Utente 241XXX
Salve!
Vorrei un consulto dal Dott. Luigi Laino!
Mia sorella, anni 37, terzo mese di gravidanza, ha eseguito una mappatura dei nei, uno dei quali riporta le seguenti caratteristiche:
sede:braccio dorsale prossimale dx;
bordo: irregolari sfumati;
colore: disomogeneo-colore scuro
sup: piana;
pattern globale:reticolare
pattern locale:rete/pseudo rete atipica
Diagnosi:nevo melanocitico dismorfico
Controllo: 6 mesi.
Siccome 5 mesi fa, è deceduta nostra sorella di anni 31, per una diagnosi istologica sbagliata (aveva un melanoma nodulare),ora siamo preoccupate
per le caratteristiche di questo neo, che secondo il dermatologo non è da rimozione chirurgica.
L'esame videodermoscopico riporta anche la presenza,sempre per questo nevo, di addensamenti melanocitici ed aree cicatriziali.
La ringrazio anticipatamente!

[#1] dopo  
Dr. Davide Brunelli

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
4% attualità
16% socialità
CESENA (FC)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2000
Intanto che vi risponde il Dott. Laino vi dico la mia: avete tutte le ragioni del mondo. È anacronistico concettualmente controllare un nevo a distanza di tempo. Non ha senso biologico allo stato attuale delle conoscenze mondiali. Se l'elemento melanicitario è considerato un nevo melanocitico regolare, tale neoformazione non ha importanza. In caso di dubbi, anche minimi, si procede all'asportazione chirurgica a scopo diagnostico. Quindi o cercate un secondo parere o rimuovete l'elemento chirurgicamente e lo fate analizzare. Chiedo scusa per la veemenza della mia intrusione, ma essendo un argomento particolarmente importante per la dermatologia mi sono sentito in dovere di intervenire.
I miei più cordiali saluti
Dott. Davide Brunelli
Dirigente Medico Unità Operativa Dermatologia
Ospedale M.Bufalini - Cesena