Utente 475XXX
Salve, sospetto di avere un principio di trombosi emorroidaria. Mi sono un po' documentato online e ho visto che possono apparire dopo un "trauma" al retto. Effettivamente un mesetto fa sono andato di corpo e ho faticato molto per espellere feci insolitamente troppo dure. Causa una squilibrata alimentazione di quel periodo. Adesso seguo una sana alimentazione ma ho notato che si è formata una piccola sacca rossa e violastra delle dimensioni di un fagiolo vicinissima all'ano. Non mi provoca né dolore né sanguinamento. È soltanto lì che mi può provocare un prurito ogni tanto. Vedendo foto online mi sembra essere identica alle trombosi emorroidarie già documentate. Noto che in alcuni momenti della giornata rientra dentro mentre in altri sta fuori. Purtroppo non posso adesso recarmi dal mio medico curante perché oggi parto per l'estero e rientro in Italia tra tre settimane.
Vi chiedo in base alla vostra esperienza quanto io mi debba allarmare per la situazione attuale. Cioè se mi converrà contattare un medico locale estero o posso stare così. Secondo voi peggiorerà la situazione o si riassorbe? Come già detto, al momento non sento alcun fastidio che disturba la qualità della mia vita e non ho neanche mai notato sanguinamenti.
Grazie in anticipo

[#1]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Di solito si va verso il "riassorbimento", ma se si ripresentano le cause che hanno innescato il problema, questo potrebbe "peggiorare".
Se perdura la sintomatologia o si intensifica sarà utile un controllo.
Cordiali saluti.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#2] dopo  
Utente 475XXX

Grazie per la risposta Dott. D'Oriano.
Vorrei se possibile chiedere un ultimo consulto. Notando che la situazione non migliorava, la settimana scorsa ho potuto consultare il mio medico curante, mi ha visitato e ha detto che la "pallina" che vedo intorno all'ano è ciò che rimane di un'emorroide in via di guarigione, se non erro l'ha chiamata marisca. Mi ha detto che non devo fare alcuna terapia e che non ho patologie. In questi ultimi giorni questa cosiddetta marisca però è gonfiata un po' e sento che ce ne sta più di una. Mi provocano dei fastidi e sensazione di pesantezza. Nessun dolore forte né sanguinamento comunque. La cosa che chiedo è: la marisca sgonfierà da sola col tempo o rimarrà sempre gonfia di sangue? E se sgonfia, quanto tempo potrebbe metterci? Voglio solo capire se è il caso che io aspetti che guarisca o se devo rivolgermi ad un protcologo.
In attesa di risposta, distinti saluti

[#3]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Visita proctologica.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com