia nel suo operato.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#38] dopo  
387766

dal 2016
Salve
Dopo un periodo relativamente tranquillo con qualche fastidio e dolore e in attesa dell'intervento,
Ho deciso di riprovare la piscina con acqua tiepida/ calda
È come temevo dopo esserci stato mi ė ricomparso il forte bruciore all'interno e all'esterno dell'ano,
L'acqua della piscina ė di tipo termale, e credo ovviamente ci siano sostanze per disinfettarla come il cloro, ė possibile che la combinazione acqua calda e cloro mi causi una forte irritazione anche interna all'ano?
Come che la mia congestione emoroidale peggiori di colpo appena mi immergo?
Leggendo su internet molti medici consigliano la piscina per decongestionare e rilassare la zona e prospettano un miglioramento
Perché a me causa questa forte reazione e irrita mento???
Ė tutto dovuto al mio prolasso/ emorroidi?? / proctite?
Mi dareste una spiegazione?
Grazie in anticipo

[#39]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Potrebbe essere una sua intolleranza particolare, di solito non è controindicata, ma se le dà fastidio eviti ovviamente per i prossimi mesi.
Saluti.
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#40] dopo  
387766

dal 2016
Salve dottore
Vorrei porle una domanda..
Premesso quello che sia l'urologo ( Prostatite e proctite)
È il proctologo ( prolasso muco emorroidale di 2 grado e congestione emorroidaria)

Ho notato che dopo ogni rapporto sessuale e/o masturbazione il bruciore fastidio e dolore nella zona anale.. Peggiorano
Leggendo qua e là mi sono imbattuto nella sindrome del nervo pudendo..
E i sintomi mi sono sembrati molto simili...
Vorrei sapere se ci può essere la possibilità che sia interessato e che sia anche la causa del problema che ho io, tenendo presente che il prolasso e le emorroidi sono state conclamate.
Tra 10 gg ho una retto scoppia può aiutare a scartare questa ipotesi... E a far luce in maniera definitiva sulla mia questione?
Inoltre mi sono imbattuto su alcuni siti di medici Proctologi che sconsigliano la Starr come intervento per il prolasso muco- emorroidale asserendo che non risolve il problema anzi può dare molte complicazioni e peggiorare la situazione..
In questo periodo forse a causa del clima un po' più fresco e alla dieta e ovviamente alla cura i fastidi e i bruciori e i dolori sono leggermente diminuiti.. Ma appena esagero o con il mangiare o con qualche sforzo sul lavoro in particolare nei piegamenti mi ritorna tutto..
La notte invece una volta disteso sul fianco non sento nulla come mai?
Ė davvero un intervento risolutivo per il mio problema la prolassectomia??
Grazie e buona serata..

[#41]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Gentile utente una risposta efficace alle sue domande può essere data solo dopo una ulteriore visita alla luce della rettoscopia che potrà avvalorare la diagnosi della patologia emorroidaria, ma non darà alcuna indicazione sulla sindrome del pulendo. Eviti comunque di farsi condizionare troppo da ciò che legge su internet e si faccia seguire dagli specialisti.
Saluti.
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#42] dopo  
387766

dal 2016
Salve,
finalmente domani ci siamo...
mi operano per prolassectomia di 2/3 grado
decideranno sul momento se con tecnica longo, starss o thd
givedi scorso ho fatto la rettoscopia e mi hanno confermato il prolasso muco emorroidale di 2/3 grado con congestione emorroidale,
oggi sto facendo i preparativi per l'operazione di domani, con clisteri,
perche ogni volta che ne faccio uno, mi è capitato anche prima della rettoscopia poi mi brucia molto l'ano dopo aver scaricato... è normale che un clistere faccia questo?
mi hanno detto che mi verra fatta l'anestesia spinale, che ho gia provato, sotto sedazione... e di questo non sono preoccupato..
quello che mi preoccupa è il post intervento che non ho idea di come sara, se doloroso, fastidioso, con problematice ecc,
dalla scheda informativa e dal colloquio con il chirurgo mi ha spiegato le varie fasi e le possibile anche se remote complicazioni che cmq sono resenti in ogni intervento,
ma vista la zona... non sono tranquillo anzi sono molto agitato e impaurito,
ho fatto altee operazioni spalla ginocchia caviglia setto nasale, ma questa mi terrorizza
potete darmi qualche suggerimento qualche parola che mi tranquillizzi per il post operatorio, anche perche quelo che mi fa piu pensare è quando saro a casa e dovro andare in bagno per defecare... e non so cosa aspettarmi
anche perche disto 30 km dall'ospedale, e mi mette ansia..
grazie in anticipo per ogni vostro commento e supporto...
speriamo bene....

[#43]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Stia tranquillo e vedrà che tutto andrà per il meglio, si fidi del suo proctologo e segua i suoi consigli. Il post clistere e post intervento è molto soggettivo e dipenderà anche dalla tecnica utilizzata.
In bocca al lupo.
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#44] dopo  
387766

dal 2016
Fatto..
Mezz'ora di intervento
Il chirurgo ha detto che era meno grave del previsto...
E che ė andato tutto bene..
Gran male non ne ho sono un po di bruciore e di fastidio
Mi han già fatto alzare...
La ringrazio per la cortesia e per il suo sostegno
Vi terrò aggiornati sui prossimi giorni
Il punto interrogativo sara la prima defecazione..
Speriamo non sia dolorosa e che vada bene...
Grazie ancora...

[#45]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Andrà tutto bene, sia fiducioso e auguri.
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#46] dopo  
387766

dal 2016
Aggiornamenti
Notte abbastanza insonne
Non grande dolore ma un po si è fastidio come che fosse gonfio e come se avessi qualcosa dentro
Ogni ora in bagno per urinare e molta aria con frequenti "venti"
Durante i quali perdita di un Po di roba trasparente lievemente sporca di sangue..
Sotto flebo di antidolorifici vari dall'intervento

Un po di solievo a stare seduto sulla tazza ma non su una sedia normale

Le sensazioni che ho , dolori e fastidio come che si fossero infiammate le emorroidi con leggere fitte
Sono da ritenersi normali conseguenze dell'intervento? Diciamo perché hanno lavorato nella zona?

Ho un Po paura a muovermi a camminare per paura di sforzi che possano far aprire i punti che mi hanno dato... Ė una paura infondata??

Mi han detto che posso andare in bagno e camminare e muovermi liberamente... Io ho un po di timore non vorrei sforzare la zona addominale e quindi la zona anale...

Ho anche paura che una volta tolti i flebo arrivi il dolore vero.. E che una volta a casa non riesca a sopportarlo...
Dovrebbero dimettermi in mattinata...

Secondo la sua esperienza come dovrebbe essere il post operatorio a casa in termini di tempistica/ dolore/ fastidio è ripresa delle normali attività?
Grazie mille

[#47]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Tutto quello che manifesta è normale nell'immediato postoperatorio. Ora si riferisca al chirurgo che l'ha operata, non sarebbe corretto interagire per analizzare ciò che è stato appena fatto. Faccia pure le domande allo specialista e poi potremo analizzare il tutto, sicuro che avrà migliorato i suoi disturbi.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#48] dopo  
387766

dal 2016
È appena passato e mi hanno visitato dicendomi che i sintomi ßono normali visto l'intervento anche ho fatto e soprattutto il tempo che ė passato..
Mi han detto che anche dopo la legatura delle arterie che portano il sangue al tessuto emorroidale
Non ė che sia istantanea la guarigione ci vorrà un po di tempo che si sgonfino le vene emorragiche residue piano piano..
Ora aspetto la lettera di dimissioni con tutta la terapia da fare e le cautele da osservare..

Là ringrazio per la disponibilità..

[#49]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Di nulla e auguri
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#50] dopo  
387766

dal 2016
Sperando che la mia esperienza possa aiutare chi ha il mio stesso problema vi terrò aggiornati su come sta andando il post operazione
L'operazione ė stata un dearterializzazione e prolassopessia per patologia di 2/3 grado non sanguinante

Dopo l'intervento di ieri e le dimissioni oggi a casa va così cosi, presente spesso stimolo defecatorio che all'atto senza mai spingere si riduce al l'emissione di aria un po di muco sporco di sangue non rosso vivo, urino facilmente e urine trasparenti..
Dopo ultimo stimolo ho fatto due piccoli pezzi di feci grandi come la punta di un dito.. Di colore un po scuro forse per la presenza di sangue coagulato, dopo questa defecazione ė cominciato il dolore di tipo pulsante e di media intensità tamponato con takipirina 1000 e dopo 1 già diminuito..
Ma tutto previsto.. Consiglio di trovare una posizione comoda a letto e rilassarsi...
Permane anche un po di bruciore.. Indolenzimento gorgoglio allo stomaco ancora parzialmente vuoto per pranzo leggero...
Trovato solievo sdraiato a pancia in giù sul letto gambe aperte e respiri lunghi e profondi..
Prossimo aggiornamento dopo cena leggera..

[#51]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Gentile utente, a noi non serve l'aggiornamento quotidiano, né gli altri utenti possono leggere ciò che scrive, quindi non si preoccupi, se non ci sono complicanze stia tranquillo e pensi solo a guarire.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#52] dopo  
387766

dal 2016
Sono a letto e ora fa abbastanza male...
Si sopporta ma pensavo che fosse una cosa più leggera...
Anche per quello letto su internet c'è chi dice che non ha sofferto minimamente e c'è chi dice che ha sofferto come un cane...
Ė normale il dolore ? E per quanti giorni ci sarà e dovrò sopportare?
La tachipirina... Basta come antidolorifico?

[#53]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Si, stia tranquillo.
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#54] dopo  
387766

dal 2016
Ė normale oltre a sentire senso di pesantezza,
Sentire anche delle fitte ancora alale emorroidi?
O ci vorrà ancora tempo per farle sgonfiare... E sfiammare?

[#55]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Sta andando tutto bene, abbia pazienza e non si faccia prendere dall'ansia.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#56] dopo  
387766

dal 2016
Grazie per l'incoraggiamento
Stamattina c'è stata la prima vera defecazione.. Al passaggio delle feci abbastanza molli non ho sentito nulla il male, fastidio e bruciore sono cominciati subito dopo essermi alzato.. Premetto che non ho spinto in alcun modo..
Alla pulizia ho notato che il lato sinistro del bordo anale era un po più gonfio e si sentiva la pallina circa a ore 6/8 che sentivo anche prima dell'intervento..
Ė normale questo?

Sentire anche durante il giorno le classiche fitte ogni tanto che mi davano le emorroidi ė ancora normale?

Una curiosità questa tecnica con cui sono stato operato tratta solo le emorroidi interne o le arterie chiuse sono comuni ad entrambe le emorroidi?

Il dolore che ho mi si irradia anche sulla natica destra e in su fin verso il coccige,

Mi ē stato detto che posso muovermi tranquillamente e fare una vita normale ma con qualche riguardo per un po.. Io alterno momenti in cui sto sdraiato sui fianchi ( a pancia in su mi fa male) a brevi camminate ma non riesco a stare seduto più di 10 minuti...
Ė normale?
E in quanto a lavarmi posso farlo normalmente sia doccia che vasca da bagno?

Grazie per l'infinito pazienza e comprensione
Riguardo anche alla mia ansia!

[#57]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
È tutto nella norma. La legatura dovrebbe incidere su tutto.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#58] dopo  
387766

dal 2016
Perché dopo questa operazione oggi sento molto infiammate le emorroidi interne a cui sono state legate le arterie?
Dal dolore mi sembra di avere una crisi emorroidaria come avevo in estate..
Leggendo qua e là ho letto che sono necessari anche 30 / 40 giorni affinché la chiusura delle arterie porti allo sgonfiamento totale delle febe emorroidali e che nel frattempo possono dare fastidio e fare male perché c'è ancora presenza di sangue al loro interno...

Davvero oggi fanno molto male.. Mi devo preoccupare?????

Io pensavo che dopo la legatura e quindi questa operazione il dolore il,bruciore e il fastidio sparissero anche perché questa tecnica viene appunto descritta come indolore nel post operatorio
E nel mio caso non ė così...
E ciò mi mette molta ansia...
E paura .
Lo so sono solo 3 giorni che sono stato operato e so di essere un po ansioso ma non riesco ad essere tranquillo ..
Quando è in che tempi vedrò miglioramenti importanti?
Grazie per la sopportazione e per la comprensione

[#59]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Sta andando tutto bene, stia tranquillo.
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#60] dopo  
387766

dal 2016
lo spero ...
ma perche mi fanno male le emorroidi? faccio fatica a stare seduto.. e anche in piedi le sento molto...

grazie.

[#61]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Le ripeto che è normale e con il tempo migliorerà.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#62] dopo  
387766

dal 2016
Buonasera mi spiace disturbare ancora
Ma stasera proprio mi fa male... Sento proprio infiammato ad ore 6
Esattamente come alcuni mesi fa..
È questo dolore mi spaventa molto
Ho appena fatto questo intervento per eliminare il problema è questo dolore mi fa subito pensare a quei momenti passati...
Ė possibile che l'intervento fatto infiammi le emorroidi
La legatura delle arterie quanto tempo ci vuole perché faccia effetto e asciughi le emorroidi?
Premetto che non ho fatto sforzi alterno piccole passeggiate a periodi in cui sto sdraiato sul fianco
In ospedale mi hanno dato molti a dolorifici e antibiotici e anche a casa ho preso antibiotici fino ad oggi è antidolorifici al bisogno Max per 5 gg
Stasera non so se prenderne uno o no magari sono anche quelli i che infiammano

Mi ripeto anche io che ė tutto normale ma le mie certezze cominciano a vacillare visto che il dolore e i fastidi col passare dei giorni aumentano...

Ė tutto normale il mio decorso dottore??????

[#63]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Gentile utente deve capire che è troppo presto per poter ipotizzare complicanze. Se ne ha necessità prenda un antidolorifico con il gastroprotettore o a stomaco pieno ed in settimana si farà controllare in ambulatorio, ma con pazienza e non ansia, che comunque peggiora la percezione dei suoi disturbi.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#64] dopo  
387766

dal 2016
Buongiorno
Oggi sono 7 giorni dall'intervento
Di notte sto benino e non sento quasi nulla
Appena mi alzo però comincia a bruciare e a fare un po male
Sto aspettando di andare in bagno ma ieri ho notato con uno specchio che la parte sinistra dell'ano era un po gonfia fuori e di colore violastro... Com'è che ci fosse un trombo...
Io ipotizzo che faccia parte del gonfiore post operatorio che piano piano dovrà sgonfiarsi .. Ma fa male...
La mia sensazione ė giusta?
Ė del tutto normale?
Grazie e buona giornata

[#65]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Si sono situazioni che possono crearsi nel postoperatorio.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#66] dopo  
387766

dal 2016
Grazie
E non pregiudicano l'esito dell'intervento spero?!?!?
O è meglio che mi faccia sentire dal chirurgo
Il controllo c'è l'ho tra 10 giorni...
Se fa parte tutto del l'iter post operatorio vorrei evitare di disturbare il chirurgo e magari fare la figura di chi non si fida..
Secondo lei devo aspettare ancora un po... Per farmi sentire?
Grazie in anticipo

[#67]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Lei può chiamare il collega se vuole e lui deciderà se anticipare o meno la visita, credo che sappia di trovarsi di fronte un soggetto ansioso più che diffidente, non esageri però.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#68] dopo  
387766

dal 2016
Salve dottore
Domani chiamerò il medico che mi ha in cura
Perché anche stasera dopo essere andato in bagno con feci abbastanza molli
Ora sento molto bruciore da ore 5 ad ore 9 dove quando mi pulisco subito dopo essermi alzato sento un rigonfiamento è una pallina
E anche dopo i semicupi tiepidi sento la parte sinistra gonfia che sparisce quando mi alzo..

Quello che sento cosa protrebbe essere? Un trombo? Un ristagno di sangue che deve e dovrà riassorbirsi...????
Sto facendo la cura che mi hanno dato con ermorsan Fleb per aiutare il micro circolo.
Ma se mi sono state chiuse le arterie che portano sangue alle emorroidi perché si gonfia????

Ė questo che non capisco!!!!

Se mi sono operato appunto per togliere il problema del dolore e del bruciore alle emorroidi perché ce l'ho ancora???

Grazie mille

[#69]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Gentile utente lei arriva a conclusioni alle quali senza una visita non si può rispondere seriamente, continui la terapia e si faccia visitare dallo specialista, ma vedrà che la sintomatologia che riferisce con il tempo tenderà a migliorare.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#70] dopo  
387766

dal 2016
Buongiorno dottore
Ho contattato il medico che mi ha operato
Mi ha detto che il rigonfiamento sulla parte sinistra da ore 6 a ore 10 di colore violaceo / bluastro
Può essere un piccolo trombo emorroidario mi ha prescritto la pomata proctolyn 2 volte al giorno solo sulla zona senza entrare per non andare a toccare i punti..
Poi se nel giro di 3/4 gg non vedo miglioramenti di richiamarlo che mi guarda di persona..
Mi ha anche detto che può succedere e che fa d'arte delle possibili complicazioni..

L'importante spero io ė che sia solo un effetto transitorio e occasionale e che non debba intervenire chirurgicamente di nuovo per sistemare questo trombo..

Lei cosa ne pensa?

Grazie e buona giornata

[#71]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Penso che deve tranquillizzarsi e che non deve andare in ansia per ogni possibile complicanza. Stia tranquillo e faccia valutazioni definitive almeno a 1 o 2 mesi dall'intervento.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#72] dopo  
387766

dal 2016
un ultima cosa
ho messo sulla zona colpita la pomata che mi hanno detto
e brucia tantissimo..... e normale che lo faccia?
grazie

[#73]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Se le dà fastidio non è indispensabile che la utilizzi.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#74] dopo  
387766

dal 2016
Buongiorno dottore
Stamattina alla prima defecazione ho trovato un punto di sutura nelle feci
Dopo 10 giorni dall'intervento non ė presto?
Poi ho notato che le mie feci non sono compatte nel senso che assomigliano a tanti piccoli pezzi agglomerati insieme tendenti al duro... E dopo il passaggio causano bruciori è noto sempre appena finita la defecazione la parte posteriore gonfia e al tatto sento le solite due palline una a ore 6 una a ore 9
Contattato il medico e l'equipe mi hanno raddoppiato la dose di ermorsan Fleb e mi han dato appuntamento per domani per un controllo anche se mi han detto che ė prematuro valutare..

Sarà pure prematuro ma con la chiusura delle vene le vene dovrebbero sgonfiarsi e disinfiammarsi non il contrario.. No?

Grazie e buona giornata

[#75]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Sono piccole problematiche che ci stanno con quello che ha subito.
Tranquillo che non ci sono complicanze gravi ed irreversibili.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#76] dopo  
387766

dal 2016
Ma anche le emorroidi gonfie che sento sono normali?
Non ė che dovrò ricorrere ad altri interventi per sistemarle???
Lo so che non esistono complicanze irreversibile
Ma dipende sempre cosa bisogna fare per correggerle o curarle...
Se si dovesse ripetere l'intervento per queste piccole complicazioni
Non va bene perché avrei sofferto per nulla...
E con l'intervento non avrei risolto il mio problema principale..
Grazie

[#77]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Al momento non deve ripetere alcun intervento e le valutazioni definitive, come le ho già scritto, dovrà farle tra 2 mesi.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#78] dopo  
387766

dal 2016
Effettuata visita di controllo
per il chirurgo che mi ha operato e la sua equipe non c'è granche sia con visita con il dito sia con l'anoscopio..
risulta ancora congesto e infiammato ma non ci sono trombi apparenti,
io pero due ore prima della visita sono andato in bagno e sulla parte destra ho visto il rigonfiamento subito rientrato, o mostrato anche la foto, e mi ha detto che era un po di carne che ra uscita ma nessun problema,
per sicurezza mi ha prescritto prisma punture per 10 gg

il punto caduto è normale cosi...

insomma nonostante i miei fastidi e dolori sembra che sia tutto nella norma e che faccia parte dell'iter post operazione...
sara vero e speriamo che sia cosi .. prossimo controllo tra 10 gg

cosa strana, c'erano tutti quelli operati il mio stesso giorno... e tutti lamentavano problemini simili al mio bruciore, dolore, boh sara un caso....

[#79]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Proprio perché tutti lamentano i suoi stessi sintomi è plausibile quindi che si tratti di un decorso regolare.
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#80] dopo  
387766

dal 2016
Buonasera dottore
Le pongo alcuni questi
1 perché tutte le volte che mi lavo specie nella vasca ma anche in doccia poi mi brucia un po la zona anale e aumenta il senso di pesantezza?

2 perché nonostante la dieta con molte fibre e molta acqua anche oggi le feci erano a chicchi grossi e per evitare di spingere non ho defecato? Come posso regolarizzare l'intestino/ colon per fare feci molli e formate perché le mie sono un conglomerato di chicchi grossi

3 parlando con il mio medico mi ha anche detto che i disturbi rettali in assenza di patologie proctologiche possono essere dati anche dalla Prostatite che mi ė starà duagnosticata( ipertrofia prostatica benigna) so che non ē la sua specialità né questa la sezione più consona ma lei conosce la mia situazione premesso che io ho avuto come sa delle patologie proctologihe ma anche la Prostatite ci può essere anche la prostata che da bruciore pesantezza e fitte come punture dentro all'ano/ retto??? Girando su internet ho trovato molti riscontri tra prostata e infiammazione diciamo così anorettale io mi sto ancora curando la prostata .... Ma non sapevo che poteva dare sintomi simile a patologie proctologihe

4 il senso di pesantezza e costipazione che sento anche adesso ho notato si accentua se sto sul divano oppure seduto in auto e man mano che passa la giornata mentre se mi tengo in movimento camminando facendo streccing ecc mi sembra di sentirlo di meno , il senso di pesantezza non riesco bene a definirli se ė verso il cocige o verso i testicoli.. C'è differenza tra una zona e l'altra?

Le faccio queste domande per capire come funziona la zona visto che interagiscono più orfani tra cui la prostata..

Grazie in anticipo e buona serata..

[#81]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Il suo decorso le ho già spiegato che sta evolvendo in maniera regolare. Con le sue domande anche se in maniera diversa si ritorna su concetti già affrontati e sui quali non è bene ritornare.Cerchi di tenere sotto controllo la sua ansia e se non ci riesce si faccia aiutare, vedrà che potrà superare la sua problematica con il giusto equilibrio e la percezione dei suoi disturbi sarà sicuramente più accettabile.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#82] dopo  
387766

dal 2016
Grazie dottore,
pero sono 4 giorni che vado di corpo con feci a palline o caprine, bevo almeno 2 litri di acqua, mangio frutta e verdura, ma le feci non sono normalemte formate, e quanto defeco essendo dure e a pallini un po mi infiammato.. e mi fanno male..
che posso fare, prendo gia un integratore per aumentare l'apporto di fibre...
e sento che quando le feci si accumulano in fondo al retto mi danno fastidio... dentro,
io vado di corpo tutti i giorni alla stessa ora..
grazie

[#83]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Regolarizzi la sua dieta con fibre e beva almeno 2 litri di acqua al giorno.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#84] dopo  
387766

dal 2016
Salve dottore
Allora la mia situazione ė questa le feci sono sempre a chicchi come se fosse uva, nonostante beva molto e assuma molte fibre e fermenti lattici
Nelle feci non c'è più sangue ma solo un po di muco ma non riesco ad avere feci normali e morbide come se avessi l'intestino rallentato... Faccio sempre camminate ,
Inoltre ho sempre la sensazione di gonfiore è come se quando le feci arrivano e si fermano nell'ampolla io le senta quando mi muovo come avere della ghiaia dentro...

Inoltre è questo ė molto strano e doloroso, oggi sono andato in piscina e dopo ha cominciato a bruciarmi l'ano sia dentro che sul bordo come avveniva in estate.. Premetto che avevo avuto il permesso dal chirurgo per andare in bagno..

Perché questo bruciore?? Che mi capita anche quando faccio il bagno a casa? E curi molto la mia igene personale??

Perché l'acqua che sia di casa o piscina mi fa questo effetto?
In estate mi era stata trovata la candida nelle feci.. Ma nessuno gli ha dato importanza dicendomi che ė presente in natura nell'intestino.. Ma se il bruciore fosse appunto dovuto alla candida???
Mi dovrei rivolgere a un gastroeterologhi?
Il fastidio la sensazione di pesantezza di gonfiore paradossalmente si accentua se sto sdraiato o in piedi mentre seduto forse la sento meno l'unica posizione ė quella sul fianco e anche così a volte sento come muoversi qualcosa dentro come dei piccoli spasmi che a volte mi portano fitte

Lunedì ho il controllo a 20 giorni dall'intervento... E farò presente tutto
Ma non capisco il motivo del bruciore che le ho descritto... La piscina non dovrebbe farmi bene specie se calda non bollente?
Sento bruciore e piccole punture

Grazie per la pazienza è la disponibilità

[#85]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Vada pure a controllo per valutare una eventuale infiammazione da lei supposta, ma sta andando tutto bene.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#86] dopo  
387766

dal 2016
Ieri ho fatto il controllo...
e gia da ieri sera avevo molto bruciore e fastidio... credo dipenda dall'ispezione che mi hanno fatto, secondo il medico (non quello che mi ha operato, ma uno della sua equipe) va tutto bene, secondo lui sono ancora un po gonfio e infiammato ecco perche sento male bruciore e il senso di pesantezza, e anche le fitte, le feci sono caprine e mi ha dato da prendere Movicol 2 al di per 10 gg poi 1 al di per 10 gg per reidratare le feci e renderle piu normali,
mi ha anche detto che il prossimo controllo lo dovro fare tra 3 mesi..

io sono rimasto un po basito.. 3 mesi???? e nel frattempo??
a me non sembra di essere migliorato ho sempre i soliti sintomi...
come da corpo estraneo bruciore pizzicotti, ecc.
oggi in particolar modo..

sabato ero stato in piscina alle terme e la sera avevo bruciore forte, cosi ho chiesto al medico e mi ha detto di evitare terme, ma di fare una vita normale.. come faccio a fare una vita regolare se mi ha detto di andarci piano con attivita fisica, niente piscina, bici non se ne parla... posso solo camminare... perche stare seduto mi sento le solite fitte..
nelle feci trovo sempre del muco ... per lui è normale, e stamattina anche un po di sangue..
il problma è che anche andare in macchina dopo una mezzora diventa una sofferenza...

La cosa che non riesco a capire è perche la mia infiammazione è sempre cosi.. non passa, le pomate me le ha sconsiglaite perche gia mi davano fastidio prima adesso rischierei che la zona si ipersensibilizzi...
cosa che a mio avviso è gia avvenuta visto che anche durante il bagno o la doccia.. dopo mi brucia...
l'urologo sotto cui sono in cura per la prostata mi ha detto di aspettare ancora 20 giorni prima di riprendere il trattamento con topster supposte... e anche il proctologo è d'accordo...
solo che io mi chiedo se le supposte che contengono cortisone possano danneggiarmi invece di farmi bene... cio di rendere la zone ancora piu delicata..

Inoltre mi accennato alla proctite o anite, che appunto sarebbe l'infiammazione.. ma anche guardando sul web è una definizione molto vaga, come la sua cura..

lo so che sono passate solo 3 settimane... ma non ci dovrebbero essere seppur lievi miglioramenti? nei sintomi io mi sento tutto come prima coprese le emorroidi congestionate.. comìè possibile che io me le senta e il chirurgo all'ispezione mi dica va tutto bene??
siamo molto lontani dallo stare bene e dall'andare bene...
boh.. sono molto confuso...
anche perche mi avevano preventivato una convalescenza diciamo rapida e con una evoluzione dei sintomi quantificabile a breve termine... invece non sento differenza,
altra cosa.. finora ho contato 3 punti di sutura nelle feci non sono caduti troppo presto?
grazie ancora
saluti

[#87] dopo  
387766

dal 2016
vorrei aggiungere una domanda...
avere rapporti sessuali normali etero,
puo contribuire all'infiammazione,
perche a me sembra che dopo un rapporto o una semplice masturbazione (del pene)
la zona anale bruci e mi faccia male di piu...
puo essere?
grazie ancora

[#88]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Sta andando tutto bene, riprenda la sua vita di sempre, compresi i rapporti sessuali.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#89] dopo  
387766

dal 2016
Ma perché oggi brucia così tanto ??
Non riesco a stare seduto per più di mezz'ora
E quando cammino sento come grattare...
Quand'e che vedrò qualche risultato???
Non ne posso più..

[#90]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Stia tranquillo e cerchi soprattutto di controllare il suo stato psicologico, il collega che l'ha visitata già l'ha tranquillizzata sulla sua situazione, quindi non bisogna aggiungere altro. Se non ha più fiducia ed è sicuro che le cose non vanno bene si faccia visitare da uno specialista più esperto, in caso contrario si concentri sul suo stato ansioso e si faccia eventualmente anche aiutare, se da solo non riesce a tranquillizzarsi.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#91] dopo  
387766

dal 2016
Non ė lo stato psicologico...
Ma il bruciore che ho che mi da problemi...
Ho fiducia in chi mi cura ma le cose non migliorano...
Io non posso sapere o essere sicuro se le cose vanno bene o male
Mi limito a dire che soffro ancora e quando mi muovo sento pungere o pizzicare..
Un banale controllo può causarmi tutto questo,?
Per stare bene anche psicologicamente basterebbe sentire miglioramenti.. Oppure un po di solievo..
Invece sia che sto fermo sia che lavoro sia in piscina ho gli stessi problemi..
Son 21 giorni... Un qualche risultato dovrei averlo no?
Secondo lei?

[#92]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Le ripeto, se ha dei dubbi si faccia visitare da uno specialista più esperto, ma se non dovessero esserci dei problemi anali importanti, curi l'aspetto psichico e vedrà che potrà migliorare realmente.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#93] dopo  
387766

dal 2016
Salve dottore...
ormai è passato un mese,
io non vedo miglioramenti sostanziali, ho sempre il senso di pesantezza all'ano piu verso ore 6, in piu sento come tutto ingrossato il bordo anale, sempre molto caldo, e quando cammino sento come delle punture di spillo...
ad un mese dall'intervento non si dovrebbero avere dei segnali di miglioramento?
vado regolarmente in bagno senza dolore, e dopo 10 gg di movicolon le feci sono buone.. mangio bene
ma non vedo la luce...
secondo lei va tutto bene?
ha qualche consiglio da darmi?
saluti,
buone feste

[#94]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Il consiglio è sempre lo stesso, controllo dallo specialista e se nulla di patologico, Curi lo stato ansioso.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#95] dopo  
387766

dal 2016
Salve Dottore
Riprendo a scrivere
Aggiorno la mia situazione
Ormai sono quasi 3 mesi dall'operazione e ho ancora gli stessi sintomi che avevo prima nel frattempo mi hanno dato una cura per la mucosa con vea olio e una pomata ad uso esterno lenitiva .
Però mi han sempre detto che andava tutto bene..
Stanco di avere sempre bruciore senso di pesantezza specialmente seduto dove dopo mezz'ora devo alzarmi perché non c'è la faccio più a resistere., e quando mi piego ho come la sensazione che ci siano delle spilli che pungono, inoltre quando vado in bagno mi esce sempre la parete sinistra dell'anno con relative piccole emorroidi per poi rientrare da sole.. E dopo aver defecato il bruciore si intensifica molto... E da quando sono stato operato le feci sono sempre caprine è sempre disidratate e dure nonostante beva almeno 2 litri di acqua al giorno e mangi molte fibre..
Così d'accordo con il mio medico di base per vederci meglio, mi sono sottoposto ad una defecografia che ha dato i seguenti risultati di cui sono rimasto un po' allibito...

DEFECOGRAFIA CON FASE ILEALE
l'introduzione di circa 300 di mdc nel retto per ottenere un buon stimolo evacuativo, previa opacizzazione delle Ande masenteriali per os, mostra ampolla rettale regolare per diametro e morfologia con buona contrattilità della fionda puro rettale.
Minima perdita non volontaria del mdc sotto sforzo.
In fase di ponzamento ed evacuativa si apprezza un buon vuotamente ampollare con, in fase evacuativa terminale , la presenza di un circoscritto prolasso mucoso retto anale esterno e in sede intrarettale un prolasso parietale circonferenzale come da invaginazione retto rettale.
Non segni di entrocele.
La porzione posteriore del piano perianale risulta in posizione modestamente più bassa che di norma in fase di riposo, abbassandosi ulteriormente di circa 4 cm in fase di massimo ponzamento.

CONCLUSIONI
Minima incontinenza sotto sforzo, prolasso mucoso retto anale esterno, invaginazione retto rettale, abbassamento modestamente superiore alla norma della porzione posteriore del piano perianale.



In pratica mi diagnosticano il prolasso che vedo anche io quando evacuo no?

Inoltre s more di mia spontanea volontà ho fatto una retto scoppia dove mi trovano le cicatrici del passato intervento e piccole emorroidi moderatamente congeste nel lato sx con tessuto muco emorroidaria che esce al ponzamento


Ora visto tutta la mia storia credo che sia strano che mi ritrovi con il prolasso che secondo me ė la causa di tutti i miei fastidi no?


Lei cosa ne pensa del referto della defecografia che ho fatto?
C'è la concreta possibilità di un nuovo intervento?
Ho il controllo tra 10 giorni dal chirurgo che mi ha operato...

Inoltre sempre per scrupolo avevo fatto una visita da un'altro specialista della mia zona che in seguito ad esplorazione rettale con telecamera sotto ponzamento mi aveva trovato anche lui si n prolasso rettale di 2 grado del pilone anteriore e un prolasso muco emorroidaria sul lato sx


La defecografia conferma tale diagnosi?
È ora che soluzioni posso avere? Se ce ne sono...
Grazie in anticipo

[#96]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Gentile utente lei ha una problematica proctologica, peggiorata in maniera importante dal suo stato ansioso che le implementa la percezione dei suoi sintomi. Le consiglio di far valutare la sua situazione da un proctologo inserito in un contesto di centro di riferimento, dalle sue parti ne esistono, con uno psicologo consulente, in maniera che il suo problema possa essere affrontato in maniera multidisciplinare. Con questa risposta non ho più nulla da aggiungere per aiutarla e considero concluso il consulto sul quale ormai già abbiamo ampiamente disquisito.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#97] dopo  
387766

dal 2016
Rispetto la sua opinione,
ma posso anche capire la mia ansia, ma di fornte ad un esito di un esame in cui si evidenzia una patologia, o come la definisce la problematica, la psicologia forse va lasciata stare, in quanto c'è un problema effettivo e non inventato dalla mia mente, per quanto riguarda i miei sintomi credo che anchessi sia reali, e non immaginari come fa trapelare lei dalla sua risposta,
se le avessi posto domande senza una prova tangibile, mi sarei aspettato una risposta del genere,
di fornte ad esami e a prove scentifiche e oggettive mi aspettavo una risposta diversa,
cmq se quest è la sua opinione non la condivido ma rispetto il suo " lavarsene le mani"
cordiali saluti

[#98] dopo  
387766

dal 2016
Salve Dottore
Riprendo a scrivere
Aggiorno la mia situazione
Ormai sono quasi 3 mesi dall'operazione e ho ancora gli stessi sintomi che avevo prima nel frattempo mi hanno dato una cura per la mucosa con vea olio e una pomata ad uso esterno lenitiva .
Però mi han sempre detto che andava tutto bene..
Stanco di avere sempre bruciore senso di pesantezza specialmente seduto dove dopo mezz'ora devo alzarmi perché non c'è la faccio più a resistere., e quando mi piego ho come la sensazione che ci siano delle spilli che pungono, inoltre quando vado in bagno mi esce sempre la parete sinistra dell'anno con relative piccole emorroidi per poi rientrare da sole.. E dopo aver defecato il bruciore si intensifica molto... E da quando sono stato operato le feci sono sempre caprine è sempre disidratate e dure nonostante beva almeno 2 litri di acqua al giorno e mangi molte fibre..
Così d'accordo con il mio medico di base per vederci meglio, mi sono sottoposto ad una defecografia che ha dato i seguenti risultati di cui sono rimasto un po' allibito...

DEFECOGRAFIA CON FASE ILEALE
l'introduzione di circa 300 di mdc nel retto per ottenere un buon stimolo evacuativo, previa opacizzazione delle Ande masenteriali per os, mostra ampolla rettale regolare per diametro e morfologia con buona contrattilità della fionda puro rettale.
Minima perdita non volontaria del mdc sotto sforzo.
In fase di ponzamento ed evacuativa si apprezza un buon vuotamente ampollare con, in fase evacuativa terminale , la presenza di un circoscritto prolasso mucoso retto anale esterno e in sede intrarettale un prolasso parietale circonferenzale come da invaginazione retto rettale.
Non segni di entrocele.
La porzione posteriore del piano perianale risulta in posizione modestamente più bassa che di norma in fase di riposo, abbassandosi ulteriormente di circa 4 cm in fase di massimo ponzamento.

CONCLUSIONI
Minima incontinenza sotto sforzo, prolasso mucoso retto anale esterno, invaginazione retto rettale, abbassamento modestamente superiore alla norma della porzione posteriore del piano perianale.



In pratica mi diagnosticano il prolasso che vedo anche io quando evacuo no?

Inoltre s more di mia spontanea volontà ho fatto una retto scoppia dove mi trovano le cicatrici del passato intervento e piccole emorroidi moderatamente congeste nel lato sx con tessuto muco emorroidaria che esce al ponzamento


Ora visto tutta la mia storia credo che sia strano che mi ritrovi con il prolasso che secondo me ė la causa di tutti i miei fastidi no?


Lei cosa ne pensa del referto della defecografia che ho fatto?
C'è la concreta possibilità di un nuovo intervento?
Ho il controllo tra 10 giorni dal chirurgo che mi ha operato...

Inoltre sempre per scrupolo avevo fatto una visita da un'altro specialista della mia zona che in seguito ad esplorazione rettale con telecamera sotto ponzamento mi aveva trovato anche lui si n prolasso rettale di 2 grado del pilone anteriore e un prolasso muco emorroidaria sul lato sx


La defecografia conferma tale diagnosi?
È ora che soluzioni posso avere? Se ce ne sono...
Grazie in anticipo

[#99] dopo  
387766

dal 2016
Nessuna risposta?

[#100] dopo  
387766

dal 2016
Aggiornamento...
dopo visita di controllo con il chirurgo primario che mi ha operato ,
e dopo aver mostrato gli esiti della defecografia
prolasso emorroidario di 2 grado recidivo,
dolore e bruciore,
si prescrive emorroidectomia secondo milligan-morgan


alla fine non era un problema "mentale o di stress" come alcuni avevano ipotizzato, ma bensi un problema reale, dal fatto che
la correzione del prolasso tramite mucopessia, e tecnica thd non aveva funzionato ed era tornato tutto come prima,
cioe i punti di sutura dati erano caduti troppo presto per assicurare una tenuta ottimale,

per cui si procedera a rimuovere il prolasso mucoemorroidario con emorroidectomia

Credo che a volte i medici debbano dare piu ascolto ai pazienti e alle loro sensazioni e mettere da parte un po l'orgoglio e considerare che c'è la possibilita di sbagliare e che l'intervento non abbia avuto gli esiti sperati ed ammetterlo.

senza trarre subito conlusioni sulla paranoia, sul lato emotivo del paziente, e soprattutto come detto da alcuni in questo consulto, addiritttura farsi vedere da un consulente psicologico perche i sintomi possono essere dovuti ad ansia e paranoia.
Ci sta che un paziente abbia paura, ansia ecc, ma credo che se sente male, e si lamenta forse sia bene indagare con esami, o starlo ad ascoltare.

speriamo che questo 2 intervento risolva il problema...
a data da destinarsi.