Utente 327XXX
Salve, da più di una settimana circa ho notato la comparsa di un nodulo perianale asintomatico (se non un fastidio quasi impercettibile al tatto). Inizialmente non ho dato peso al fatto, fin quando oggi ho notato la comparsa di una macchiolina rossa in cima. Preoccupata, mi sono documentata su internet e ho scoperto che qualcosa di simile potrebbe essere un sifiloma. Mi angoscia l'asintomaticità del nodulo, tipica (stando a internet) del sifiloma. Se fosse una cisti, non dovrebbe dare almeno un po' di fastidio?
1)Possibile che sia stata contagiata dalla sifilide non avendo notato nessuna ulcerazione o lesione sulla persona che mi avrebbe contagiata (ho avuto rapporti sessuali solo con questa persona)? Mi è sembrata una persona perfettamente in salute, attentissimo all'igiene personale. C'è da dire che effettivamente ho saputo che ha tenuto comportamenti sessuali a rischio (p*ostitute, locali di scambisti dove dovrebbero fornire preservativo, ragazze "promiscue" senza precauzioni a iosa, laddove promiscue è usato absit iniuria verbis).
2) E, statisticamente, non avrebbe dovuto contagiare almeno una di tutte le svariate ragazze con cui ha avuto rapporti non protetti? Possibile che solo io, fra tante persone, abbia contratto la malattia?

Cerco di rassicurarmi pensando così, oltretutto internet è deleterio per l'autodiagnosi (ci sentiamo tutti i sintomi di quello che leggiamo). Non nego che ho una fortissima paura.

[#1] dopo  
Dr. Giampiero Griselli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
FERRARA (FE)
PORTO TOLLE (RO)
TORINO (TO)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Gent.le PZ
certamente un nodulo abraso potrebbe evocare il sifiloma primario come pure mille altre lesioni , anche più probabili. Dalla ascessualizzazione di piccolhe strutture ghiandolari. a condilomatosi, a fibromi ,etc.
Temo che solo lavisita possa dare maggiore precisione diagnostica.
In ogni caso tra qualche giorno per sicurezza potrebbe anche fare i test ematici per la luce , ma che consigliere i solo dopo visita venereologica.
cordialità
Dott.Giampiero Griselli Dermovenereologo
www.dermoonline.com
Ferrara,Torino,Padova,Brescia,Porto Tolle, S.M.Maddalena (RO)