Utente 780XXX
Buongiorno, da circa una settimana ho dolore all interno dell ano. Sono stato dal medico di base e mi ha dato daflon 500 compresse più una crema cortisonica da mettere localmente, per 7 giorni.
Il dolore non passa, da dire che non ho problemi di evacuazione ne sangue prima e dopo. Ho solo un dolore costante. Durante la notte trovo solloevo, ma da seduto ho l impressione di avere la sensazione di non avere evacuato del tutto.
Non ho mai avuto questo tipo di fastidio.
Possono essere emorroidi, anche senza sanguinamento?
Grazie.
Buona giornata.

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Si! potrebbero,
Ma la conferma per escludere altre possibili cause richiede una visita con anoproctoscopia.
Dopo una settimana, di cura senza risultato, ritengo opportuna la visita.
Se lo desidera ci tenga informati.
Cordiali saluti.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#2] dopo  
Utente 780XXX

Buonasera, la ringrazio per la risposta.
Ho iniziato la cura da 3 giorni. Allora finisco la cura e poi vediamo.
Un consiglio. Devo viaggiare per lavoro per 1 settimana, rischio qualcosa?
Posso aspettare per fare la visita specialistica, se necessaria?
Grazie

[#3] dopo  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Rischi no! La sintomatologia potrebbe, se la terapia non è indicata, rimanere tale.
Dipende dal mgiliorare o peggiorare della sintomatologia dolorosa e da come lei percepisce.questi dolori.
Prego.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#4] dopo  
Utente 780XXX

Buongiorno Dott. D'oriano,
Ho qualche aggiornamento.
Sono stati dal proctologo, prima analisi: niente emorroidi. Mi ha prenotato in urgenza un IRM con contrasto per eventuali accessi. Il risultato è:
Fistule sur rayon de 6 héures trans sphincterienne (grade 3 de parks) en regards du tiers moyen du canal canal venant au contact du rectum. Cette fistule est fine mais parait active. Pas d abcès identifiable.

Quindi fistula! Ho un nuovo appuntamento col proctologo la settimana prox.
Desideravo sapere, le fistule vanno sempre operate? Cura Antibiotica non serve? Cosa devo domandare al dottore la settimana prossima.

Ad oggi ho fastidio, leggero ma sempre esistente. Ho bruciore anale ma il dolore di qualche settimana fa si è ridotto ma non del tutto andato via. Ad oggi non prendo niente.
Grazie e buona giornata.

[#5] dopo  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Lei ha una fistola perianale ad ore 6 che attraversa lo sfintere e si apre nel retto.
La terapia é chirurgica. Con la risonanza magnetica,meglio se sarà eseguita con innoculazione di acqua ossigenata nel tragitto fistoloso, si avrà una conferma del tragitto della fistola, di eventuali diramazioni o di piccoli accessi associati.
Sarà il collega, con la RM alla mano,a fornirle tutte le ulteriori informazioni su come affrontare e risolvere il problema.
Prego.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#6] dopo  
Utente 780XXX

Buongiorno, la ringrazio x la celere risposta.
Le posso chiedere a cosa andrò incontro. Operazione invasiva (anestesia totale o parziale), tempi recupero e soprattutto rischi. Ricadute ok, ma handicap per questo intervento possono esserci? Sentivo di possibili incontinenza dovuto all incisione, per esempio.
Porto tornare a lavoro in tempi brevi?
La ringrazio per le spiegazioni.

[#7] dopo  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Dipende dal percorso della fistola in rapporto agli sfinteri.
Se viene confermato, alla RM ed al tavolo operatorio, l'attraversamento dello sfintere bisognerà asportare il tragitto fistoloso per tutta la sua lunghezza compreso quello che perfora lo sfintere.
Allo scopo esistono tecniche mininvasive (VAAFT), particolarmente utile se il percorso della fistola è complesso.
Con tale tecnica si eliminano i rischi di lesioni sfinteriche che potrebbero compromettere la continenza.
Con tale tecnica i tempi di recupero saranno rapidi.
Solo chi la visiterà potrà dirle se è indicata nel suo caso.
Prego.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#8] dopo  
Utente 780XXX

Buongiorno, appena finita la discussione col chirurgo.
Allora devo essere operato, prossimo venerdì. Inizialmente il chirurgo pensava di aspettare ma dopo una visita, ritiene di aver sentito l ascesso interno, ha confermato l operazione. Ho chiesto dettagli ma è stato molto vago.
In pratica incisione e poi funzione ai risultati ottenuti mediante iniezione contrasto sceglieranno quale tecnica applicare.
Ovviamente sono molto preoccupato, anestesia totale e rientro a casa la sera per una degenza di diversi giorni.
Pratica normale? Il fatto di essere vago sul operazione è normale in questi casi?
In effetti non so quale tecnica sarà applicata, se avrò dei rischi per incontinenza.....
Grazie

[#9] dopo  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Spesso, per particolari caratteristiche delle fistole, il programma operatorio viene deciso al momento; chi ha esperienza nel trattamento di tale patologia dispone di una valido strumentario e stumentazione per eseguire la tecnica indicata al caso.
Prego.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#10] dopo  
Utente 780XXX

Buongiorno, innanzitutto Le ringrazio per il supporto. Mi chiedevo se prima di venerdì sarebbe opportuno fare altre ricerche per individuare la fistola. Da profano vedo strano andare a farmi operare senza avere la certezza della posizione dell ascesso, se c'è.... Visto che dalla risonanza IRM non è apparsa. Ho capito che una fistola non esiste senza un ascesso, ma non è importante sapere la sua posizione per definire una tecnica operatoria. Mi scuso per queste domande, ma non conosco il chirurgo che mi opererà e sono molto in ansia.
L incisione per l eliminazione dell ascesso, può portrer danni post operatori? Ci sarà una cicatrice e questa portera dolore e o incontinenza.
Grazie.

[#11] dopo  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Per colpa della distanza è possibile che stiamo facendo un pò confusione.
L'ascesso potrebbe essere scomparso perchè si è trasformato in fistola e per questo non è apparso alla risonanza.
Questa fistola, presumo da quello che mi ha scritto,sarà meglio individuata, seguita nel suo percorso ed asprtata al tavolo operatorio.
Sicuramente residuerà una ferita ed una cicatrice, il dolore ed il rischio di una incontinenza dipenderanno dal tipo di intervento.
Prego.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#12] dopo  
Utente 780XXX

Buonasera, eccom8 per qualche aggiornamento. Alle 13h sono stato operato in anestesia totale per la fistola senza ascesso.
Al mio risveglio non ho avvertito dolori se non alla gola.... Ma ritengo normale a causa dell anestesia.
Lo specialista, alla fine,mi ha spiegato che non ha trovato nulla durante l ispezione e ha ritenuto non necessario incidere (penso giustamente in quanto non in grado di ritrovare l origine della fistola)
Secondo lui dal momento del IRM e l operazione, quindi 10giorni circa, la fistola si è spontaneamente assorbita.
Pero,il fastidio anale prima dell operazione c era ancora. Avete qualche altra spiegazione e consiglio? Da ricordare ke non ho preso antibiotici in questo periodo (tra IRM e operazione). Per ora ho un appuntamento con lo specialista tra 1 mese per verificare il dolore in caso in cui dovesse persistente.
Da fare altri controlli? Ah, un altra ipotesi è un errore nel IRM con contrasto,ma lo specialista non ci crede tanto in questo.
Grazie per i consigli.

[#13] dopo  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
???
Solo con una visita potrei risponderle.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#14] dopo  
Utente 780XXX

Buongiorno, desideravo aggiornarvi.
Il dolore basso ventre si è ridotto notevolmente ma con ancora un leggero fastidio interno. La settimana scorsa ho effettuato un ecografia alla prostata, non rettale, e in effetti hanno riscontrato un nodulo (plage hyperechoegene) molto denso di 19mm con prostata craniale leggermente lateralizzata a destra. Prostata di peso normale, 34gr, e con contorni normali.
Per l ecografo è una infiammazione batterica. Il medico di base mi ha confermato l infiammazione e va curata con ciprofloxacine 500mg compresse da prendere 2 volte al giorno per 3 settimane.
Mi chiedevo dato che parliamo di un nodulo va controllato da un urologo? Oppure aspetto la fine della cura per vedere i risultati? Dimenticavo che ho effettuato analisi del sangue (nella norma) e del PSA con valore 1.46ng/ml (limite 1.40)
Analisi urine negative.
Analisi effettuate all inizio dei dolori (mese di giugno)
Grazie ancora!!

[#15] dopo  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Si! è una patologia di pertinenza urologica.
Prego.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com