Utente 111XXX
Gentili dottori, buon giorno, è da un anno circa che combatto con una balanopostite.
E' iniziata a luglio dell'anno scorso con una candidosi:
- prurito
- pus intorno alla corona
- desquamazione
- rossore.
Mi reco dal farmacista il quale mi da dei prodotti per una candidosi visti i sintomi.
Effettuo la cura per circa 10 giorni con notevole miglioramento, la pelle stava tornato ad essere normale.

Vado insieme a degli amici su un fiume del mio paese, nel mentre stavo ancora applicando la crema per evitare recidive. Dopo essermi tuffato noto la formazione di una fimosi che poi scompare la sera stessa dopo aver effettuato il lavaggio con normale detersione, da lì i problemi.

Il glande ha iniziato ad essere secco e rugoso e la pelle del prepuzio arrossata, in particolar modo i capillari erano molto infiammati. A settembre mi reco in visita dal dermatologo che in 2 secondi mi pone il glande sotto la LUCE DI WOOD, e mi dice subito che si tratta di candida (ma io luminescenze non ne ho viste).

Mi prescrive SPORANOX 7 GIORNI, BALANIL GEL da applicare la sera. Nessun miglioramento, lo contatto, vado alla visita di controllo e in due secondi mi dice che è normale che la pelle sia così, comunque.

Passano mesi e decido di effettuare un TAMPONE BALANO PREPUZIALE, risultato: ESCHERICHIA COLI. effettuo cura con GENTAMICINA CREMA (da antibiogramma) e applico pasta FISSAN zinco e pantenolo, bene, dopo l'applicazione di quest'ultima si formano delle chiazze che scaturiscono in pelle viva che, nonostante il bruciore si richiudono in circa 15 giorni. Da lì inizio invece solo cura con NEOFURADANTIN per 7 giorni. Nessun miglioramento.

Nel mentre faccio sciacqui con amuchina diluita al 5% con acqua, la pelle sembra perdere quella rugosita' che la contraddistingueva, ma era solo un effetto dell'ipoclorito di sodio, comunque continuo con amukimed gia' diluita. Niente. Pelle sempre secca e rugosa.

Effettuo un altro tampone positivo a: KLEBSIELLA E STRAFILOCOCCO AUREO, effettuo cura con CIPROXIN per 7 giorni, nessun risultato (associandola a amukinemed).

Dopo molto tempo FACCIO TAMPONE CHE RISULTA NEGATIVO A TUTTO (batteri e funghi), prenoto visita da altro dermatologo.

Dopo un'accurata visita mi dice che la terapia non ha dato effetti proprio perché la causa era una dermatite seborroica e quei batteri nell'uomo non vengono presi molto in considerazione, mi prescrive DYATHINIL MATTINA E SERA 5MG, PEVISONE LATTE (da applicare solo la sera), LUBRIFICANTE A BASE ACQUOSA.

Inizio la terapia e applicando 3 gocce di pevisone il glande si infiamma, chiazze rosse e pelle rugosissima, e terribilmente secca, contatto il dermatologo ma mi dice di proseguire per altri 2-3 giorni. Continuo e l'ultimo giorno cioè ieri applico il PEVISONE, il giorno successivo noto desquamazione e zone in cui c'è pelle viva, al centro del glande, sciacquo e applico il lubrificante, morale della favola: stavo meglio prima con la pelle secca.

Attualmente la cosa interessa solo glande e prepuzio, suggerimenti?

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Storia troppo lunga la sua per ascriverla meramente ad una semplice candidosi, ma lo scrivo in termini ipotetici e del tutto generali i quali non superano mai una visione specialistica diretta.


Direi piuttosto che una corretta e nuova impostazione dermatologica debba essere fatta nuovamente.

Legga nel frattempo per ulteriori approfondimenti il miompersonale sito monotematico:

www.balanopostite.it

O gli articoli news e consulti sulla balanopostite di

www.medicitalia.it

Cari saluti
Dr. Luigi Laino Responsabile Centro Latuapelle - Roma
MST, Tricologia, Laserterapia, Dermochirurgia
www.latuapelle.it

[#2] dopo  
Utente 111XXX

Gentile dottore,
nessuna delle balanopostiti e del lichen sclerosus corrisponde al mio quadro clinico (ho visto le foto).

Le posso dire che l'infiammazione interessa solo la pelle a contatto col glande, ovvero il prepuzio e il glande stesso.

Tutta la zona inguinale non presenta infiammazioni, bolle o altre cose da riportare, insomma è del tutto una cute normale.

Prima di questa cura con PEVISONE LATTE stavo mille volte meglio, con sola secchezza e striature piccolissime distanziate mezzo millimetro che comunque scomparivano con l'erezione e non erano profonde ma superficiali.

I capillari del prepuzio infiammati in principal modo in corrispondenza del filetto.

Io soffro di dermatite che attualmente non curo se non con la BIOTINA 5mg da circa 7 giorni perché appunto secondo il dermatologo la balanopostite è una riflessione di quest'ultima, ma io miglioramenti non ne ho visti apparte la secchezza cutanea che sembra di molto attenuata.

La dermatite interessa petto, schiena, addome e la parte iniziale delle cosce, scompare quando vado al mare o prendo il sole.

Ultima precisazione: non è iniziata con un rapporto protetto e non, ma con l'applicazione sotto la doccia del normale bagnoschiuma per il corpo sulla zona inguinale che man mano ha portato a un arrossamento che poi è evoluto nei sintomi iniziali da me descritti, non l'avessi mai fatto! inoltre presento le classiche papule perlacee sulla corona.

[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Infatti i link servono per orientarsi e capire quante possibilità diagnostiche ci sono. La diagnosi e' impossibile e spetta solo alla visita diretta DermoVenereologica

Cari saluti
Dr. Luigi Laino Responsabile Centro Latuapelle - Roma
MST, Tricologia, Laserterapia, Dermochirurgia
www.latuapelle.it