Utente 483XXX
Salve ,

2 settimane fa il mi Dino recato dal mio Proctologo ( avendo sintomi di ascesso perianale ) , il medico mi ha confermato l’ascesso e mi ha prescritto antibiotico per 1 sett 3 al di , passata la settimana , senza nessun miglioramento , si è optato per l’incisione e drenaggio del pus . Questo piccolo intervento l’ho fatto 3 giorni fa .
Adesso sto bene , solo che il medico mi ha già accennato che potrebbe arrivare la fistola , e penso che abbia ragione purtroppo , perché ho una specie di vena infiammata , non si vede ma al tatto si , l’unica cosa strana è che si trova un pochino giù la zona trattata , ovvero il taglietto dove hanno inciso .
Comunque la mia domanda è, visto che questo piccolo intervento è stato una cosa dolorosissima ( a livelli da me non concepiti ) cioè preferei morire a subirne un altra ( esagero ) , è stato fatto con anestesia locale ( molto bassa ) ho sentito quasi tutto .
I prossimi passi , o eventualmente se si va a trattare la fistola , nel caso , ci sarebbe in alternativa a quel atto barbarico ( ovviamente intendo il dolore ) o sono costretto a soffrire ancora ( non so se c’e La faccio , ne dubito )
È possibile farlo con anestesia , dove non vado sentire tutto quel dolore , eventualmente . Il Proctologo chirurgo che mi segue è molto bravo , ne parlerei sicuramente con lui , ma prima dell’intervento dell’ascesso mi aveva detto che era una sciocchezza , come lemotroidi esterne ( che mi ha eseguito lui l’intervento mesi fa ) , invece non era vero .
Ringrazio anticipatamente , ma non riesco neanche a dormire per il pensiero .
Gentilissimi .

[#1]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Certo! sarà eseguito in anestesia.
L'incisione di un ascesso non è mai una sciocchezza, anche per quelli di piccole dimensioni per i quali non è necessario una anestesia spinale; l'anestesia locale, quando c'è un ascesso, difficilmente "prende" come si è verificato nel suo caso.
Cordiali saluti.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#2] dopo  
Utente 483XXX

Gentilissimo Dott ,

La ringrazio molto per la sua risposta , che mi tranquillizza moltissimo per il momento , adesso posso chiudere tutte le pagine internet che ho aperto da stamattina per indagare .( forse sbagliando ) ,forse il trauma post incisione ascesso che mi ha dato molto stress e mi ha fatto pensare più all’eventuale dolore dei prox passi , che alle tecniche o le modalità da usare .
Perché non riesco a concepire come può un uomo nel 2018 soffrire così , con una modalità così invasiva . Mamma mia !!!!
Se avessi il potere farei una legge dove obliga i chirurgi a fare anestesia generale per gli ascessi perianale ( sdrammatizzo ovviamente )
Comunque fra pochi giorni ho l’appuntamento per il controllo con il mio chirurgo e vediamo cosa deciderà .
La ringrazio ancora per il tempo dedicato
Cordiali saluti ,

[#3] dopo  
Utente 483XXX

Salve
gentilissimi dottori ,

Aggiorno sulla mia situazione .
Dopo essermi sottoposto all’intervento sull’ascesso perianale ( 12 maggio )
Quasi un mese fa , mi sentivo benissimo , ho seguito i consigli del mio chirurgo proctologo , con 4/5 lavaggi con acqua calda e sale , facendo il massimo per tenere pulita la zona igienicamente .
Poi sono andato 2 volte per un controllo , è l’ultima 10 giorni fa , il chirurgo mi ha detto che stava andando benissimo , c’era solo il taglio ancora , ma che tutto procedeva bene . Infatti , non sentivo quasi niente , e con una dieta ricca di fibre e pulizia anche esagerata sentivo la guarigione .
Stamattina dopo la defecazione , ho sentito un po’ di fastidio nella stessa zona , fastidio che sentivo nei primi giorni dell,ascesso .
Una zona piccola che fa male al tatto e con un puntino bianco , con fuoriuscita di pus , che si era sparito già una settimana fa .
Ho il terrore di pensare ad una recidiva , un nuovo ascesso ovvero ad una fistola .
Ovviamente andrò sicuramente dal Proctologo chiururgo per un controllo ma volevo sapere più meno come faccio a capire se si tratta di fistola , avendo capito che è il risltato di un ascesso . O può essere lo stesso ascesso che si sta regenerando .
La zona è la stessa , il pus esce dallo stesso posto dove sono stato tagliato , aveva smesso già da una settimana ma oggi compare , compare anche il fastidio .
Vi ringrazio anticipatamente .

[#4]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Fistola!
Non è da escludere una riscutizzazione ascessuale.
Prego.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#5] dopo  
Utente 483XXX

Salve dottore ,
Ringraziando sempre per la sua disponibilità e le sue risposte .
Aggiorno sul mio caso ,
Oggi mi sono recato da un chiururgo Proctologo ( un altro ) e mi ha fatto un esame :
Piccola tumefazione sul margine anale posteriore , dolente , ipertono sfintere , verosimile orifizio posteriore . Non evidente orifizi esterni . Si esegue ecografia e si reperta fistola Intersfinterica posteriore bassa .
Terapia proposta
Intervento di fistulotomia , nell’attesa ittiolo pomata 2 al di fino a drenaggio dell’ascesso .
Avevo capito benissimo, l’unico problema che sulla lista d’attesa siamo sui quasi 2 anni .

Le mie domande :
Se aspettasse 2 anni , potrebbe peggiorare la fistola che mi ha detto che era piccola quasi 1 cm di profondità ?

Nel frattempo che faccio drenare l’accesso ( visto che è stato inciso e drenato quasi un mese fa , non si gonfia e continua con le perdite , non rischio che si chiuda magari o che mi arrivi uno peggiore , in tal caso va inciso sempre ? Fino a quando ?

Cosa altro mi consiglia lei tranne le medicine ( che so che lei non può prescrivere via internet ) , magari un modo di fare tipo impacchi di acqua calda , ecc..

Nel frattempo posso vivere ? Il mio nuoto ? Il mio calcetto ? La danza ? La vita coniugale ( con lo schifo sempre lì , diventa un po’ difficile )
La vacanza al mare ( fra poco )
Cosa non dovrei fare , cosa dovrei invece fare .??

Devo operarmi per forza dopo due anni o posso / devo trovare magari una struttura con una lista d’attesa più logica ?

Scusi le domande a raffica , ma oggi veramente mi sento sfinito con questa macabra storia dell’ano Malato .
Le sarò molto grato per dei consigli sul mio caso .
Ovviamente tengo a precisare che il chiururgo che mi ha seguito è stato molto chiaro e professionale ( ovviamente la lista d’attesa non è colpa sua ) e eseguirò a parola le sue Indicazioni
Solo che stamattina dopo la dignosi , ho avuto il tempo solo per chiedere le cose più importanti , poi molte domande come sempre arrivano in testa una volta sono a casa , dopo aver assorbito la brutta sorpresa , maledetta fistola !!
Ringrazio sempre per le vostre / le sue risposte .
Cordialmente .