Utente 132XXX
Gentilissimi dottori,
sono una ragazza di 24 anni che purtroppo l'anno scorso ha avuto la sua esperienza con il papilloma virus.
Mi è stata riscontrata una condilomatosi della forchetta che ho cercato di trattare prima con la crema aldara che però ho dovuto sospendere in quanto mi aveva causato una vera e proprio ustione, poi col laser.
la mia fissazione mi aveva portato a credere di avere anche condilomi anali (che invece all'esame anoscopico si sono rivelati dei semplici noduli anali) e sotto la lingua ( che erano delle ghiandoline).
Grazie a Dio l'hpv non mi ha causato lesioni alla cervice uterina.

da allora con il mio venereologo di fiducia ho eseguito tre controlli: uno ad un mese, il secondo a tre mesi e il terzo a sei mesi. Ho eseguito anche il pap test e la colposcopia che hanno sempre dato un risultato negativo.

Chiedendo al medico quale comportamento avrei dovuto seguire nei rapporti sessuali lui mi ha detto che sono guarita e che col mio compagno (che non ha mai avuto manifestazioni della malattia da hpv, e anche lui seguito dal venereologo) potevo avere rapporti liberi, senza necessità di preservativo!

Ma è vero che si può guarire dall'hpv??
In realtà la vera domanda che vorrei farvi è in quali condizioni il virus si trasmette?
Mi è stato detto dal medico che sono le lesioni ad essere causa di contagio (per esempio i condilomi), ma non il virus in se..
sono davvero confusa.

vi ringrazio anticipatamente per la vostra risposta.

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente,

lei si e' ben comportata: stia Serena si affidi al suo venereologo e per avere qualche dato in più su questa patologia e sulle modalità di trasmissione, legga pure il personale articolo su questo tema all'indirizzo:

https://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=40632

carissimi saluti
Dott. Laino, Roma
Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it

[#2] dopo  
Utente 132XXX

Grazie dottor Laino per la sua risposta.

Ho letto il suo articolo e corrisponde a quanto mi ha detto il mio venereologo.

Il mio timore è quello di essere condannata ad avere a che fare con condilomatosi per tutta la vita.
tuttavia già un anno senza recidive credo sia un gran traguardo!



Non abbasserò mai la guardia e periodicamente eseguirò i vari controlli.

buon lavoro