Utente 681XXX
salve,ho 31 anni, oggi a seguito della defecazione ho effettuato la normale pulizia con carta igienica. ho riscontrato nel pulirmi un piccolissima traccia di sangue rosso vivo della grandezza di 3-4mm. Come terapia d'urto ho effetuato un lavaggio con acqua fredda e successivamente ho applicato della pomata. Domani pomeriggio andrò dal mio medico curante. Sinceramente la cosa mi spaventa un pochino, vorrei ricevere un vostro consulto su possibili cause che determinano un sanguinamento, sebbene così poco copioso. Faccio presente che le feci erano ben formate e apparentemente solide. Sulle feci non ho riscontrato nessuna traccia visibile di sangue, nessuna goccia o striatura. Chiedo un vostro cortese parere sull'accaduto. Ringrazio sin d'ora.

[#1]  
Dr. Marco Catani

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
gentile signora,
ho letto con attenzione quello che ha scritto, mi complimento per le sue osservazioni e per le decisioni che condivido pienamente. lei è un soggetto giovane quindi è poco probabile che possano esserci altre cose se non cose benigne. potrebbe esserci un problema emorroidario o una ragade. queste mie supposizioni però non devono farla ricredere sui suoi impegni presi. un controllo è indispensabile.
cordiali saluti
Marco Catani
http://www.marcocatani.it
Il consulto online non può nè deve sostituire la visita reale

[#2]  
Dr. Francesco Nardacchione

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2006
Gentile signore
vedo che il problema si è riproposto in altra occasione e già da allora le era stata consigliata una visita medica e specialistica che non sappiamo se poi ha esguito
https://www.medicitalia.it/consulti/gastroenterologia-e-endoscopia-digestiva/46120-piccolissime-tracce-di-sangue-sulla-carta-igienica.html
Senza di essa non è facile supporre diagnosi anche se la cosa più semplice da pensare, vista la sua giovane età e la familiarità, è che possa trattarsi di un problema emorroidario o di una ragade. Ma rimane comunque indispensabile una visita per confermarlo.
Cordiali saluti
Dr. F. Nardacchione
NB: qualunque sia il consulto la visita medica rimane imprescindibile

[#3] dopo  
Utente 681XXX

Ringrazio per le risposte ricevute. In effetti, nel mese di settembre ho avuto un consulto con il medico curante il quale mi ha suggerito di controllare la situazione, notare se il fenomeno avesse contunuità o fenomeno isolato, di lavare la parte con acqua fredda e di applicare una pomata specifica per 4 giorni. In effetti, da allora, sino ad oggi non si era mai ripetuto l'evento.oggi si è verificato esattamente nei termini sopra descritti. ma questo non mi distoglie dalla volontà di parlarne con il mio medico curante per valutare l'ipotesi di una visita proctologica. rinnovo il ringraziamento per i vostri preziosi suggerimenti e resto in attesa, se lo ritenete opportuno, di ulteriori informazioni. saluti cordiali

[#4]  
Dr. Marco Catani

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
in realtà siamo noi che rimaniamo in attesa di sue novità, qualora volesse cortesemente darcele.
cordiali saluti
Marco Catani
http://www.marcocatani.it
Il consulto online non può nè deve sostituire la visita reale

[#5] dopo  
Utente 681XXX

Buona sera gentilissimi dottori, come già annunciato oggi mi sono recato dal mio medico curante al quale ho riferito quanto già qui riportato. Lui mi ha chiesto se avessi regolarità intestinale. Si, sono piuttosto regolare e mi ha chiesto se avessi alterazioni dell'alvo.L'alterazione dell'alvo significa presentare stipsi oppure periodi di diarrea, giusto? (Anche in questo caso no,un'evaquazione al giorno, qualche volta due se ho mangiato tantissime verdure, come accaduto in questi giorni). Premetto che la mia dieta è prevalentemente ricca di frutta e verdura. Mi ha chiesto se in famiglia avessi avuto casi di malattie intestinali. Mia nonna paterna è deceduta a 79 anni conun tumore dell'intestino. In virtù delle risposte, il medico ha ritenuto di non farmi sottoporre ad ulteriori accertamenti (colonscopia)e mi ha suggerito di monitorare la situazione nelle prossime settimane. Non presentando nè dolore, nè prurito ma solo leggerissime striature esclusiavemente sulla carta igienica a seguito della defecazione,mi ha detto di rivederci fra 20 giorni, fare il punto della situazione ed intervenire diversamente se dovessi presentare nuovamente il problema. A voi, se lo ritenete, un commento. Ringrazio nuovamente. Saluti

[#6]  
Dr. Marco Catani

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
gentile signora di bari,
anche il collega, le aveva consigliato una visita. per visita io e credo, anzi sono certo, anche il collega, intendo/iamo, certamente una accurata anamnesi ama anche una visita in corrispondenza della regione interessata posso capire che per una ragazza giovane possa essere imbarazzante, ma non credo per il medico.
ritengo, scusandomi con lei, senza voler muovere alcuna critica nei confronti del medico con il quale ha avuto a che fare, che non sia sufficiente e che dovrebbe a questo punto, proprio per evitare eventuali imbarazzi con lo stesso medico, recarsi da uno specialista (in ordine alfabetico: chirurgo o proctologo) per fare una visita completa. mi spiace succede. ci faccia sapere.
cordiali saluti
Marco Catani
http://www.marcocatani.it
Il consulto online non può nè deve sostituire la visita reale

[#7]  
Dr. Francesco Nardacchione

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2006
Gentile signore

concordo pienamente con il collega sulla opportunità di effettuare una visita medica con esplorazione rettale per verificare lo stato della mucosa ed evenuali segni di altre patologie (emorroidi, ragade o altro).
Non sempre i medici di base infatti ricorrono a tale metodica, ritenendola di pertinenza specialistica.
Per tale motivo ribadisco la necessità di un consulto specialistico che, tra uomini, non dovrebbe comportare nessun imbarazzo, soprattutto pensando alla sua salute e serenità.

Cordiali saluti
Dr. F. Nardacchione
NB: qualunque sia il consulto la visita medica rimane imprescindibile