Utente
Buonasera, sono un ragazzo di 25 anni e convivo da circa 4 anni con un problema molto fastidioso, le emorroidi.
Non sanguinano oramai da quasi 3 anni, dopo che ho iniziato a curare l'alimentazione evitando di mangiare cibi che potessero infiammarle, il fastidio me lo causa soprattutto il fatto che durante la defecazione prolassano e sono costretto a reinserirle nell'ano manualmente, ma comunque fino a qualche giorno fa sono riuscito a conviverci senza eccessivi fastidi e soprattutto senza dolore.
Negli ultimi giorni però ho il costante stimolo di andare al bagno, ma nonostante ce l'abbia non riesco a defecare facendo prolassare le emorroidi e nello sforzo sento che si stanno infiammando.
Premetto che non ho mai sofferto di stitichezza, quindi normalmente digerisco una volta al giorno, ora sono 2 giorni che non riesco ad andarci nonostante lo stimolo persistente. Lo stesso problema l'ho avuto circa una settimana fa non riuscendo a digerire per 2/3 giorni nonostante lo stimolo ma poi una volta andato (piu volte quel giorno) si è attenuato.
La domanda che voglio porre è se questa stitichezza e questo stimolo persistente nel voler defecare possano dipendere dalle emorroidi? Oppure è semplice stipsi?
Io comunque oggi mi sono recato in farmacia acquistando Daflon 500mg e Proctolyn in pomata che mi furono prescritte dal proctologo qualche tempo fa.
Sono consapevole che dovrei fare un intervento chirurgico, il problema è che non posso mancare per molti giorni al lavoro in quanto sto lottando per avere un buon contratto.
Quindi vorrei sapere se ci sono dei metodi per attenuare il problema o almeno evitare che peggiori finchè potrò effettuare l'intervento.
Grazie per l'attenzione.

[#1]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Non sono le emorroidi a provocarle la difficile espulsione delle feci, ma il prolasso della parete rettale interna che, probabilmente, forma un tappo.
Questa ipotesi nasce dal fatto che, in presenza di emorroidi che prolassano ed hanno necessità di essere riposizionate in sede, è sempre presente anche un prolasso della parete rettale interna; questo disturbo viene definita Ostruita defecazione.
Una visita proctologica servirà a confermare la diagnosi e l'aiuterà a comprendere meglio il suo problema.
Prego.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#2] dopo  
Utente
Buonasera Dottore, innanzitutto la ringrazio per la disponibilità nel rispondere!
La situazione in questi giorni è cambiata, riesco a defecare normalmente, anche 1/2 volte al giorno, grazie anche all'alimentazione ricca di fibre che sto attuando, infatti comunque vanno meglio i sintomi emorroidali se non fosse per la continua sensazione di voler andare al bagno, ma questo solo quando sono sdraiato sul letto. Quando sono in movimento o lavoro non avverto alcun sintomo.
Dice che puo dipendere sempre da un prolasso del retto?
Comunque gentilmente sapete raccomandarmi uno specialista proctologo situato a Matera o nelle vicinanze?

[#3]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
E' probabile. La necessità di andare in bagno, una seconda volta nella giornata, potrebbe avvalorare la tesi di un parziale svuotamento dovuto ad una ostruita defecazione
Da escludere la partecipazione di altre possibili cause, tipo la Sindrome dell'intestino irritabile.
Continui con la dieta ricca di fibre in attesa di una visita.
Tramite questo mezzo non forniamo segnalazioni ed al momento non risulta uno specialista nelle nostro elenco di Medicitalia.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com