Utente 571XXX
sono un ragazzo di 29 anni... ho eseguito una rettoscopia dopo il riscontro di sangue e muco nelle feci...e da circa un anno e mezzo che ne soffro... allora...

rettoscopia referto: mucosa del retto iperemico edematosa con microulcerazioni ed evidenza del patter vascolare sottomucoso.


conclusioni diagnostiche: proctite ulcerativa ndd di grado moderato...

la mia domanda è se l alimentazione, o attività fisica come bodybuilding o corsa e o assunzione di alcol moderato esempio 1 bicchiere di vino a pranzo potrebbe incidere sul sanguinamento o peggiorare i sintomi... la ringrazio in anticipo...

[#1]  
Dr. Antonio Vallo

20% attività
8% attualità
0% socialità
TERMOLI (CB)

Rank MI+ 28
Iscritto dal 2003
Salve. Sono state eseguite biopsie? Consulti un Gastroenterologo se non fatto già. Alimentazione può influire ma non in maniera determinante.
Antonio Vallo

[#2] dopo  
Utente 571XXX

Si è stata eseguita 1 biopsia sigma e 2 biopsia retto..
1: frammenti superficiali di mucosa del grosso intestino sede di edema, congestione vasale e di lieve infiltrato infiammatorio linfoplasmacellulare, privo di elementi di specificità, frammisto ad alcuni istiociti della lamina propria architettura ghiandolare, profilo mucoso e contenuto in muco intracellular entro I limiti morfologici della norma..

2 frammenti superficiali di mucosa del grosso intestino sede di infiltrato infiammatorio della lamina propria di tipo misto di grado moderato, linfoplasmacellulare e granulocitario, prevalentemente neutrofilo con discreta componente eosinofila associata, focalmente esteso all epitelio di superficie, diffusa criptite, follicoli linfaciti intramucosi., focale e modesta distorsione dell architettura ghiandolare associata a modesta focale deplezione del contenuto in muco intracellular, profilo mucoso entro i limiti morfologici della norma...
Conclusione: reperto coerente con proctite cronica attiva ed erosiva di grado moderato...
Vorrei sapere se può incidere l alimentazione in qualche modo o anche assunzione di caffè o alcol in modo moderato come 2 caffè al giorno e 1 bicchiere di vino a pranzo.. O attività fisica come palestra o corsa..

[#3]  
Dr. Antonio Vallo

20% attività
8% attualità
0% socialità
TERMOLI (CB)

Rank MI+ 28
Iscritto dal 2003
Sicuramente un regime alimentare corretto può concorrere ad attenuare i sintomi ma a mio avviso dovrebbe consultare un gastroenterologo (se non già fatto) per una terapia farmacologica mirata. Buone cose
Antonio Vallo