Utente 416XXX
Premesso che mi è stata diagnosticata una lieve proctite 3 anni fa, curata con supposte Pentacol 500, un mese fa causa prolungato bruciore anale vedevo (su suggerimento fatto qui) un proctologo che diagnosticava ipertono sfinterico da curare con Antrolin, plesso emorroidario congesto e escludeva una qualsiasi patologia grave del retto. Dopo la visita il bruciore si riduce fino a scomparire del tutto in pochi giorni. Stavo benissimo, intestino regolare, non fumo e faccio tutti i giorni 30-60 minuti di passeggiata. Otto giorni fa durante la passeggiata serale avverto una fitta bruciante all'ano. Intervengo subito con preparazione H ma dopo tre giorni senza alcun risultato vado dal curante che senza visitarmi propone nuovamente cura di Antrolin. Il dolore però peggiora di giorno in giorno, stare seduti diventa una vera croce, in piedi sto appena un po' meglio. Nei primi tre giorni di bruciore ho diarrea, ma le feci si normalizzano dopo pochi giorni. Niente sangue, niente sforzi nella defecazione, nessuna traccia di sangue sulla carta, nessun dolore al momento della pulizia. Eppure il bruciore aumenta, si associa a lievi crampi addominali (Mi pare aria), nausea postprandiale. Il proctologo è in ferie,quindi accedo al pronto soccorso dove vengo sottoposto alla visita digitorettale che si svolge senza particolare fatica (ipertono sfinterico assente)
Non viene riscontrata alcuna emorroide, nessuna ragade, nessun evidenza di ascessi o fistole (comunque non ho febbre), lieve dolorabilità quando tastano la prostata (Ma ho fatto l'esame del psa pochi giorni fa a dolore già in corso ed era negativo). Concludono che potrebbe essere una prostatite ma io non ho nessun sintomo urinario.
In attesa del ritorno del proctologo io vorrei capire cosa può essere questo continuo, ingravescente dolore/bruciore anale visto che non è nessuna delle cose ovvie che poteva essere. Gli unici sintomi che avverto sono digestivi ma soffro di gastro duodenite cronica e prendo Lucen 20 per curarla, bado poco alla nausea quindi. Il gastroenterologo voleva fare un dosaggio della calprotectina ma suggeriva di non farlo durante una evidente flogosi. Non capisco cosa possa dare tanto bruciore senza che ci sia sangue o emorroidi. Grazie per l'ascolto

[#1]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
MARIANO COMENSE (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Un'anite ad esempio o una patologia dermatologica della cute perianale. Prego.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it