Utente 467XXX
Gentili dottori,

soffro di emorroidi sanguinanti all'atto della defecazione. Soffro generalmente di stitichezza con feci generalmente dure e molto spesse. Volevo porvi alcune domande. Ultimamente (in questa stagione estiva) i dolori sono peggiorati, con relativo sanguinamento. Notando il sangue sulla carta igienica ho utilizzato la crema Preparazione H, ed il problema pareva rientrato. Poi ho avuto un episodio di feci dure e spesse ed il problema è riesploso con sanguinamento direttamente nel sanitario (o sul pavimento). Al che ho deciso di ricomprare nuovamente un tubetto di Preparazione H, questa volta associandolo a Diosmin Expert (Daflon). Lo prendo da 3 giorni ma la situazione sembra quasi peggiorata. Premetto che soffro di piastrinopenia (120000 l'ultima conta, il mese scorso) e di lieve anemia, ed anche di neutrofili bassi. E' possibile che il Daflon interferisca con la coagulazione del sangue e non sia adatto alla mia situazione (ne prendo 4 compresse al giorno)? Mi pare ci sia più sangue pure con il canale lubrificato dalla preparazione H (che effettivamente mi pare abbia diminuito il dolore durante la defecazione). E' errato inserire la Preparazione H con il dito indice piuttosto che con l'apposita cannula? Perché mi pare che la stimolazione del dito abbia peggiorato la situazione. Non posso sedermi, pena peggioramento dei sintomi ma sento un peso, un blocco dentro l'ano, non mi pare di vedere le emorroidi all'esterno, ma è possibilee che escano durante l'atto defecatorio. Posso continuare ad utilizzare il Daflon e la Preparazione H insieme? O i flavonoidi interferiscono con la mia coagulazione? Ho un po' aumentato l'assunzione di acqua (11 bicchieri al giorno), ma c'è modo di diminuire lo spessore delle feci? Credo dipenda anche da quello il problema (fibre non ne introduco tante, 17 grammi al giorno con la dieta, tra pane, carote e zucchine, eppure le feci sono spesse). Cosa devo fare per migliorare lo stato delle emorroidi? Stare in piedi o sdraiato? Supino o di lato? Devo evitare di sedermi fino alla possibile guarigione?

Grazie a chi vorrà aiutarmi.

[#1]  
Dr. Roberto Rossi

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
16% socialità
RACCONIGI (CN)
TORINO (TO)
CHIERI (TO)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Il sanguinamento emorroidario normalmente è temporaneo. E' comunque opportuno cercare di assumere dieta ricca di fibre e liquidi ( almeno 2 lt. di acqua al giorno) , se il sanguinamento persiste dovrà chiedere una visita proctologica per valutare l'opportunità legatura elastica o di terapia chirurgica.
Dr. Roberto Rossi

[#2] dopo  
Utente 467XXX

Grazie dottore.
Sono tre giorni che mi pare non sanguinino (non sulla carta igienica o sul gabinetto, quantomeno), forse dopo 4 giorni le compresse e la crema hanno un po' fatto effetto, ma sento sempre qualcosa di grande che fa da ostacolo.
C'è modo di ridurre le dimensioni di queste senza intervenire chirurgicamente? Alle donne non si sgonfiano da sole dopo la gravidanza?
E durante l'evacuazione sento sempre una sorta di lacerazione sulla parte sinistra, all'interno, potrebbe essere il sintomo di una ragade?
Ho prenotato una visita dal proctologo ma mancano ancora quasi due settimane, vorrei arrivarci con una situazione migliorata.