Utente 461XXX
Salve,

nel 2011 mi è accaduto che dopo un rapporto ho riportato una lesione anale che consisteva in una sorta di "piaga" interna dolorosissima (circa 2 cm dentro, sulla parete posteriore). Questo è stato dovuto al fatto che il rapporto anale è avvenuto senza lubrificante e io ero quasi vergine (fatto tipo 4-5 volte). Purtroppo si è trattata di una situazione molto spiacevole, sono stata molto imprudente a non verificare che lui usasse il lubrificante ma contavo lo facesse, era lì. A parte questo, purtroppo oramai è accaduto e all'epoca sono stata da un proctologo, il quale ha detto che sarebbe passato nel tempo e che cmq non era nulla di grave. Questo è chiaro. Il problema è un altro. Sono passati circa 6 anni e in tutto questo tempo mi sono praticamente astenuta dai rapporti anali fatto salvo per 2-3 volte. La lesione sembra apparentemente rimarginarsi poichè durante la defecazione non mi dà alcun problema, però se provo a penetrarmi si spacca subito. Praticamente dentro si sente come un escrescenza di carne, sembra tipo una linguetta di carne che è perennemente lì... come se la cicatrizzazione non fosse avvenuta correttamente. Infatti a suo tempo sono rimasta con un fortissimo dolore per oltre 1 mese. Dolore fisso, 24 ore al giorno.

Il problema è che a 39 anni, quasi vergine analmente, vorrei provare anch'io questo tipo di piacere... come quello che ho provato le volte in cui l'ho fatto prima che questo accadesse, quando ancora avevo l'ano completamente integro. Poteva essere stretto ma era cmq elastico e integro. Adesso con questa lesione fissa sembra abbia perso completamente elasticità. Si spacca in quel punto ed è tutt'altro che piacevole. Poi devo medicare con crema cicatrizzante per giorni ed è doloroso anche durante l'evacuazione.

Sono piuttosto pessimista al riguardo, cioè mi sento piuttosto depressa all'idea che io non possa più provare liberamente quel piacere senza sentire tutto quel dolore dovuto alla ferita. Negli ultimi tempi l'esigenza/voglia di quel piacere sembra molto aumentata ma ovviamente non così...

Si può fare qualcosa per far rimarginare definitivamente quella piccola ferita? Perchè cmq è piccola. E' come se fosse rimasto un piccolo lembo di pelle sollevato, che poi tira e spacca la pelle dove ha perso elasticità.

Scusi il lungo consulto ma ci tenevo a spiegare bene tutto l'accaduto e il motivo della richiesta.

Grazie, cordiali saluti.

[#1]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Certo che si può fare qualcosa.
L'escrescenza che avverte è probabilmente una papilla anale ipertrofica, queste spesso si formano sull'apice interno della fissazione anale.
Una visita proctologica ed una rettoscopia rappresentano il primo passo da fare per risolvere il suo problema.
Cordiali saluti.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#2] dopo  
Utente 461XXX

Grazie per la risposta.
Può consigliarmi qualcuno qui a Roma? Non saprei da chi andare, magari qualcuno che tratti questo specifico problema.

Cordiali saluti