Utente 520XXX
Salve,
e' un po di tempo che mi sto curando con la DTC per la rimozione di condilomi.
Nel corso della terapia piu' intensa ne ho eradicati molti tutti in zona pube o alla base del pene,pero' a distanza di mesi qualche altro condilometto e' riuscito.
Negli ultimi mesi saltuariamente ne ho tolti un altro paio.
Si trattava di condilomi piani e piccolini.
Siccome per controllarmi sono costretto a radermi poco tempo fa penso di averne tagliato uno alla base del pene.
Pero' per "completare l'opera" (non essendo contento..scherzo)me lo sono bruciato con una punta calda.Si e' liquefatto in un batter d'occhio.
Era anch'esso piccolino pero' rispetto ai soliti sembrava diverso,piu' bolloso e piu' chiaro.
Ora la mia domanda e' questa : sappiamo che l'infettivita' e trasmissibilita' del virus e' data dalla lesione adesso avendo rimosso diciamo accidentalmente quel presunto condiloma per il momento in teoria non sarei contagioso in quella zona?
La trasmissione avviene per contatto del condiloma con una altra zona dell'epidermide quidni in teoria non presentando per il momento la lesione non dovrei essere infettivo giusto?

Credo che col tempo se era davvero un condiloma ricomparira' e questa volta andro' dal dermatologo.

Grazie
A presto

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente,

direi che la sua ultima frase sia quella passabile per la tutela della sua salute:

la condilomatosi genitale può essere un serio rischio soprattutto per le partner femminili ed in caso di presentazioni perianali ed anali nei soggetti maschi:

non perda questa occasione di salute e di determini con il DermoVenereologo per la terapia del caso che dovrà essere seguita da controlli peridoci (anche se il condiloma sparisce dopo la terapia può ripresentarsi nella stessa zona o in zone immediatamente viciniore) ed eventualmente da terapie immunomodulanti topiche o sistemiche.

cari saluti
Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it

[#2] dopo  
Utente 520XXX

Certamente se dovesse ricomparire in quella zona o in altre staro' piu' attento e mi indirizzero' dal mio dermatologo.
Per il momento non presentando nulla posso solo aspettare ma nel frattempo devo preoccuparmi per quella "ferita" o e' consigliabile curarla piu' in profondita'?

Grazie

[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Non posso darle una risposta sensata in merito : è necessario perlomeno farla visionare dal suo medico curante: almeno quello.

Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it