Utente
Salve gentili dottori,ho 28 anni e fin dall'adolescenza soffro di dermatite seborroica sia al cuoio capelluto che al viso e ovviamente diagnosticata da più di uno specialista.

Non ho mai eseguito trattamenti specifici a lungo termine, salvo in un periodo dove per quanto riguarda il cuoio capelluto usavo il Diprosalic goccie unito all'azione di shampoo Nodè DS (o anche Ducray Klual DS) con una terapia d'attacco per poi andare a ridurre gradualmente sia l'utilizzo del medicinale che dello Shampoo e devo dire che stavo avendo ottimi risultati e con ciò intendo dire che non mi grattavo più la testa, non avevo più lesioni cutanee e insomma un notevole miglioramento della situazione ed ero molto soddisfatto; invece per quanto riguarda il viso, ho sempre avuto la desquamazione della fronte e ovviamente forfora nelle sopraciglia e il quadro è peggiore in inverno com'è normale che sia.

Per un periodo ho utilizzato anche Biotina in compresse e ho avuto un buon risultato solo per la problematica della forfora nelle sopracciglia.Sia che lavo il viso con acqua tiepida o fredda non cambia nulla,ho comprato diversi prodotti in farmacia e delle migliori marche per pelli sensibili con problemi ma con nessuno riesco a tenere sotto controllo(visto che la patologia non è debellabile)la situazione.

Non posso fare una doccia come la maggior parte delle persone ed essere "pronto per uscire" perchè ho completamente la fronte desquamata e quindi subito dopo tampono con ovatta soltanto bagnata con acqua per cercare di migliorare, ma ovviamente i risultati sono scarsi e la pelle passa da troppo secca a troppo unta.Altro da segnalare: a volte ho fatto qualche pulizia del viso,con il vapore non mi ha dato un buon risultato mentre con sieri che vanno in profondità (così mi hanno detto nel centro) ho avuto un buon risultato ma dovrei anche usare un prodotto specifico.

Quest'estate ho trascorso alcuni giorni in alta montagna e usavo una crema solare protezione 25 e avevo una fronte mai vista prima, perfetta! Liscissima e nè desquamata nè unta! Ma un medico mi ha spiegato che l'effetto del sole è di grande beneficio (asciuga le ghiandole sebacee) ma solo per brevi periodi in quanto col passare del tempo le ghiandole sebacee scendono più in profondità e a quel punto i benefici finiscono..
Se uno specialistà potesse indicarmi un buon prodotto ad uso topico da aquistare sarei molto grato.

[#1]  
Dr. Andrea Faucci

20% attività
0% attualità
0% socialità
LIVORNO (LI)

Rank MI+ 20
Iscritto dal 2010
Buongiorno,

potrebbe usare solamente per il viso il prodotto Aluseb (Alukina) per una decina di giorni e

per il capelluto la mousse della linea Flogan (della Biogena) sempre per 10 giorni.

Se ne avesse la possibilita' potrebbe richiedere, anche via internet, il fango termale delle Terme di San Giovanni in Portoferraio dell' isola d'Elba in provincia di Livorno (veda su www. termesangiovanni.it oppure termeelbane.it mandando una mail a info@..... )Veda se le possono spedire barattolini di fango termale di quella laguna che sono ottimi da applicare sul cuoio capelluto per combattere le lesioni del capo causate dalle dermatite seborroica.

Se ne incontrasse difficolta' mi contatti pure sul sito di medicitalia alla mail andreafaucci29@libero.it.


Cordiali Saluti. Dr A. Faucci
Dott. ANDREA FAUCCI

[#2]  
Dr. Cosimo Carmelo Malvindi

20% attività
0% attualità
0% socialità
SANTA CESAREA TERME (LE)
CASTRO (LE)
MESAGNE (BR)

Rank MI+ 20
Iscritto dal 2010
La dermatite seborroica, che generalmente recidiva nella stagione autunno-inverno e molto spesso si accompagna a malattie stagionali quali episodi influenzali, terapie antibiotiche oppure a dismicrobismi intestinali e che può essere comunque in relazione a diversi fattori scatenanti, si può anche curare con farmaci o presidi medici o parafarmaci che contengono sostanze o principi attivi antimicotici, perchè molto spesso questa malattia è sostenuta dalla malassezia furfur o pitirosporum ovale, miceti e spore che in molte persone sono presenti nelle zone seborroiche a livello delle strutture pilo-sebacee.
Dr. Cosimo Carmelo Malvindi