Utente 174XXX
Salve a tutti. Anzitutto, perché gli specialisti possano analizzare per bene il caso, premetto che questo non è il mio account ma di un mio familiare. Detto questo, procediamo. Il problema dovrebbe essere una neurodermite scrotale, vi chiedo un modo per trattarla, e so che nella vostra gentilezza mi offrirete il vostro aiuto, per il quale vi ringrazio in anticipo.

Ho 18 anni, e circa lo scorso febbraio ho iniziato ad avvertire un prurito allo scroto particolarmente insistente. In quel periodo indossavo indumenti attillati (pantaloni sotto i jeans, sono un tipo che soffre molto il freddo), e credo sia stato proprio questo il problema. Purtroppo, i primi tempi non sapevo resistere al prurito, e grattavo, non pensando che così facendo si sarebbe innescato un circolo vizioso. Comunque, vedendo lo scroto un po' ingrossato da un lato (in realtà era solo la mia fervida immaginazione), mi recai da un urologo, che mi tranquillizzò. Era un problema dermatologico, per il quale mi consigliò l'utilizzo di Lasonil crema (o gel?). Utilizzai la crema, senza buon esito. Poi il medico di famiglia mi prescrisse Travocort, che peggiorò solo la situazione (evidentemente non si trattava di un'irritazione da funghi). Dopo un po' il prurito passò da sé, o meglio, si attenuò notevolmente, abbastanza per permettermi di trascurare la cosa.
A giugno si riacutizzò in maniera tremendamente fastidiosa, andai da un dermatologo (avrei dovuto farlo molto prima...), il quale mi prescrisse una cura di due settimane (o una, non ricordo), a base di antistaminici e cortisone. Diagnosticò una dermatite scrotale pruriginosa, che a suo dire rientrava nel campo delle neurodermiti, patologia, purtroppo, cronica. Intanto il prurito passò, sotto l'effetto delle medicine, ma poi tornò di nuovo, per poi sparire di nuovo per quasi tutto settembre e ottobre.
E adesso sento che sta tornando, proprio da ieri, e un po' oggi. Per cui chiedo: c'è modo di, se non guarire, almeno trattare i sintomi di questa dermatite? Notate che: la pelle non sembra irritata. Non so come sia possibile, ma a me non sembra che vi siano segni di irritazione. Forse secchezza.
Per cui, da me, avevo pensato a una crema idratante e ho letto di una certa Dexeryl crema. Ma sapete com'è, ho il terrore delle creme, perché fino ad ora tutte quelle applicate hanno solo peggiorato le cose. Quindi chiedo aiuto a qualcuno esperto.
Ulteriore particolare: il dermatologo mi prescrisse anche una crema, Lenirax, che, a causa del mio terrore verso le creme, non utilizzai. Dovrei provare la Lenirax o buttarmi su Dexeryl, o comunque su una crema idratante? O su qualcos'altro?
Vi chiedo davvero aiuto, perché si tratta di un problema che butta il morale davvero giù, per quanto possa sembrare banale... E l'idea di assumere tutta la vita antistaminici e cortisonici non è che mi alletti particolarmente... Questo è quanto.
Grazie mille, aspetto una risposta con trepidazione. Confido in voi!

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile ragazzo,
Conoscendo bene queste situazioni, comprendiamo sicuramente il suo stato, poiché la neurodermatite scrotale è una patologia che pur nella sua benignità può creare gravi disagi a chi ne è portatore.
Con questo non possiamo di certo fornirle un parere specifico o consigliarle farmaci particolari perché non conosciamo bene il suo caso, soprattutto per quanto concerne le eventuali connessioni con altre situazioni dermatosi o dermatitiche.
Chiediamo pertanto di fidarsi e affidarsi al suo dermatologo di fiducia che sicuramente saprà incasellare per bene la situazione e nel giro di qualche tempo sicuramente aiutarlo in maniera concreta.
Carissimi saluti.
Dr. Luigi Laino Responsabile Centro Latuapelle - Roma
MST, Tricologia, Laserterapia, Dermochirurgia
www.latuapelle.it