Utente 263XXX
Mia figlia, 9 anni appena compiuti, è interessata da questa manifestazione cutanea: se viene punta da un insetto o si procura qualche piccola escoriazione sulle caviglie o poco sopra e soltanto in questa zona ed in nessuna altra parte del corpo, presenta dei crosticini che rimangono a lungo, diventando dapprima spessi e duri e poi lasciando il posto a macchie scure per molto tempo. A volte presenta prurito, altre no. Ho notato che se si sbuccia un ginocchio la stessa cosa non succede: la “sorte” della ferita è molto più veloce e “normale”.
In inverno questo fenomeno non è così evidente; anzi, direi che sparisce quasi del tutto mentre si presenta, ad intervalli, sull’interno coscia, un’area in cui i follicoli si fanno più evidenti e che dà prurito.

Il pediatra che la assiste, che purtroppo è mancato qualche mese fa, ha annotato le manifestazioni di questo “fenomeno” nel libretto sanitario peraltro sempre tranquillizzandomi sulla non gravità della malattia. Devo aggiungere che già da neonata mi aveva consigliato alcuni bagni nell’amido e la crema Lichtena perché aveva una pelle molto delicata. Mia figlia, tra l’altro, riferisce di avere sentito la parola “dermatite atopica che verso gli undici-dodici anni passa” ma non ho trovato traccia di questo nel suo libretto.

Il pediatra ha così annotato:
05.12.2008 – dermatite con lieve ipercheratosi – consigliato uso di DERMANA
20.08.2010 – elementi tipo strofulo alle gambe CERCHIO – consigliato uso di FARGAN
09.04.2011 – lieve ipercheratosi e qualche papula – nessuna prescrizione.
Il 21.09.2011 abbiamo effettuato una visita dermatologica: le macchie non erano molto evidenti e, da una spiegazione orale del fenomeno, mi è stato consigliato Streptosil o Gentalyn indifferentemente al momento dell’insorgenza della ferita. In quella data era più evidente la zona all’interno coscia che dava prurito: è stata definita follicolite ed è stato prescritto un trattamento con spray – mi pare Salipyl – e l’applicazione – limitata soltanto a tre giorni – di una pomata al cortisone tipo Gentalyn Beta.

Così ho fatto quando, ad intervalli, si ripresentava la situazione ma non so dire se si risolveva per l’efficacia dei farmaci o se invece per il normale decorso della manifestazione. Ho notato che, andando in piscina – prima di quest’inverno non era mai andata – all’uscita dall’acqua mia figlia aveva le gambe molto arrossate e, quindi, dopo la doccia usavo Lichtena.
Arrivata l’estate si è di nuovo presentato il problema delle crosticine e delle macchie alle caviglie; applico Streptosil o Gentalyn ma a volte sono veramente antiestetiche.
C’è qualcosa che posso fare?
In attesa di un vs. gradito consiglio, ringrazio e cordialmente saluto.

[#1] dopo  
Dr. Antonio Del Sorbo

28% attività
0% attualità
12% socialità
SCAFATI (SA)
SALERNO (SA)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2004
Le cause del problema da Lei descritto, possono essere tante e la Sua descrizione, sebbene accurata, non permette di formulare a distanza un parere attendibile, in quanto le manifestazioni descritte, possono essere comuni a diverse situazioni dermatologiche, apparentemente simili tra loro (es: orticaria papulosa di Bateman o strofulo degli infanti, dermatite atopica, etc). Con una visita specialistica presso il Dermatologo a Lei più vicino, si potrà giungere ad una diagnosi precisa e programmare in base ad essa un percorso terapeutico e di prevenzione delle recidive. In base al tipo di manifestazioni cliniche ancora in atto, all'esito di eventuali esami praticati in passato (es. dosaggio IgE totali) e al tipo di risposta alle terapie finora praticate, il Suo dermatologo potrà consigliarLe i rimedi più adatti per risolvere questo fastidioso problema e prevenirne le recidive per le prossime estati. Cordiali saluti e in bocca al lupo per tutto!
Dott. Antonio DEL SORBO
Specialista in Dermatologia e Venereologia
Sito web: www.ildermatologorisponde.it

[#2] dopo  
Utente 263XXX

Grazie mille per l'attenzione che mi ha dedicato.
Seguirò senz'altro il suo consiglio.
Cordiali saluti.