Utente 394XXX
Buon Pomeriggio,

sposto qui una richiesta che avevo effettuato nell'ambito del ramo ortopedico. IL giorno 13 Ottobre 2016 mi sono svegliato con un dolore al coccige piuttosto importante senza altri sintomi e senza nessun tipo di trauma antecedente se non la cattiva abitudine di sedere in maniera errata gravando pesantemente sul coccige. Mi sono recato dal medico che mi ha detto che avevo una coccigodinia e che dovevo prendere del cortisone per sfiammare. Terapia orale + supposte per 12 giorni. Già al quarto giorno stavo bene e non avevo dolore. Però è sorta nei giorni seguenti ( dopo circa 3 o 4 giorni ) una sensazione di punture di spillo alternato a bruciore nella zona che io definisco grossolanamente "bordo dell'ano". IL dolore non sembra localizzato in un preciso punto ma si sposta ruotando attorno all'ano. Per scrupolo ho effettuato una lastra e una visita dall'ortopedico che non ha rilevato niente a livello osseo. Mi ha suggerito di possibili emorroidi o ragadi. Io però non ho nessun tipo di sanguinamento, né tantomeno dolore durante la defecazione. Ad ispezione esterna il medico non ha visto niente. Piuttosto sento fastidio a seconda della posizione. Sedendo su superfici morbide sento che la pressione esercitata a livello del coccige/ano genera sensazione di calore e piccole fitte. Da sdraiato scompare tutto. In piedi dopo una mezz'ora inizia questo fastidio. Nel corso dei giorni, ad oggi, il fastidio è andato via via diminuendo ed è rimasta una lieve sensazione di bruciore alternata a qualche fitta sempre in stretta relazione alla posizione. A volte ho avuto la sensazione che la fitta si irradiasse al gluteo interessato e i genitali. Ho effettuato anche esami del sangue compreso PSA e tutto è nella norma. La mia domanda è semplice: E' possibile che un dolore che si manifesta inizialmente solo ed esclusivamente a livello del coccige possa in realtà dipendere da problemi di natura proctologica? Mi consigliate qualche approfondimento o devo solo attendere la completa guarigione visto che in molti mi hanno detto che il coccige spesso richiede mesi per guarire? Grazie a chiunque vorrà dedicarmi del tempo prezioso. Saluti.

[#1]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MARIANO COMENSE (CO)
CANTU' (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Puo'essere una neuropatia del pudendo.Prego.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#2] dopo  
Utente 394XXX

Egr. Dottore,
la ringrazio per la preziosa e puntuale risposta. A tal proposito, ha un suggerimento circa i passi da seguire? Visto che i sintomi stanno pian piano scomparendo è comunque prudente intraprendere un cammino oppure è sufficiente attendere la completa guarigione? La ringrazio di nuovo e LA saluto cordialmente.

[#3]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MARIANO COMENSE (CO)
CANTU' (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Se sta migliorando non farei nulla.Prego.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it