Utente 552XXX
Salve Medici di Medici Italia, da circa tre giorni soffro di diarrea. Il primo giorno il tutto si è presentato con febbre alta di 39 gradi e leggera nausea, febbre scesa poi con tachipirina, nei seguenti due giorni si è sempre mantenuta su 36/37. Mi sono recata dal mio medico di base che mi ha quindi prescritto l'antibiotico Rifacol Rifaximina perché a suo avviso trattasi di una forma virale. La situazione si è complicata da due giorni dato che continuo ad avere lo stimolo di evacuare, ma non riesco più a svuotarmi. La diarrea è adesso minore, non del tutto acquosa e non del tutto "completa" poiché faccio solo uno "spruzzo d'aria" accompagnato da poca diarrea ( scusate). Ho sempre la sensazione di non essermi svuotata del tutto anche perché avverto sempre la pancia dolorante e gonfia. La mia preoccupazione deriva dal fatto che da oggi ho notato nelle feci e sulla carta igienica, del sangue, rosso pieno (sembrerebbe anche accompagnato ad una sostanza mucosa) I miei pensieri sono stati dei peggiori essendo anche un po ipocondriaca. Attendendo naturalmente l'altra visita con il mio medico di base, nel frattempo gradirei sentire il parere di qualche specialista qui, poiché leggere le centinaia di nozioni sulla rete non giova alla mia salute psichica. La diagnosi della forma virale è esatta? Potrebbe trattarsi di un cancro? Potrebbe essere un'altra patologia? L'antibiotico mi ha fatto male?

Premetto che: deduco che la forma virale che mi ha attribuito il mio medico, sia dovuta a della carne (forse avariata? poco cotta?) che avevo consumato il giorno prima in un ristorante. Inoltre volevo precisare che non ho mai sofferto di problemi legati all'intestino e colon.

Nell'attesa di una risposta da parte di voi specialisti, vi ringrazio anticipatamente.

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Quello che le posso dire è che l'antibiotico non le ha fatto sicuramente male, mentre restano tutte le altre opzioni. La sua sintomatologia deve essere approfondita mediante Colonscopia in quanto non si può escludere nulla.


Cordialmente
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente 552XXX

La ringrazio per la sua tempestiva risposta, quindi potrebbe anche trattarsi di un cancro o polipo? Si, la colonscopia è in programma. Nel frattempo sono molto preoccupata. Da oggi il sangue è di meno e a volte non si presenta proprio nelle feci che sembrano essere pochissimo più solide.Il dolore è diminuito e adesso si è trasformato solo fastidio e sensazione di feci nella pancia con rumorini. Cosa ne pensa?

[#3]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Penso, come detto prima, che solo la Colonscopia chiarirà. Ovviamente il sanguinamento può essere dato anche da una colite o o dalle emorroidi.

Mi aggiorni
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#4]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Quello che le posso dire è che l'antibiotico non le ha fatto sicuramente male, mentre restano tutte le altre opzioni. La sua sintomatologia deve essere approfondita mediante Colonscopia in quanto non si può escludere nulla.


Cordialmente
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it