Utente 519XXX
Gentili dottori, sono una ragazza di 37 anni, ho due bimbi ed è dal mese di novembre che combatto con un problema che mi sta davvero logorando!
Sono diventata mamma per la seconda volta 7 mesi fa, durante la gravidanza, ho avuto un episodio di prolasso delle emorroidi, perchè di fatto in gravidanza era di molto aumentata la stitichezza ed un giorno, avvertendo imminente ed importante lo stimolo per evacuare, mi sono seduta sul water, non riuscendo però a svuotarmi dopo quasi ben sei ore che passeggiavo un po per casa e poi di nuovo a sforzarmi sul wc per riuscire finalmente ad andare in bagno.
Dopo tutte quelle ore con le emorroidi oramai di fuori, ma anche le labbra della vagina completamente turgide corro in H, dove, dopo aver controllato che il bambino stesse bene, mi hanno fatto dei clisteri e ho diciamo risolto.
Per tutto il resto della gravidanza non ho avuto pi problemi, ora invece é già da qualche mese, che contestualmente e solo durante il ciclo mestruale ho delle perdite di sangue rosso vivo dall'ano. Ho effettuato 5 visite ginecologiche piu un ca125 per scongiurare endometriosi che non ho (o almeno mi auguro...), ho fatto e ripetuto emocromi, ho fatto un eco addome completo, tutte le analisi, due anoscopie dove si evidenziavano solo emorroidi, ma non contenta ho chiesto al chirurgo di sottopormi ad una rettoscopia, nella quale è salito per 50 cm e ha confermato emorroidi di IV grado. Ancora però mi lambicco il cervello perchè non capisco che relazione ci possa essere tra ciclo mestruale e perdite anorettali. Secondo voi è proprio così come mi è stato detto dai medici, tanti, che ho interpellato o devo secondo voi, fare qualche altra indagine? P.s. sono un soggetto ipocondriaco e ho paura di avere qualcosa di grave. Grazie per le risposte. N.B. Scrivo anche in questa sezione perchè mi hanno parlato di una legatura delle emorroidi e per quanta paura io abbia, quasi sarei disposta a farlo, per capire se davvero sono le emorroidi che possono sanguinare solo durante il ciclo o si possa trattare della tanto temuta endometriosi. grazie a voi tutti.

[#1]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Confermo quello che le ho scritto nei precedenti consulti, anche in merito alla necessità di un intervento chirurgico.
Altre ipotesi vanno escluse con un esame proctoscopico.
Tramite questo sito non potrà avere nessuna certezza.
Utile una visita proctologica con proctoscopia.
Se lo desidera ci tenga informati, ma non prima di aver eseguito la visita.
Prego
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#2] dopo  
Utente 519XXX

Dok mi scusi, che cosa si intende per visita proctologica... io ho fatto due anoscopie ed una rettoscopia per 50 cm... mi hanno diagnosticato solo emorroidi di IV stadio... probabilme te a causa del secondo parto.. forse lei per visita proctologica intende dell altro???

[#3]  
Dr. Giuseppe D'Oriano

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
20% socialità
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Lei parla ancora di endometriosi quale causa dei suoi sanguinamenti.
La proctoscopia è l'esame che permette di escludere la presenza di un' endometriosi sulla parete rettale interna.
Se non è convinta di quello che le hanno diagnosticato richieda una nuova visita ed una nuova proctoscopia.
A distanza non abbiamo i mezzi e nessun motivo di mettere in dubbio quello che le è stato detto e descritto.
Per il resto rilegga i precedenti consulti.
Prego.
Dr.Giuseppe D'Oriano Docente Scuola Speciale A.C.O.I. di Coloproctologia. Chirurgo Colonproctologo.
www.drgiuseppedoriano.blogspot.com

[#4] dopo  
Utente 519XXX

Gentilissimo dottore, mi perdoni e perdoni le mie scocciature... ora mi è tutto più chiaro... lei ben dice, se mette in dubbio ciò che le hanno detto durante le visite proctologiche, si faccia ricontrollare... io sono convinta che si tratti solo di emorroidi, anche perchè il proctologo per farmi stare tranquilla mi ha fatto vedere come stesse andando l'esame al monitor e non c'era null'altro...
La domanda principe per me (che da ipocondriaca, mi sono fissata su questa maledetta endometriosi), è.. tramite visite proctologiche effettuate, in caso di endometriosi si sarebbe evinta?
ed ancora, qualora lo fosse... ci sarebbero altri sintomi, visto che il mio è e resta semplicemente quello del sanguinamento concomitante al ciclo mestruale?
La ringrazio infinitamente e mi scuso se l'ho disturbata più volte.