Utente 464XXX
chiedo scusa per il disturbo e ringrazio per la risposta
sono un uomo di 50 anni soffro di ragadi da parecchi mesi ma per la mia cocciutaggine mi sono deciso ad andare dal medico solo a giugno,
dopo la visita mi e stata diagnosticata questa ragade e la presenza di emorroidi interne non in buone condizioni.
mi e stato dato il levorag e l' uso del dilatan che pero non hanno dato risultati.
adesso sono in attesa dell' intervento chirurgico.
purtroppo per colpa mia in quanto ho atteso troppo prima di rivolgermi al medico in questo momento i dolori sono diventati oltre che forti anche continui con picchi che durano anche 10 - 12 ore dopo ogni evaquazione ( non sono stitico ):
per aiutarmi nei momenti critici prendo co-efferalgan e continui bidet caldi ma il risultato non e eccezionale; per combinazione ho scoperto e sto provando che il sirdalud mi aiuta a rilassare il muscolo anale e seppure non fa miracoli dopo la defecazione migliora del 50%la situazione negli altri momenti della giornata.
fatta la premessa porgo la domanda
prendendo 1 pastiglia da 4 mg di sidalud più 2 co-efferalgan al giorno potrei avere dei problemi quando arrivera il giorno dell' operazione e sara il caso di dirlo al medico?
inoltre il decorso post operatorio per le ragadi e le emorroidi in contemporanea quanto puo durare?
grazie per la risposta

[#1]  
Dr. Stefano Enrico

24% attività
16% attualità
12% socialità
TORINO (TO)
ORBASSANO (TO)
RIVAROLO CANAVESE (TO)
CHIVASSO (TO)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2005
L'assunzione di farmaci va sempre detta al medico che ha in cura il caso, a maggior ragione in previsione di un intervento.
Non mi sembra un dosaggio che possa dare problemi, ma se si protrae troppo a lungo l'attesa sarebbe meglio parlarne col chirurgo che l'ha in cura. L'ideale sarebbe poter effettuare rapidamente l'intervento.
E' assolutamente normale ed indicato risolvere in un unico tempo anche il problema delle emorroidi.
Buona serata,
Dott. Stefano Enrico
https://www.chirurgo-stefanoenrico.it