Utente
Buonasera ho 33 anni e scrivo per avere delle risposte (che forse non è ancora possibile avere) o comunque delucidazioni in merito ad una situazione che riguarda mia mamma, 67 anni ex fumatrice che da almeno un paio di anni (ad insaputa di noi figlie) dice di aver avuto una piccola escrescenza grossa quanto un piccolo cecio all'ano. La sentiva nella pulizia subito dopo la defecazione. Lei credeva fosse un emorroide, non dandole alcun fastidio e peccando di superficialità non ha mai parlato a nessuno men che meno al medico di questa cosa, finché a fine luglio scorso questa escrescienza ha iniziato a sanguinare sempre e solo durante la pulizia dopo defecazione, inoltre esce proprio all'esterno durante la defecazione. A livello intestinale invece non ha mai avuto problemi ne cambi repentini o continuativi del ritmo di defecazione. A giugno poi fece un intervento chorurgico alle corde vocale e fece gli esami preparatori e l'emocromo era perfetto.
Pochi giorni fa è stata dal proctologo che durante la visita ha detto che si tratta di un polipo peduncolo "dal brutto aspetto", sicuramete da togliere. Ci ha anche parlato di una nuova tecnica per asportare il polipo e conservare le normali funzioni dell'intestino (qual'ora fosse possibile perché la posizione è molto bassa) questo stesso specialista ha prescritto con celerità una colonscopia biopsia e stadiazione. Ci ha detto che si tratta quasi certamente di un polipo "maligno"di un tumore insomma.
Siamo in piena angoscia nonostante non ci sia ancora nulla di certo ma da qui alla colonscopia che sarà fra una settimana (anche questa velocità ci ha messo in allarme) vorrei fare queste domande: Dalla sola visione di un polipo dal brutto aspetto lo specialista può già sapere (per esperienza occhio clinico e dati vari tipo la grandezza) se il tumore può essere diffuso?
Il fatto di avere un polipo maligno che sanguina da un paio di mesi ed è lì da almeno due anni può essere un dato certo che sia comparso dopo aver ormai sviluppato il tumore già in gran parte dell'intestino, oppure è anche possibile (nonostante il tempo che è trascorso da quando è comparso) che sia tutto circoscritto soltanto nella zona del polipo? in altre parole un polipo peduncolo che sanguina può aver procurato un tumore ormai in fase avanzata?
Chiedo scusa e spero di essere stata chiara ma come ho scritto all'inizio sono in cerca di riposte che forse non potete darmi ma è la grande paura di essere arrivati troppo tardi che mi fa pensare a queste variabili.
Ringrazio anticipatamente per la vostra attenzione e disponibilità.
Attendo una cortese risposta.
Saluti.

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Potrebbe cortesemente riportare la descrizione dell'esame ?

Cordialmente
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente
Buonasera.
Attualmente non abbiamo alcun esame in mano,se non la visita proctologica dalla quale lo specialista ha individuato questo polipo peduncolo dal "brutto aspetto ".
Sfintere e pavimento pelvico nella norma.
La colonscopia e biopsia la farà fra una settimana.
Immaginavo che senza alcun dato fosse improbabile rivevere risposte alle mie domande. In ogni caso la Ringrazio.

[#3]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Ma il proctologo ha fatto un esame con lo strumento o ha solo guardato ? non le ha no rilasciato un referto ? Ad ogni modo dall'aspetto si può copire con buona approssimazione se il polipo è maligno, ma non si può dire se è in fase avanzata. Serve asportarlo per avere idee più chiare.

Mi aggiorni se le fa piacere
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#4] dopo  
Utente
No,lui nel foglio che ci ha rilasciato non ha riportato nessuna misurazione o altro.
Ha inserito una specie di divaricatore e guardato.
Poi ha consigliato colonscopia biopsia e stadiazione.
Ha poi aggiunto che in ogni caso è da asportare.
Mi sembra quindi di capire che con quello che conosciamo fin ora,tutto è possibile.
Aspettiamo quindi la colonscopia e gli esiti della biopsia che verrà effettuata nello stesso giorno.
La ringrazio ancora.
Saluti

[#5] dopo  
Utente
Buona sera gentile dottore le scrivo di seguito il referto della colonscopia e dell'istologico cosicché lei possa darmi un suo parere.
Esito colonscopia:
Introduzione dello strumento a cieco toeletta sufficiente.
Nell'ampolla rettale si osserca polipo sessile di 15 mm mobile sui piani sottostanti, posto sulla linea pettina,la posizione della lesione non consente la rimozione conntecnica endoscopica.
A monte la mucosa appare regolare nel discendente si asporta a freddo un piccolo polipo sessile di 5 mm recuperato.
Notevole lassità e tortuosita del viscere ascendente e cieco regolare.valvola ileocecale regolare.
REFERTO ISTOLOGICO (del polipo in questione di cui già chiedevo nel consulto precedente )
Notizie cliniche: polipo del retto appena sopra la linea pettinea.
Materiale inviato:polipo ano rettale
Carcinoma Squamoso scarsamente differenziato con aspetti basaloidi.
Granding istologico : G3 sec who
Invasione vascolare non evidente
Infiltrazione perineale non evidente
La neoplasia giunge sul margine di resezione.
Ci è stato detto dal chirurgo che attualmente dovrà fare della chemioterapia e radio terapia,poi effettuare dei controlli e solo se questi non avranno avuto successo si penserà ad un intevento con stomia per via della posizione in cui si trova.
Ora le chiedo se cortesemente può darmi un suo parere in merito a tutto ciò, e poi avrei alcune domande : mi chiedo,ma se questo carcinoma e li in un preciso punto come mai si fa anche la chemioterapia anziché soltanto la radio che è invece mirata?
E secondo lei quante possibilità di guarigioni ci sono con questo tipo di carcinoma?
Inoltre secondo lei avendo una colonscopia che non presenta nessun'altra tipo di problema o neoplasie ci sono possibilità che abbia già dato delle metastasi?
Il chirurgo comunque ci ha rassicurato dicendo che nella stra grande maggioranza dei casi le terapia portano alla guarigione,e che da questo tipo di carcinoma si guarisce.
La ringrazio anticipatamente per l'attenzione.
Attendo una sua risposta.
Cordiali saluti.