Utente
Buongiorno,
da piu' di un anno soffro di bruciore e a volte dolore anale. La colonscopia eseguita esclude complicanze gravi, parla di una piccola ragade e di diverticoli, ed emorroidi di secondo grado. Il medico che mi segue mi ha cambiato varie terapie, dal pentacol, al topster, crioven, antrolin rettale,venoruten bustine, antibiotco, daflon pastiglie,prisma, visaven ecc. ho eseguito una anoscopia la quale evidenziava escoriazioni perianali che alla seconda anoscopia erano guariti. Ho anche eseguito tamone rettale e niente. E' il caso di rifare una colonscopia? esistono altri esami specifici tipo tac o altro? non posso vivere con questi dolori e bruciori o meglio convivere per sempre. Cosa mi consigliate.
Grazie Pan.

[#1]  
Dr. Giorgio Enrico Gerunda

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
12% attualità
16% socialità
PADOVA (PD)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
Gentile signore se ha una ragade anale ed emorroidi di secondo grado , è verosimile che lei abbia un ipertono anale che favorisce questa situazione. Non so se è stato visitato da un proctologo, ma appare verosimile che sia necessario utilizzare un dilatatore anale per ridurre lo spasmo. E' opportuno poi che si lavi internamente all'ano in modo da evitare che possano ristagnare delle piccole particelle di feci che danno luogo ad infiammazione. Quando l'ano fa male è possibile che la pulizia interna non sia completa. Mi faccia sapere.
Cari saluti
Gerunda
Prof.Giorgio Enrico Gerunda Professore Ordinario di Chirurgia Generale Università di Modena e Reggio Emilia

[#2] dopo  
Utente
Gent.issimo dott. Gerunda,
avevo dimenticato di dirle che quando sto seduto sento battere il dolore nell'ano e che da piu' di un anno (detto dai medici) non mangio piu' frutta , verdura, ne' bevo niente, non mangio dolci.
Per quanto riguarda la pulizia interna all'ano, attualmente uso Anonet liquido, e Le sarei grato se mi spigasse come faccio a lavarmi internamente all'ano, visto che nessuno me lo ha spiegato, per il dilatatore anale e' un qualcosa che si compra?
La ringrazio anticipatamente.
Pan

[#3]  
Dr. Giorgio Enrico Gerunda

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
12% attualità
16% socialità
PADOVA (PD)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2009
Gentile signore per lavarsi dentro l'ano quando è sul bidet facendo scorrere l'acqua tiepida infila il dito medio nell'ano delicatamente più che può. quindi piegando lievemente il dito cerca di portare fuori i rimasugli di feci. Faccia questa manovra delicatamente più volte fin tanto che il dito non esce pulito. Avendo una ragade la manovra all'inizio può essere dolorosa e quindi cerchi di rilassare il muscolo anale spingendo come per andare di corpo. In questo modo il muscolo si ammorbidisce. per quanto riguarda il dilatatore anale, si comprato in farmacia ma deve essere consigliato da un proctologo. Lo scopo è quello di determinare una graduale lesione delle fibre dello sfintere anale interno a mezzo di candele di plastica di misura graduata. E' necessario preventivamente eseguire dei bagni caldo-tiepidi deve applicare il cilindro dilatatore in sede transanale previo riscaldamento dello stesso cilindro per immersione nell’acqua calda e applicazione di un gel anestetico (Emla e/o Luan) anch’esso leggermente riscaldato a bagno. Inizialmente la terapia prevede l’introduzione transanale del cilindro medio , le sedute devono essere della durata di 5 minuti ciascuna ed eseguite due volte al giorno per 40-60 giorni. Come vede deve essere seguito da un proctologo e non è una cosa da fare da soli. cari saluti
Gerunda
Prof.Giorgio Enrico Gerunda Professore Ordinario di Chirurgia Generale Università di Modena e Reggio Emilia

[#4] dopo  
Utente
Gent.issimo dott. Gerunda,
non so come ringraziarla dei Suoi suggerimenti, Lei e' stato gentilissimo e disponibilissimo, ma Lei capisce che non posso andare da un proctologo e suggerirgli tutto quello che Lei mi ha detto.
Ne' tantomeno posso avvalermi della Sua professionalita' vista l'enorme distanza che ci separa (io vivo a Brindisi) e il costo economico che non mi posso permettere.Cosa mi consiglia di fare?
Rimango obbligato nei Suoi confronti, Pan.
Saluti.

[#5]  
Dr. Giorgio Enrico Gerunda

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
12% attualità
16% socialità
PADOVA (PD)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2009
Gentile signore io penso che se lei va da un proctologo e gli parla della sua situazione e gli dice che un suo amico ha tratto giovamento da questa procedura e chiede il suo consiglio,in merito (visti i tentativi terapeutici a cui è andato in contro inutilmente) è probabile che valuti l'utilità della procedura anche su di lei. Cari saluti
gerunda

PS Ospedale A. Perrino scala D piano 6 BRINDISI BR
disciplina: CHIRURGIA GENERALE
direttore: Dott. Giuseppe Manca
caposala: A. V. Mininno
telefono: 0831 537323
fax: 0831 537955
posti letto: 24
orari: Dal lunedi al sabato : 13.00 - 14.00 / 18.30 - 19.30
In questa sede si pratica la dilatazione anale per le ragadi
Prof.Giorgio Enrico Gerunda Professore Ordinario di Chirurgia Generale Università di Modena e Reggio Emilia

[#6] dopo  
Utente
La ringrazio per il consiglio, faro' come dice Lei.
Ancora grazie.

[#7] dopo  
Utente
Gent.issimo dott. Gerunda,
approfitto per chiederLe una cosa che ho dimenticato l'ultima volta che ci siamo sentiti. Va benissimo tutte le cose che mi ha detto, ma di terapia medica cosa mi consiglia di prendere o applicare nei momenti di criticita' del dolore?
Grazie tante Pan.

[#8]  
Dr. Giorgio Enrico Gerunda

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
12% attualità
16% socialità
PADOVA (PD)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2009
Gentile signore per i momenti di dolore può usare la pomata LUAN che è un anestetico locale (usa l'introduttore anale) che fa gocciolare lentamente e così il dolore e lo spasmo passa. Poi usa le supposte di Mesalazina (ASACOL per esempio) da 500 mg. Ha una azione antiinfiammatoria che bene si associa all'anestetico locale.
cari saluti
gerunda
Prof.Giorgio Enrico Gerunda Professore Ordinario di Chirurgia Generale Università di Modena e Reggio Emilia

[#9] dopo  
Utente
Grazie dottore, non so come ringraziarLa per la Sua disponibilita', faro' come Lei mi dice.
Carissimi saluti Pan.

[#10]  
Dr. Giorgio Enrico Gerunda

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
12% attualità
16% socialità
PADOVA (PD)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2009
cordiali saluti
Gerunda
Prof.Giorgio Enrico Gerunda Professore Ordinario di Chirurgia Generale Università di Modena e Reggio Emilia

[#11] dopo  
Utente
Buongiorno dottore Gerunda,
sono di nuovo qui a rubarLe un po del Suo preziosissimo tempo, saro' breve.
Con la tecnica della pulizia dell'ano da Lei prescrittomi ho migliorato di molto la mia condizione, volevo solo sapere quanti Asacol al giorno devo assumere, per quanto tempo e poi c'e' il Luan che non riesco a sopportare, mi gira la testa dopo averlo assunto.
Grazie ancora di tutto e cordiali saluti. Pan

[#12]  
Dr. Giorgio Enrico Gerunda

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
12% attualità
16% socialità
PADOVA (PD)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2009
Gentile signore la pulizia dell'ano dovrà farla ogni volta che va di corpo. La supposti di Mesalazina può sospenderla quando non avrà più dolore ed infiammazione ( si può usare anche tutta la vita). Se il Luan non lo sopporta provi ad usare dell'EMLA crema spalmandola sulla mucosa anale. Non deve introdurla come il LUAN dentro l'ano. Cordiali saluti
gerunda
Prof.Giorgio Enrico Gerunda Professore Ordinario di Chirurgia Generale Università di Modena e Reggio Emilia

[#13] dopo  
Utente
Dottore cosa pensa del fatto dietologico di non assumere ne verdura ne frutta ne alcolici ecc.
Dopo non La disturbero' piu':
Saluti. Pan

[#14]  
Dr. Giorgio Enrico Gerunda

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
12% attualità
16% socialità
PADOVA (PD)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2009
Gentile signore il suo problema non è modificato dalla dieta e quindi non c'è motivo di variarla. Sicuramente può essere positivo mangiare pasta integrale, oppure aggiungere alla dieta della crusca (CRUSKEN pastiglie) oppure del Physillum bustine , bevendo almeno un litro e mezzo di acqua al giorno. In questo modo le feci diventano più morbide e le fa meno male la defecazione. cari saluti
Gerunda
Prof.Giorgio Enrico Gerunda Professore Ordinario di Chirurgia Generale Università di Modena e Reggio Emilia

[#15] dopo  
Utente
grazie dottore