Utente 425XXX
buongiorno ,
sono disperato … da agosto sto passando l'inferno , tutto e' inziato in vacanza quando mi sono recato nelle terme e sono rimasto circa 6 ore , all'uscita mi sono accorto che in prossimità' dell'ano c'era una pallina nera e mi dava fastidio , sono andato dal mio medico che mi ha diagnosticato emorroidi e con rispettiva crema sono andato andati circa 20 giorni poi una mattina mi sono alzato e non riuscivo più a camminare dal dolore , mi sono recato in pronto soccorso il quale mi hanno diagnosticato emorroidi strozzate , da li antibiotici ….. dopo 10 giorno sono andato da uno specialista il quanle mi ha riscontato non più emorroidi ma bensì RAGADI anale da li mi hanno prescritto DILATON per 10 giorni poi dopo 20 giorno controllo …. dopo 25 giorno vado a fare il controllo e mi dice che non sono RAGADI ma fistola ….. qundi mi prescrive una risonanza magnetica

risultato della risonanza


QUESITO DIAGNOSTICO : FISTOLA ANALE AD ORE 11

L'ESAME E' STATO ESEGUITO CON DIVERSA RACCOLTA DEI TEMPI D'ECO SECONDO DIFFERENTI PIANI ORTOGONALI.
NEL SOLDO GLUTEO A SX AL LIMITE DEL CAMPO INFERIORE DI VISTA E' PRESENTE FORMAZIONE DI 27X14 MM SOSPETTA PER RACCOLTA LIQUIDA ASCESSUALE.
NON E' ISOLATAMENTE RICONOSCIBILE IL TRAGITTO FISTOLOSO SEGNALATO AD ORE 11


mi potete aiutare a capire di cosa si tratta ?

grazie

[#1]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Dalla descrizione RM sembrerebbe un ascesso.
La risonanza non ha evidenziato la presenza di un tragitto fistoloso che metterebbe in comunicazione l'ascesso con la cute, ad ore 11, come segnalato dal suo curante, ma, se a livello anale o perianale è presente un orifizio, questo si vede ad occhio nudo.
La descrizione, sulla localizzazione, dell'ascesso non è molto chiara(solco gluteo?), inoltre per la mancanza della descrizione che questo contrae con gli sfinteri anali, sembrerebbe, un ascesso originato da un processo infiammatorio sacrococcigeo e non perianale(ascesso che trae origine da una infiammazione ano rettale)
A distanza e senza una visita diretta non posso esserle ulteriormente di aiuto.
Il suo curante potrà aiutarla a capire di più.
Se le farà piacere ci tenga informati.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#2] dopo  
Utente 425XXX

Grazie per la celerre risposta , stamattina sono andato dal mio medico curate il quale mi ha prescritto antibiotico e visita chirurgo per incisione ascesso ... la mia domanda è' come viene fatto questo intervento e quante possibilità ho che diventi una fistola ?

Grazie

[#3] dopo  
Utente 425XXX

... si vede vicino all ano orifizio dove ogni volta che facccio le feci mi provaca bruciore nelle ore successive

[#4]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Se l'ascesso si è aperto alle ore 11(?)potrebbe non essere necessaria l' incisione.
In caso contrario, sempre se è necessario, si incide la cute sovrastante la raccolta ascessuale , si drena il pus e si posiziona uno zaffo(garza) nella cavità residua.
Di solito gli ascessi in questa sede, sia essi di origine anorettale che sacrococcigei, una volta che sono stati incisi o si sono aperti spontaneamente, si trasformano in una struttura tubuliforme detta fistola.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#5] dopo  
Utente 425XXX

In effetti si è ' aperto da solo nel medi di agosto ma da alllora ho sempre bruciore , visto la sa competenza cosa devo fare ora ? E quanto tempo passa che diventa fistola ? Mi coniglia in questo momento antibiotico come mi ha prescritto il medico di base ?
Grazie

[#6]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
A distanza e senza averla visitata mi chiede troppo, segua i consigli del suo curante e del proctologo che la visiterà.
Cordiali saluti.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#7] dopo  
Utente 425XXX

Grazie Dott ad' oriano per L attenzione prestata ... posso chiederle ultima info , secondo lei dalla risonanza magnetica di può escludere fistola in questo momento ?

[#8]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Prego.
La risonanza non la descrive.
Ma non è possibile escludere la futura trasformazione della cavità ascessuale("FORMAZIONE DI 27X14 MM") in fistola.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#9] dopo  
Utente 425XXX

Buongiorno , oggi sono stato dal proctologo il quale ha letto il referto e secondo lui c'è di sogni di un ricovero per mettere un setone per far spiegare il pus .... lui mi ha assicurato che non è' doloroso .. volevo un consiglio in quando sono ansioso e non so per quanto devo tenerlo ??

[#10]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Dipende da che cosa si vuol ottenere.
Se sarà solo drenante, lo si rimuoverà quando si dovrà intevenire sulla fistola che si sarà formata intorno al setone.
Se sarà un setone con azione tagliente, questo verrà messo in trazione fino all' avvenuta sezione della fistola.
I tempi sono, brevi o lunghi, in relazione alla profondità, della cavità ascessuale e della fistola, rispetto al piano sfinteriale muscolare e cutaneo.
Cordiali saluti.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#11] dopo  
Utente 425XXX

Grazie dott.
Ci sono cose che non tornano perché ho fatto 2 visite e con due medici diversi :
1 mi ha detto che non si tratta dinfistola ma solo liquido ascessuale e che disponga aspettare come evolve , il 2 sostiene che e' un ascesso che St diventando fistola , io non ci capisco più nulla , altra cosa L' ultimo medico mi ha detto che farà' un intervento con setone per drenare il liquido senza trazione e poi successivamente intervenire. Per togliere lanfiatola , ma mia preoccupazione è porporio il SETONE visto che i tempi da come ho letto sono lunghi come posso fare una vista regolare con il mio lavoro , se devo tenerlo mesi ?
Che lei sappia ci sono altre tecniche meno invasine ?
Ultima cosa , ho sentito il metodo vaaft ... in questo caso è' possibile anche se non esiste una fistola ?

Grazie per la sua attenzione

[#12] dopo  
Utente 425XXX

Dimenticavo una cosa importante , se dalla risonanza magnetica non si avvince la fistola
... mettendo il setone per drenaggio è sicuro che diventa poi fistola oppure dopo il trattamento del drenaggio finisce senza ulteriore intervento ?grazie per la sua disponibilità

[#13]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
A distanza, non avendola visitata, non posso esserle di aiuto a dirimere la questione, posso solo dirle che l'ascesso si trasforma in fistola con o senza setone; il setone, programmato per lei, avrà solo una azione drenante ed ha una sua utilità nel favorire una più rapida evoluzione verso la fistola ed impedire ulteriori ascessualizzazioni che si potrebbero verificare con la sola incisione dell'ascesso.
La VAAFT si esegue solo quando si è avuta la completa trasformazione della cavità ascessuale in fistola.


Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#14] dopo  
Utente 425XXX

Grazie ....
Ma in agosto ho avuto un ascesso perianale e sono dopo 10 giorni e' scoppiato facendo uscire pus , in ho mai avuto febbre ma solo forte dolore che una volta scoppiato non ho più sentito , ora da come
DiceIl medico si vede un porcellino che ogni tanto bruciane mi crea molto Fastidio ma senza produrre Pus neppure perdite di sangue , dalla risonanza magnetica di vede rato Liquido che e' rimasto a interno ... la mia perplessità e' dal fatto che se c'è un fiorellino dove spugna cosa Serve il setone ?

[#15]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Come le avevo già scritto: "il setone, programmato per lei, avrà solo una azione drenante ed ha una sua utilità nel favorire una più rapida evoluzione verso la fistola ed impedire ulteriori ascessualizzazioni che si potrebbero verificare con la sola incisione dell'ascesso"
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#16] dopo  
Utente 425XXX

Grazie e' stato molto utile il suo parere , visto la sua esperienza mi potrebbe dire se quando mi mettono il setone abbia bisogno per riprendere il lavoro ... e in alcune discussioni ho letto che tante persone L hanno tenuto anche mesi .
Grazie

[#17]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Probabilmente anche il giorno dopo l'applicazione potrà riprendere il lavoro.
Certo! l'azione del setone può richiedere anche mesi.
Come le avevo già scritto: i tempi sono, brevi o lunghi, in relazione a che cosa deve fare il setone: nella azione drenante fino a quando l'ascesso si sarà trasformato in fistola intorno al setone; anche nell'azione tagliente, brevi o lunghi in relazione allo spessore muscolare e cutaneo da attraversare.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#18] dopo  
Utente 425XXX

Grazie per il chiarimento ...
Se invece dovessi scegliere di farmi operare con metodo vafft no c e di sogni di inserire setone è così facendo evito due interventi ?

[#19]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
La scelta non spetta a lei, spetta al proctologo che esegue anche questo intervento valutare l'opportunità di adottare la VAAFT.
Personalmente eseguo la VAAFT quando ritengo che le altre tecniche possono compromettere irrimediabilmente gli sfinteri ed in presenza di fistole complesse.
A distanza non posso dirle se questo è il suo caso.
Purtroppo ritorniamo sempre sullo stesso argomento; come le avevo già scritto: [#13]La VAAFT va eseguita solo quando l'ascesso si è trasformato in fistola ed il setone potrebbe aiutare questa trasformazione.
Ne parli con il suo proctolòogo.
Non ho altro da aggiungere.
Cordiali saluti.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com