Utente 304XXX
Salve, vorrei segnalare una patologia per un consulto.
Si tratta di una proctite che credo ormai sia cronica. Ne soffro a intermittenza da circa sei anni. E' accompagnata dalla presenza di emorroidi. Il problema si manifesta con fastidi nella zona anale, stimolo a defecare anche quanto non ci sono feci, gas intestinali e una nicturia quasi ogni notte. Ed è collegato alla attività sessuale.
Alcuni mesi fa ho fatto effettuare un trattamento necrotizzante delle emorroidi sperando che risolvesse qualcosa, ma è stato inutile: il fastidio si è spostato in una zona più interna ma è rimasto, e ora è comparsa un'altra emorroide.
Come dicevo, l'attività sessuale sembra irritare particolarmente la zona, probabilmente per l'afflusso del sangue e problemi di microcircolo, determinando una congestione nella zona anale dopo ogni rapporto, o anche dopo una erezione. Questo provoca a sua volta stitichezza.
Preciso che la mia prostata sta benissimo, è stata controllata da un andrologo, è di dimensioni normali e non presenta infiammazioni.
Di recente, su prescrizione di un gastroenterologo, ho fatto quindi un ciclo di un mese con le supposte Asacol, e ho avuto un leggero beneficio, ma appena interrotta la terapia il disturbo è ripreso.
Quindi, su prescrizione di un proctologo, ho fatto un ciclo di 20 gg., 2 tubetti al dì, di Pentacol, ma ancora senza risultati.
Il problema sembra peggiorare.
Vorrei sapere, secondo voi, se ci sono esami che posso fare per arrivare a una diagnosi precisa delle cause, e se esistono altre terapie possibili.
Grazie

[#1]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
A distanza non è possibile darle le informazioni che lei chiede, alcuni disturbi da lei riferiti potrebbero essere solo frutto di una sua sensazione e non collegati a patologie proctologiche.
La richiesta di ulteriori accertamenti e del "tipo" di accertamenti può nascere solo dopo una visita diretta con proctoscopia.
Prego.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#2] dopo  
Utente 304XXX

La ringrazio, continuerò a farmi seguire dal medico.
Ma vorrei chiedere espressamente questa cosa: il sintomo di fastidio anale che avverto in coincidenza con uno stimolo sessuale è normale in un caso di proctite? Quello che avverto è una specie congestione, non appena ho uno stimolo sessuale, e poi mi si formano dei gas intestinali.
Lo domando perché un medico è rimasto sorpreso da questo sintomo e non ha saputo spiegarselo, mentre un altro ha detto che è normale con quel tipo di infiammazione.
Grazie, saluti

[#3]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Le ripeto, quello che lei riferisce(fastidio anale) potrebbe, durante un rapporto o in presenza di erezione, una sensazione dovuta semplicemente a contrazioni muscolari o a tensione della muscolatura pelvica e non alla proctite.
L'"emozione" potrebbe spiegare i disturbi intestinali(gas e peristalsi alterata).
Prego.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com