Utente
Dal 2002 soffro di emorroidi, e la situazione è andata ad aggravarsi fino ai primi del 2014 quando, il medico specialistica consultato attraverso la pubblica prestazione,
è arrivato a queste conclusioni diagnostiche:
"riscontrato prolasso mucoso emorroidiario laterale destra, in genu pettorale, che compare sotto ponzamento. Indicato intervento di prolassectomia con Ligasure"
A quel punto mi sono messo in lista di attesa per l'operazione. Sfortunatamente l'ospedale della mia città non esegue più questo tipo di operazione e sono stato
dirottato a liste di un ospedale qua vicino: morale della favola non sono stato più chiamato.
Nel frattempo negli ultimi giorni ho avuto nuovamente male, più del solito ed in zone molto più interne dell'ano tra l'altro, e sono andato nuovamente a fare una
visita proctologica in un ospedale privato ma convenzionato in zona. Dopo una dolorosissima visita, le conclusioni diagnostiche sono:
"Emorroidi di III grado. E' indicato intervento di emorroidectomia"
E sono stato messo in lista d'attesa in questo ospedale dove pare che i tempi di attesa sono molto meno lunghi.
Ora se non ho capito male però l'intervento che mi è stato proposto è differente, più invasivo e doloroso.
Volevo capire se è vero che gli interventi sono differenti (prolassectomia con Ligasure e emorroidectomia) e se a parer vostro è necessario un terzo parere tenuto
conto che mi è stato indicato il nome di un medico qua in zona che effettua anche interventi con metodo STARR.

[#1]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Sia il primo che il secondo intervento prevedono l'asportazione del tessuto emorroidario (emorroidectomia), il primo con l'utilizzo di un bisturi a radiofrequenza(ligasure).
Entrambi creano delle ferite anocutanee che richiedono dalle 4/6 settimane per cicatrizzare.
La STARR è una tecnica che a differenza delle precedenti non prevede l'asportazione delle emorroidi, ma le riposiziona, senza creare ferite a livello anocutaneo, nella loro sede naturale.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#2] dopo  
Utente
Grazie della risposta.
Avevo capito che la prolasectomia e la emorroidectomia fossero due tipi di intervento differenti.
Per quanto riguarda la tecnica STARR, ho letto che è una tecnica relativamente nuova, vi chiedo, percorrereste anche questa strada?

[#3]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Dipende dall'entità del suo prolasso emorroidario, se questo corrisponde, realmente, al III grado potrebbe essere corretto, senza dover ricorrere necessariamente ad una amputazione(emorroidectomia), con una STARR, quindi la STARR potrebbe rappresentare una giusta indicazione.
Ci tenga informati.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#4] dopo  
Utente
Ho contattato uno specialista che effettua la STARR e la THD.
E' stato onesto nel dirmi che la STARR è un operazione di "nicchia" che non tutti fanno ma che lui consiglia perché preserva le emorroidi salvaguardando la loro funzione di continenza. Mi ha anche spiegato che nei primi periodi (anche un anno) questa tecnica e quella THD potrebbe portare ad una necessità di dover andare al bagno più frequentemente in quanto lavorando sulla "parte alta dell'ano" in qualche modo aumenta la sensazione di pressione.
Mi ha visitato e per quello che ha visto dice che per il mio stadio però la THD non sarebbe efficace e consiglia la STARR. Dico per quello che ha visto perché sono ancora molto infiammato.
Non ho ancora deciso ma sicuramente mi ha fatto una buona impressione anche se su internet sento pareri contrari.
Volevo invece chiedere se è normale che l'infiammazione duri ormai da un mese, un mese in cui ho preso prima il Topster poi il Pentacol per 10 giorni e poi nuovamente il Topster da una settimana.


[#5]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
La decisione è condivisibile, del resto le avevo già preannunciato la necessità di una STARR in relazione al suo prolasso.

Per l'infiammazione: non è normale, ma compatibile con l'entità del suo prolasso
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com