Utente 233XXX
Buongiorno,
ho scritto già due volte per la mia BALANOPOSTITE che mi assilla dal 2009 e mi sono attenuto a tutti i Vs. graditissimi consigli ossia aver fiducia nel dermatologo venerologo .
Ebbene, nell'arco di questi anni sono stato visitato da diversi prestigiosi dermatologi di Milano (professori, centri MST, etc ...), ho fatto tamponi, esame urine, glicemie varie e persino biopsia con esito "balanite infiammatoria" (toh!?).
Nel 2009 ho avuto una volta la candida e la gardnerella, curate e guarite immediatamente, come i tamponi hanno evidenziato e poi più nulla.
Attualmente ho eseguito nuovi esami: tamponi (esterni ed esterni), patch test e prick test e sono risultato positivo a piante, polveri etc ...
Evidenzio inoltre che ho spesso dermatite estesa a petto e schiena (al momento col sole la cosa è notevolmente migliorata).
Con questi esami sono tornato ovviamente dal Professore il quale mi ha detto che non può essere la causa della balanopostite.
Di mia iniziativa, per non avere i soliti fastidi, da alcuni mesi ho notato che tenendo il glande scoperto la sintomatologia si attenua ma se faccio sport mi torna l'irritazione mentre se ho dei rapporti sessuali il rossore e bruciore mi dura purtroppo alcuni giorni.
A riposo e sopratutto con glande scoperto la situazione migliora e sembra quasi tornare normale, ma non è così.
L'ultima visita col Professore è finita dicendomi, "Lei ha fatto tutti i controlli, abbiamo escluso tutto, queste cose guariscono, a volte vengono e vanno senza sapere effettivamente il perchè, deve avere pazienza" ...
La mia domanda a questo punto è la seguente: esistono forme di balanopostiti incurabili?
Io sono di Milano e credo e spero che la mia città sia stutturata adeguatamente ma, leggendo su questo utilissimo forum mi sembra che ci siano aluni specialisti di balanopostiti quindi se dovesse esserci la necessità di muovermi per venire ovunque (Roma?) io non esiterei perchè mi piacerebbe tanto tornare ad avere una vita sessuale normale.
RINGRAZIO sinceramente per la collaborazione.

Cari saluti.

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Da esperto di questa condizione come i miei illustri colleghi le posso consigliare di stare nella sua città senza necessariamente muoversi per un nuovo consulto. Ovviamente tutti sono liberi di ascoltare ulteriori parereri se questo pensa possa esserne di ausilio.
Nel frattempo può leggere qualche Ulteriore dato da questo personale sito www.balanopostite.it o nei tanti consulti di www.medicitalia.it sul tema.

Cari saluti
Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it

[#2] dopo  
Utente 233XXX

Carissimo Dott. Laino,
La ringrazio molto per il Suo intervento (onestamente ci speravo) e mi complimento per la competenza e professionalità.
Io ritengo di aver avuto pareri assolutamente qualificati ma il problema è rimasto irrisolto, nonostante ora sia migliorato.
E' appunto leggendo i Suoi diversi interventi sul tema ed il sito specifico che mi sembra strano nel 2012 essere ancora ad affrontare questo problema.
Da quanto ho capito (La prego di correggermi in caso di errore), Lei sostiene che la balanopostite ha sempre una causa ben precisa, ma gli esami hanno esculso tutto tranne il prick test e con la biopsia se la sono cavata scrivendo che è di origine infiammatoria ( ma da cosa è dovuto???).
Non può essere una situazione di sensibilità epidermica estesa anche a quelle particolari mucose?
A me da proprio l'idea di essere una questione di irritabilità e sensibilità della mucosa, quando è coperto il problema sembra peggiorare e addiritura a volte la pelle del prepuzio lascia segni (rughe) sul glande tanto è sensibile (infatti lo tengo scoperto il più possibile). Così come quando sudo x sport o calore, in alcuni punti specifici del corpo mi escono dei puntini rossi pruriginosi.
Non potrebbe esserci un collegamento?
Mi scusi davvero se mi dilungo ma non so più cosa fare!

La ringrazio infinitamente. Cordiali saluti.

[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
La ringrazio per i complimenti.

La sua osservazione, che deriva di fatto da ciò che i miei Colleghi le hanno diagnosticato è sicuramente verosimile;

pur non potendo certo ipotizzare alcuna diagnosi da qui, le posso dire (e se ha letto i miei approfondimenti può aver verificato ciò che dico) che esistono forma di Balanopostite di tipo infiammatorio che possono avere cause anche diametralmente opposte:

Esempi lampante sono: la Balanite infiammatoria xerotica e la Balanite irritativa smegmatica: forme causate da opposte cause (l'estrema secchezza delle mucose per la prima e l'estrema produzione di materale cheratino-sebaceo la seconda) che provocano lo stesso sintomo, ovvero l'infiammazione, ma hanno etimologie infiammatorie completamente diverse (la xerosi di per sé attua un processo infiammatorio di tipo eczematoso e l'iperproduzione sebacea attua meccanismi irritativi e pseudo-infettivi); questi sono solo 2 esempi di situazioni CRONICHE (se non ben trattate).

Ad un esame istologico non si può vedere però altro che infiammazione: per questo motivo un referto istopatologico deve per forza di cose essere corredato con un attento esame clinico, capace di discernere nei casi "istologicamente aspecifici" quali nessi siano competenti con il quadro;

questo non per motivi fini a sé stessi, ma per fini assolutamente pratici che vanno a determinare una terapia specifica.

carissimi saluti
Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it

[#4] dopo  
Utente 233XXX

Caro Dottore,
grazie davvero per la Sua disponibilità.
Mi rendo conto che in questa sede non si può andare oltre, ci mancherebbe ma, non conoscendo un vero specialista in balanopostite in quel di Milano, mi sa proprio che dovrò provare il freccia rossa milano - roma ...
Nel caso pensa che un semplice appuntamento, con tutti gli esami in mio possesso, possa bastare o servirebbe fermarsi di più?
Grazie mille

Ancora salutissimi

[#5] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
In termini generali per fare questo tipo di visite non occorre portare esami di alcun genere preventivamente.

Per il resto sapra' bene che il nostro sito serve per orientamenti generali e non altro.

Per correttezza completa ora oltre al Frcciarossa dobbiamo citare anche Italo!

Cari saluti
Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it